Dropshipping

Ti occupi di commercio elettronico, o sei intenzionato a cimentarti per la prima volta nella vendita online, e desideri conoscere meglio il dropshipping? Allora questo articolo fa proprio per te: nei paragrafi che seguono ti spiegherò, infatti, come funziona il dropshipping, quali sono i vantaggi per la tua azienda di adottare questo metodo e come si fa a trovare il giusto partner dropshipper.

Probabilmente, però, prima di rispondere a tutte queste domande è meglio capire bene cosa sia il dropshipping e quanto sia oggi diffuso in Italia.

Cos’è il dropshipping e quanto è diffuso

Il dropshipping è un sistema di distribuzione e vendita dei prodotti che non prevede il magazzino in quanto la merce è spedita al cliente direttamente dal fornitore. In pratica, con il dropshipping, l’unico investimento che devi fare per avviare il tuo e-commerce riguarda la messa a punto del sito e la promozione dei tuoi stessi prodotti.

I vantaggi, soprattutto in termini di taglio alle spese e rischio d’impresa, sono notevoli, ed è per questo che molti store online si avvalgono oggi del dropshipping.

Anche in Italia sono ormai tantissimi i siti e-commerce in drop shipping, nonostante il numero relativamente basso di fornitori; in via del tutto generale, i siti in dropshipping italiani più che a dei dropshipper diretti, si affidano più frequentemente a degli intermediari, vale a dire delle piattaforme online che raccolgono entro di sé numerosi grossisti e si occupano di favorire l’incontro fra gli stessi dropshipper e i gestori di siti e-commerce.

Alcuni esempi di queste piattaforme sono Bazarissimo.com, Newcart.it, Dropship4u.it ma ce ne sono anche altre. In alternativa alle piattaforme di intermediazione, puoi anche rivolgerti direttamente a dei grossisti con merce in magazzino o perfino a dei produttori che lavorino in drop ship, ovviamente cercando fra quelli appartenenti alla tua categoria merceologica.

Per lavorare con loro dovrai probabilmente stringere degli accordi preventivi, che di solito non prevedono spese d’iscrizione, volumi minimi di acquisto od obblighi di rinnovo, ma che possono comportare un canone mensile od annuale per il noleggio del software necessario a visualizzare disponibilità e caratteristiche dei prodotti in catalogo.

Come funziona esattamente il Dropshipping

Curioso di vedere da vicino come funziona il dropshipping? Mettiamo allora a confronto il processo di acquisto di un sito dotato di merce a magazzino e fornitori tradizionali, con uno che invece si avvale di un fornitore in dropshipping.

Allora, nel primo caso (eCommerce tradizionale) ra procedura è la seguente:

  1. Il gestore del sito e-commerce acquista dai propri fornitori i prodotti che desidera mettere in vendita sul proprio e-shop;
  2. Una volta acquistati i prodotti vengono inseriti in magazzino e memorizzati entro il gestionale che regola gli stock di magazzino;
  3. Ogni volta che un cliente effettua un ordine, l’azienda lo registra e, compatibilmente con le disponibilità di magazzino, si prepara per la spedizione effettuando l’imballo e gestendo la consegna al corriere di riferimento;
  4. Il cliente riceve i prodotti che ha ordinato e la merce viene scalata dall’inventario.

Nel caso invece di un sito in dropshipping , il processo di acquisto è più simile a questo:

  1. Un cliente effettua un ordine sul sito;
  2. Il sito passa le informazioni di ordine al suo partner drop shipper, che ha tutti i prodotti nel suo magazzino;
  3. Il fornitore a questo punto organizza la spedizione e invia i prodotti direttamente al cliente finale;
  4. Il cliente riceve i prodotti che ha ordinato senza necessità, per il venditore, di aggiornare costantemente il proprio inventario. Semplice no?

Quali sono i vantaggi del Dropshipping

Il vantaggio principale del drop ship è che libera il tuo business dallo spreco di tempo e denaro legato alla logistica, quindi all’archiviazione, all’imballaggio, alla movimentazione e alla spedizione dei prodotti.

Tuttavia questo non è l’unico aspetto positivo della vendita in dropshipping: se vuoi scoprire quali sono gli altri continua a leggere.

Consente di risparmiare

Utilizzando un drop skipper sarai in grado di ridurre molti costi variabili legati al tuo business come ad esempio quelli di spedizione, senza contate che visto che i prodotti viaggeranno di fatto una volta sola ridurrai anche possibili perdite dovute a danneggiamenti durante il trasporto.

Minimizza il rischio di giacenze

A meno che tu non possieda la palla di vetro è impossibile prevedere al 100% le tendenze di acquisto del tuo target, quindi è facile stagione dopo stagione che alcuni prodotti in archivio restino invenduti. Col dropshipping non si corre il rischio di incappare in scorte in eccesso o sotto-ordinazioni in quanto la merce rimane fisicamente nel magazzino del fornitore e ti viene fatturata da questi solo al momento in cui un cliente ha fatto un ordine.

Aumenta la varietà di inventario

Il dropshipping può effettivamente aumentare la varietà dei prodotti in vendita sul tuo sito in quanto non sarai più costretto a tenere conto di alcuni aspetti del prodotto, come ad esempio le dimensioni o la deperibilità, e potrai anche mettere in catalogo, oltre alla merce più popolare, anche articoli di nicchia riservati ad un target specifico.

Permette di localizzare il tuo business ovunque tu voglia

Avresti mai pensato di poter realizzare un e-commerce entro le pareti di casa utilizzando solamente il tuo computer? Con il dropshipping infatti non ti serve molto spazio in quanto non hai bisogno di alcun magazzino, tutto quello che ti serve veramente sono un pc, un sito web dotato di carrello e una buona connessione internet.

Come trovare il giusto partner Dropshipper

Probabilmente dopo aver letto tutti i vantaggi che comporta, anche tu starai pensando seriamente a questa opportunità e di avvalerti di un fornitore in droshipping ma non sai da dove cominciare per trovarne uno.

Per fortuna, se hai intenzione di occuparti di commercio elettronico, di sicuro avrai a disposizione quello che è allo stato attuale uno dei migliori alleati per attivare una formula di vendita in drop ship, vale a dire Internet. I canali possibili non sono uno ma tre, e te li spiego subito.

Utilizzare i motori di ricerca

Se come la maggior parte delle persone al giorno d’oggi utilizzi Google o altri motori di ricerca per trovare tutto quello che ti serve per il tuo lavoro o la tua vita privata, è probabile che tu abbia già pensato a inserire la parola “dropshipping italia” o “dropshipper italiani” per individuare il fornitore giusto per te senza avere nessun costo aggiunto.

Ti avverto però che la ricerca potrebbe richiedere più tempo del previsto, in quanto i dropshipper nostrani sono scarsamente indicizzati su Google e quindi non facili da individuare su internet come ad esempio avviene per altre categorie; per ottimizzare la tua ricerca, prova a andare oltre le prime pagine e ad usare termini di ricerca alternativi come  “distributori” o “rivenditori in drop shopping italia”.

Utilizzare delle web directory

Dato che, soprattutto se sei alle prime armi, potrebbe essere difficile stabilire un contatto diretto con un unico fornitore in droshipping, potresti valutare l’opportunità di affidarti ad una web directory, vale a dire un sito che fornisce ampie liste di fornitori di dropshipper organizzati per categorie e sottocategorie, in cambio però del pagamento di un canone e altri costi aggiuntivi (ad esempio quello per l’acquisto del software).

Questa strada che sembrerebbe la più facile, si rivela talvolta quella più rischiosa perché le web directory possono contenere link a fornitori in dropshipping poco affidabili o che non corrispondono esattamente a quelli migliori esistenti sul mercato. Anche in questo caso, puoi utilizzare Google per trovare diverse directory utili.

Fare ricorso ad una piattaforma di intermediazione

Come ho scritto sopra esistono dei siti web che somigliano molto alle web directory ma forniscono anche servizi di dropshipping aggiuntivi (come la spedizione) per usufruire dei quali dovrai poi sborsare cifre molto più onerose delle precedenti; i vantaggi di queste piattaforme di intermediazione sono piuttosto evidenti, in quanto non ti costringono a dover sudare sette camice per trovare il tuo fornitore ideale, ma ti forniscono loro stessi la soluzione entro un vasto elenco di dropshipper convenienti ed affidabili. Contro: costo più elevato.

Consigli pratici per individuare il Dropshipper adatto

Se il tuo obiettivo è quello di trovare da solo il tuo partner in dropshipping, beh allora è il caso che tu sia molto attento a trovare un interlocutore sicuro ed affidabile e che le sue caratteristiche si adattino alle tue specifiche esigenze aziendali.

Ecco dunque qualche dritta per individuare il tuo dropshipper ideale per non incorrere in spiacevoli sorprese.

La prima cosa da fare, una volta selezionato un fornitore che possa interessarti, è raccogliere informazioni su di lui: anche in questo caso Internet si rivela un ottimo strumento, soprattutto se attingerai le notizie dai forum, dai blog e dai profili social di altre aziende che hanno lavorato con questo dropshipper in precedenza. Altri fattori da considerare sono:

  • Da quanto tempo questo fornitore si occupa di vendita in dropshipping ( i fornitori più vetusti infatti sono di solito più organizzati ed affidabili di quelli che  si dedicano da poco a questa forma di commercio);
  • Con quali corrieri lavora e se si tratta di società affidabili;
  • Se tale fornitore i occupa o meno di vendita internazionale (anche se infatti all’inizio potresti non essere interessato ad espandere il tuo commercio fuori confine, in seguito potresti avere la voglia di farlo);
  • Con quali aziende ha lavorato o lavora abitualmente (se si tratta ad esempio di società più piccole della vostra, potresti rischiare di non avere un ottimo servizio, se invece sono società più grandi, potresti sentirti trascurato).

Ci sono poi tutta un’altra serie di aspetti pratici da valutare prima di stabilire una qualunque partnership con un fornitore di dropshipping: forse alcuni ti sembreranno al momento poco utili ma ti assicuro per il successo della tua attività alla fine potrebbero rivelarsi più importanti dei precedenti!

Per scegliere il tuo partner ideale valuta sempre che:

  • Il dropshipper con cui lavori ti offra l’opportunità di personalizzare le etichette e gli imballi di spedizione in modo che i prodotti recapitati a casa dei clienti abbiano il marchio del tuo negozio online;
  • Esso ti permetta anche di monitorare le consegne in modo da poter includere eventualmente nell’imballo codici promozionali o numeri di telefono del servizio clienti in caso di slittamenti;
  • Sia previsto l’invio di una mail di notifica ai clienti non appena l’ordine va in consegna in quanto sarà una cosa in meno che dovrai fare tu migliorando così la qualità del servizio;
  • La politica di reso adottata dal tuo fornitore non sia troppo onerosa né per te né per i tuoi clienti;
  • Il contratto di collaborazione non preveda quote di partecipazione o costi aggiuntivi che potrebbero far aumentare il costo complessivo della vostra partnership;
  • Il fornitore che hai scelto accetti opzioni di pagamento piuttosto flessibili e in linea con le esigenze della tua azienda, anche in presenza di grossi volumi di ordine.

Come avrai ben compreso, il tuo business online ha molto da guadagnare da una partnership con un dropshipper, a patto di scegliere quello giusto. Con un po’ di pazienza e soprattutto di esperienza, è possibile utilizzare il drop shipping come un valido strumento per costruire un’attività di successo.

Lo sai che molti dei venditori da cui hai magari già acquistato su eBay o su Amazon in realtà non immagazzinano la merce ma si avvalgono di un sistema di dropshipping?

Se vuoi chiudere il cerchio, prepara un Business Plan, quindi leggi questa guida in cui spiego passo passo come avviare una nuova attività di vendita online.

LEGGI ANCHE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here