Obbligazioni: Come Funzionano e Come Scegliere l’Investimento in Bond

Obbligazioni Ordinarie e Subordinate

Quando parliamo di obbligazioni (potremmo incontrarle anche con il nome inglese, bond), ci riferiamo a titoli di debito che vengono emessi da società private, da enti pubblici e anche da stati sovrani. Anche gli organismi di governo e rappresentanza intermedi (pensiamo agli stati americani, oppure ai lander tedeschi ma anche alle nostre regioni) possono emettere obbligazioni per sostenere spesa pubblica, obbligazioni che non sono in alcun modo legate a quelle dell’autorità statale federale o centrale.

Le obbligazioni funzionano tipicamente seguendo due canovacci:

  • nel primo caso chi detiene un titolo obbligazionario si vedrà rimborsare alla scadenza dello stesso sia il capitale, sia gli interessi maturati;
  • nel secondo caso invece gli interessi saranno corrisposti nel durante del rapporto, a scadenza regolare, e il capitale sarà invece restituito al termine del contratto.

Si tratta di una delle forme di investimento più gettonate dai risparmiatori, in quanto (anche se questo come vedremo più avanti dipende dall’emittente)i bond tendono ad essere a basso rischio e non sono soggetti alle fluttuazioni tipiche degli altri strumenti finanziari, come le azioni o i contratti derivati e futures.

Il mondo delle obbligazioni, nonostante veda la partecipazione di enti, organizzazioni e società molto diverse tra loro, negli anni si è relativamente uniformato ed ha reso le tipologie di contratto omogenee: sono poche ed identificabili facilmente e questo ci aiuta permettendoci di andare a scegliere in pochi minuti lo strumento che fa al caso nostro.

Vediamo quindi tutto ciò che c’è da sapere!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here