Cosa vedere a Firenze Tour

Se ti stai chiedendo “cosa vedere a Firenze” quest’articolo fa proprio per te.

Firenze è senza dubbio una delle città italiane più amate dagli stranieri che non dimenticano mai di includerla nel loro itinerario quando vengono in vacanza nel nostro paese. E un motivo ci sarà: incastonata come un gioiello all’interno delle lussureggianti colline toscane, Firenze condensa dentro di sé un gran numero di chiese, monumenti, palazzi e opere d’arte riconosciute in tutto il mondo come capolavori dell’umanità.

Ma le cose da vedere a Firenze, luoghi di interesse, intrattenimento e cultura, non si esauriscono qua: la città è anche ricca di parchi, musei e spazi di incontro quali piazze e mercatini che ogni anno attraggono milioni di turisti.

Allora, visto che è nostra intenzione fornirti non una replica di ciò che puoi trovare su una qualunque guida turistica, ma delle informazioni davvero utili su cosa fare a Firenze (compresi degli insider tips che difficilmente potrai trovare altrove) abbiamo pensato di selezionare per te i 50 luoghi che non devi assolutamente perdere durante un soggiorno in questa città.

Se sei curioso di sapere cosa vedere a Firenze non ti resta quindi che metterti comodo e continuare a leggere.

1. Ponte Vecchio

Ponte vecchio FirenzeIniziamo il nostro articolo su cosa vedere a Firenze da quello che forse è il simbolo della città stessa nel resto del mondo, vale a dire Ponte Vecchio. Non puoi assolutamente visitare Firenze senza vedere quello che è il più antico ponte della città. Perfino i tedeschi ne ebbero rispetto tanto che durante la seconda guerra mondiale distrussero tutte le vie di accesso lungo il fiume Arno lasciando in piedi solo questa.

Milioni di visitatori vengono qui ogni anno a scattare foto dai due parapetti centrali, sormontati entrambi da tre arcate, all’interno di cui si trova il Corridoio Vasariano, camminamento costruito nel 1565 dal Vasari per collegare Palazzo Pitti alla Galleria degli Uffizi.

Se ti trovi a Firenze con la tua ragazza, potresti approfittare per farle una sorpresa ed acquistarle un anello di fidanzamento in una delle tante prestigiose botteghe di orafo presenti ai due lati di Ponte Vecchio, proprio come hanno fatto tante celebrità. Tranquillo, però, se il tuo portafoglio non lo consente, sarà altrettanto emozionante vedere insieme un bel tramonto sull’Arno.

2. Palazzo Pitti

Palazzo-Pitti-FirenzeA due passi da Ponte Vecchio, dall’altro lato dell’Arno rispetto a Piazza della Signoria, si trova Palazzo Pitti, che è stata residenza di principi e granduchi, dai Medici ai Lorena  e Savoia.

Oggi esso ospita una Galleria in cui sono custodite opere di Raffaello, Michelangelo e Tiziano e altri musei specialistici, come il Museo degli argenti, quello delle porcellane e la Galleria del Costume, il più importante museo italiano dedicato al gusto e allo stile made in Italy.

Per questo motivo Pitti è anche il nome di una serie di eventi legati alla moda, come ad esempio Pitti Immagine Uomo e Pitti Immagine Bimbo, che si tengono ogni anno nel capoluogo toscano, anche se da qualche anno ormai la location principale di questi è rappresentata dal polo fieristico della Fortezza da Basso che si trova dall’altro lato della città.

3. Giardino di Boboli

Giardino Boboli FirenzeAlle spalle di Palazzo Pitti, si erge il rigoglioso Giardino di Boboli, magnifico esempio di giardino all’italiana che oltre alle numerose specie di alberi e piante ha al suo interno numerose sculture marmoree appartenenti a varie epoche storiche, scalinate e fontane in pietra e alcune strutture architettoniche molto particolari come la Grotta del Buontanlenti, l’anfiteatro con al centro un caratteristico obelisco egiziano risalente al 1500 A.C. e  la limonaia del Granduca Leopoldo di Toscana.

Posto nel cuore di Firenze,  il Giardino di Boboli con i suoi oltre 45.000 mq di estensione si rivela davvero un polmone verde per la città, oltre che uno spazio per ospitare durante il periodo estivo spettacoli e concerti di musica classica davvero molto suggestivi.

4. Piazza della Signoria

Piazza della Signoria FirenzeChiedersi a Firenze cosa vedere di sicuro non può non includere anche una sosta a Piazza della Signoria, dove ancora oggi ha sede il palazzo che ospita il potere politico della città, vale a dire il trecentesco Palazzo Vecchio,  con la svettante torre alta 85 metri realizzata anch’essa come tutto il resto dell’edificio dall’architetto Arnolfo Di Cambio.

A destra di Palazzo Vecchio, a due passi dalla Galleria degli Uffizi, si trova poi la Loggia della Signoria, o Loggia dei Lanzi, che ospita alcune statue di marmo e il celebre bronzo di Cellini raffigurante il Perseo con in mano la testa di Medusa.

Pur trattandosi di un luogo che non ha nulla a che vedere con il sacro, in quanto ospita solamente palazzi pubblici e numerose attività commerciali quali caffè e ristoranti, Piazza della Signoria è davvero un luogo magico in cui ti aspetti di vedere arrivare all’improvviso qualche gran principe in carrozza con la sua dama.

5. Fontana del Nettuno

Fontana del Nettuno FirenzeSempre in Piazza della Signoria, a sinistra di Palazzo Vecchio, si trova la Fontana del Nettuno, detta anche del Biancone, che risale al 1500, quando Cosimo I De’Medici indisse un concorso per realizzare la prima fontana pubblica della città.

Risposero all’appello i più importanti scultori fiorentini dell’epoca, da Benvenuto Cellini, a Baccio Bandinelli, Bartolomeo Ammannati e il Giambologna.

Il prescelto fu il progetto dell’Ammanati, il quale poi si fece aiutare anche dal Bandinelli: il risultato è una fontana monumentale con un Nettuno marmoreo con le sembianze di Cosimo Il Vecchio, in riferimento ai risultati gloriosi riportati in quel periodo in campo marittimo da Firenze.

6. Galleria degli Uffizi

Galleria-degli-Uffizi-FirenzeVenire in vacanza a Firenze e non visitare la Galleria degli Uffizi sarebbe un po’ come andare a Parigi e non visitare il Louvre. Essa infatti ospita alcuni dei più grandi capolavori dell’umanità, per citarne solo alcuni basta dire la “Primavera” di Botticelli, “L’adorazione dei Magi” di Leonardo e il “Tondo Doni” di Michelangelo.

Per evitare di dover affrontare la lunga fila che in ogni mese dell’anno si forma al botteghino, ti consigliamo di acquistare il biglietto di ingresso alle sale espositive tramite il sito internet del Polo Museale Fiorentino  di cui riportiamo il link: http://www.b-ticket.com/b-ticket/uffizi/info_venue.aspx.

7. Cattedrale di Santa Maria del Fiore

Cattedrale-Santa-Maria-del-Fiore-FirenzeIl Duomo di Firenze è la Basilica di Santa Maria del Fiore che si erge nella piazza omonima.

Questa chiesa colpisce non solo per le sue dimensioni (è la terza chiesa per grandezza al mondo) ma anche per la straordinaria complessità della struttura e la varietà dei materiali utilizzati.

Marmi di diverso colore si alternano infatti sulla facciata e sulle due fiancate laterali, mentre sui tre portali frontali e sui vari rosoni fanno bella mostra di sé numerosissime decorazioni.

Ma l’elemento che domina tutta la piazza è certamente l’imponente cupola dalla caratteristica forma ogivale realizzata dal Brunelleschi nella prima metà del 1400: staresti ore a guardare la sua forma perfetta svettare verso l’alto proprio come l’adiacente Campanile, altro capolavoro annesso alla struttura progettato e realizzato invece da Giotto.

8. Campanile di Giotto

campanile-di-giotto firenzeL’abbiamo appena citato, ma secondo noi merita una menzione a parte: stiamo parlando del Campanile di Giotto, svettante torre campanaria che completa la struttura perfetta della Basilica di Santa Maria del Fiore Cattedrale di Firenze.

Oltre ad ammirare questa bellissima struttura dal basso, è anche possibile salirci sopra previo pagamento di un biglietto: di sicuro non te ne pentirai dato che dall’alto dei suoi 85 metri potrai contemplare un panorama spettacolare che abbraccia tutta la città.

9. Battistero di San Giovanni

Battistero di San Giovanni FirenzeDalla caratteristica forma ottagonale, il Battistero di San Giovanni si trova in piazza Duomo, proprio davanti la facciata di accesso alla Cattedrale.

La sua origine viene fatta risalire da alcuni storici dell’arte al periodo romano, altri in epoca paleocristiana ma la questione è ancora controversa.

Quello che molti però non sanno è che le decorazioni presenti all’interno, raffiguranti le vite di Maria, Giuseppe, Gesù e alcuni Santi, seguono un preciso ordine geometrico che sarebbe noioso descrivere adesso ma di sicuro possono appassionare una persona che si interessa di questi argomenti.

10. Museo dell’Opera del Duomo

museo-dell-opera-del-duomo Firenzell Museo dell’Opera del Duomo si trova in un palazzo antichissimo affacciato sulla piazza che ospita la Basilica di Santa Maria del Fiore, Cattedrale di Firenze, il Battistero e la Torre Campanaria.

E’ amato da tutti coloro che seguono l’arte in quanto contiene una vasta collezione di statue rinascimentali, fra cui la “Pietà Bandini” di Michelangelo e moltissimi capolavori di Donatello.

Una notizia curiosa sul fabbricato che ospita il Museo, è che Michelangelo venne proprio qui a scolpire il David utilizzando un blocco di marmo avanzato dalla costruzione della chiesa.

11. Galleria dell’Accademia

galleria-dell-accademia-firenze da vedereUn altro museo molto importante che rientra fra le cose da vedere a Firenze è la Galleria dell’Accademia, che si trova in una via poco distante dal Duomo.

Non ci metterai un secondo ad includerlo nell’itinerario della tua escursione a Firenze appena saprai che ospita forse la statua marmorea più conosciuta al mondo (e probabilmente anche quella più utilizzata nelle immagini iconografiche), vale a dire il Davide di Michelangelo.

Dopo gli Uffizi la Galleria dell’Accademia è il secondo complesso museale più visitato d’Italia, e vedendo la qualità e la quantità delle opere conservate (Michelangelo, Botticelli, Lippi, Bronzino, Ghirlandaio sono solo alcuni degli artisti presenti) si capisce anche il perché.

12. David di Michelangelo

david-di-michelangelo FirenzeTutte le scolaresche che vengono a visitare Firenze hanno di solito come tappa fissa la contemplazione delle più celebre opera di Michelangelo, vale a dire il David, statua raffigurante l’eroe biblico scolpita dal Buonarroti all’inizio del 1500.

Esso, infatti, non è solo un capolavoro incontrastato per perfezione delle forme e finezza dei particolari (molti storici dell’arte ritengono che sia l’opera più bella che sia mai stata creata dall’uomo), ma  è probabilmente il vero simbolo di Firenze e della Italia stessa nel mondo.

13. Basilica di Santa Croce

Basilica di Santa Croce FirenzeChiunque visiti Firenze e abbia studiato l’opera “Dei Sepolcri” di Ugo Foscolo non può non nutrire il desiderio di vedere quello che il sommo poeta ha definito come tempio in cui sono accolte le “italie glorie” , vale a dire la Basilica di Santa Croce, chiesa monumentale eretta dall’ordine francescano per celebrare la grandezza della città.

In essa sono conservati i resti di numerosi artisti, letterati e scienziati del 1400, fra cui lo stesso Foscolo e Galileo Galilei.

Quello che probabilmente a noi piace di più di questa chiesa, al di là del suo aspetto monumentale e solenne, sono i meravigliosi affreschi di Giotto che ritraggono la vita di San Francesco e San Giovanni Battista, conservati nelle due cappelle a destra dell’abside.

14. Cappella dei Pazzi

cappella-dei-pazzi-firenze da vedereIn uno dei chiostri annessi alla Basilica di Santa Croce si trova incastonato un altro capolavoro dell’architettura rinascimentale, vale a dire la Cappella dei Pazzi, attribuita a Brunelleschi, commissionata da Andrea De’Pazzi e intitolata a Sant’Andrea.

Una delle caratteristiche di questa chiesa, rara in epoca rinascimentale, è l’uso di una pianta centrale, che si richiama alla forme di una croce greca, che si contrappone al modello approvato dalla Controriforma basato invece sulla pianta a croce latina.

15. Piazzale Michelangelo

piazzale-michelangelo FirenzeUno dei posti da visitare in Toscana, anche magari in occasione di una fugace visita alla città di Firenze,  è senza dubbio Piazzale Michelangelo, posto nella parte alta della città e da cui si ammira un panorama da brivido su tutto il Capoluogo toscano.

Venendo qui con un unico colpo d’occhio potrai abbracciare tutti i palazzi e le chiese principali, fra cui spiccano la meravigliosa cupola del Duomo e la torre di Palazzo Vecchio, e potrai rimanere assorto per ore a guardare lo scorrere placido dell’Arno sotto i ponti principali oppure il verde brillante delle colline di Fiesole che si trovano esattamente sul lato opposto.

16. Museo Nazionale del Bargello

Museo Nazionale del BargelloIn una via che si trova alle spalle di Piazza Signoria si trova un Palazzo ricavato dall’annessione di alcune case torri del 1200 e successivamente ampliato, detto del Popolo o del Bargello.

In questo spazio così suggestivo sono conservate alcune delle statue dei maggiori scultori del passato, da Michelangelo al Cellini: si tratta del Museo Nazionale del Bargello, che anche se è meno conosciuto rispetto agli altri musei della città fra cui la Galleria degli Uffici e quella dell’Accademia, merita comunque una visita per l’alto valore delle opere conservate.

17. Basilica di San Lorenzo

Basilica di San Lorenzo FirenzeLa Basilica di San Lorenzo è la chiesa più antica della città di Firenze, e come tale forse quella più amata dagli stessi fiorentini.

La particolarità di questa chiesa è quella di essere stata costruita due volte:  la prima nel 1059 per volere dei medici sui resti di un’antica basilica paleocristiana eretta nel 393 per volere di S. Ambrogio in onore del martire Lorenzo.

La seconda, nella seconda metà del 1400, su progetto di Brunelleschi, il quale però a mantenuto fede allo stile romanico precedente, pur  rileggendo il tutto in modo meno mistico ma più rinascimentale e classico.

Da questa chiesa si accede anche al complesso monumentale delle Cappelle Medicee.

18. Mercato di San Lorenzo

Mercato di San Lorenzo FirenzeAttorno la Basilica di San Lorenzo sono assiepate durante le ore pomeridiane numerose bancarelle attorniate da un gran numero di turisti: è il Mercato o mercatino di San Lorenzo, in cui potrai certamente trovare numerosi gadget e souvenir da portare ad amici a parenti al tuo rientro.

Al centro, si trova anche un mercato centrale, un vero e proprio edificio occupato da negozi e botteghe dove gli abitanti del centro e dei quartieri limitrofi vengono abitualmente a fare la spesa alla ricerca di primizie e di occasioni.

19. Cappelle Medicee

cappelle-medicee FirenzeLe Cappelle Medicee sono un complesso monumentale da cui si accede dalla sagrestia della Chiesa di San Lorenzo.

La loro funzione è quella di celebrare la grandezza della famiglia dei Medici ed infatti al loro interno sono sepolti molti dei suoi esponenti più illustri.

All’interno delle stesse sono inoltre fruibili vari percorsi espositivi volti ad approfondire la conoscenza di alcune delle figure più enigmatiche, ma meno conosciute di questa gloriosa famiglia, come Giovanni De’Medici, figlio di Lorenzo, a cui è stata dedicata una mostra nel 2012, e Ferdinando I De’Medici, a cui invece è riservato uno spazio permanente all’interno del polo museale.

20. Basilica di Santa Maria Novella

Basilica di Santa Maria NovellaPoco distante da San Lorenzo, si trova un’altra chiesa molto importante per i fiorentini: è la Basilica di Santa Maria Novella,  punto di riferimento dell’ordine mendicante dei domenicani.

Ritenuta uno dei capolavori del Rinascimento Fiorentino, essa vede fra i suoi realizzatori il bravissimo Leon Battista Alberti, a cui si deve la facciata.

All’interno poi ci sono opere di una valore incommensurabile come la “Trinità” di Masaccio, il “Crocifisso” di Giotto e quello del Brunelleschi.

Annesso alla chiesa, nella parte riservata al convento, c’è anche un bellissimo chiostro detto il “Chiostro Verde” non solo per la presenza di alberi e piante, ma anche per la tecnica utilizzata dall’artista Paolo Uccello per affrescare le volte degli archi, detta “a terra verde”.

21. Abbazia di San Miniato a Monte

Abazia di San Miniato a MonteQuesta è una delle chiese che ci piacciono di più e che ti consigliamo di includere nel cosa visitare a Firenze: si tratta della Basilica di San Miniato a Monte, detta anche Abbazia, vero capolavoro di architettura romanica.

Essa è intitolata al primo martire della città, San Miniato, le cui ossa sono conservate nella cripta della chiesa.

La leggenda narra che egli fosse un principe armeno venuto in città intorno al 250 dove cadde vittima delle persecuzioni anticristiane dell’imperatore romano Decio: decapitato, si racconta che camminò oltre l’Arno con la sua testa in mano per raggiungere il luogo esatto dove è stata eretta la chiesa.

22. Basilica di San Marco

basilica-di-san-marco FirenzeNota per aver ospitato al suo interno Fra Girolamo Savonarola, arso vivo in Piazza della Signoria con l’accusa di eresia, e in tempi più recenti anche il sindaco e esponente dell’ordine domenicano Giorgio La Pira, i cui resti sono infatti conservati dentro la chiesa.

La Basilica di San Marco  è una dei luoghi di culto più amati dalla città dove esiste ancora un convento che ospita una comunità di frati domenicani.

23. Basilica di Santo Spirito

basilica-santo-spirito-firenze da vedereAllontanandosi un po’ dal centro, esattamente nel quartiere Oltrarno, c’è la Chiesa o Basilica di Santo Spirito, fondata dall’ordine agostiniano e sede di un loro prestigiosissimo convento.

Il nucleo originario dell’edificio venne distrutto da un incendio sul finire del 1300 e la sua ricostruzione fu portata a termine quasi mezzo secolo dopo da Brunelleschi.

Si narra che qui trovò riparo un giovanissimo Michelangelo, il quale approfittò della complicità del priore per dedicarsi allo studio del corpo umano esaminando cadaveri trafugati dall’ospedale dello stesso convento. Il suo passaggio è contrassegnato da un crocifisso ligneo che ancora sta affisso nella sagrestia.

La piazza omonima su cui si erge la Chiesa in estate è luogo di ritrovo per molti giovani, grazie anche alla presenza di numerosi locali.

24. Chiesa di San Frediano

basilica san-frediano-firenzeUn’altra bella chiesa che si trova nella zona di Oltrarno è San Frediano, detta anche Chiesa di San Frediano del Cestello, dal nome della piazza su cui si trova.

La struttura ha uno stile neoclassico, caratterizzata da una pianta a forma di croce latina.

Essa ha ospitato in passato vari ordini religiosi, dai carmelitani ai cistercensi, e nell’Ottocento è stata a lungo sede del Seminario Arcivescovile.

La Chiesa poi ha dato anche il nome al borgo in cui è collocata, dove lo scrittore Vasco Pratolini ha ambientato uno dei suoi più famosi romanzi, “Le ragazze di San Frediano”.

25. Palazzo Medici Riccardi

palazzo-medici-riccardi FirenzeIn una dette vie più importanti della città, Via Cavour, che collega la Piazza del Duomo al Piazzale San Marco, sede dell’omonima chiesa, si trova uno dei palazzi del potere più prestigiosi, vale a dire Palazzo Medici Riccardi, residenza di Cosimo I De’Medici e oggi sede del Consiglio Metropolitano (ex amministrazione provinciale).

Alla sua realizzazione hanno lavorato architetti del calibro di Brunelleschi e Michelozzo, e il risultato è un palazzo imponente, dalla forma di un cubo quasi perfetto, ma al tempo stesso perfettamente calato nella realtà urbana del tempo.

Da vedere il cortile neoclassico, abbellito da decorazioni, colonne e capitelli compositi, e la Cappella dei Magi in cui l’artista Benozzo Gozzoli  ritrae in chiave allegorica sotto forma di affreschi la vita di alcuni esponenti illustri della famiglia De’Medici.

26. Basilica di Santa Maria del Carmine

santa-maria-del-carmine firenze
Firenze come la gran parte delle città del nostro paese contiene davvero moltissime chiese, spesso molto diverse tra loro ma tutte uniche e particolari. E’ il caso della Basilica di Santa Maria del Carmine, detta anche Chiesa del Carmine, ospitata nell’omonima piazza nel quartiere Oltrarno.

La struttura molto semplice (è infatti una delle poche chiese di Firenze a navata unica) si combina però con particolari molto preziosi, come il chiostro in pietra serena adiacente al convento e le numerose cappelle affrescate che si trovano nei due transetti, fra cui la famossa Cappella Brancacci opera di Masaccio.

27. Cappella Brancacci

cappella-brancacci FirenzeA conferma di come il capoluogo toscano sia un luogo assolutamente da non perdere soprattutto per chi ama l’arte, ecco un’altra cosa da vedere a Firenze: la Cappella Brancacci, dentro la Chiesa del Carmine, in cui è conservato un magnifico esempio di affresco rinascimentale, realizzato per mano di Masaccio e Masolino da Panicale.

I dipinti narrano la storia della vita di San Pietro, protettore della famiglia Brancacci, committente dell’opera.

28. Piazza della Repubblica

piazza-della-repubblica-firenze3 da vedereUno dei salotti della città è Piazza della Repubblica, a metà strada fra Ponte Vecchio e Piazza Duomo, su cui si affacciano numeroso bar e caffè storici, come le Giubbe Rosse.

Anche se l’intera zona ha origini molto antiche (qui infatti era collocato il foro e la gran parte delle strade limitrofi ha nomi che riconducono all’epoca romana), la piazza assunse la forma attuale con le opere di risanamento attuate quando Firenze divenne Capitale d’Italia fra il 1865 e il 1871.

29. Via dei Calzaiuoli

via-calzaiuoli-firenzeSe dal Duomo di Firenze vuoi raggiungere Piazza Signoria, il percorso più breve è rappresentato da Via dei Calzaiuoli, una delle strade più eleganti e rinomate di Firenze per via dei numerosi negozi e locali alla moda.

Uno dei vantaggi è che questa zona , come Piazza della Repubblica e Piazza Signoria del resto, è interdetta al traffico delle auto, dunque potrai passeggiare tranquillamente guardando le vetrine da una parte e dall’altra.

Alzando leggermente lo sguardo sopra le insegne dei negozi noterai anche numerose targhe che ricordano personaggi famosi o eventi particolari della storia della città legati a questa via.

30. Chiesa di Orsanmichele

orsanmichele FirenzeProprio su Via dei Calzaiuoli puoi ammirare una struttura molto particolare, nata in origine per ospitare il mercato delle granaglie, e in seguito adibita a  chiesa delle Arti, o Corporazioni degli Antichi Mestieri: è la Chiesa di Orsanmichele, la cui facciata è abbellita da trifore, rosoni e statue marmoree.

All’interno dei rosoni o tondi sono inseriti i simboli delle varie Arti, da quella dei Setaioli, a quella dei Medici, Beccai, Falegnami e così via.

31. Giardino e Villa monumentale Bardini

giardini-villa-bardini-firenze da vederePoco distante da Boboli, si trova un altro bel parco pubblico, composto da ben 4 ettari di bosco, numerose tipologie di piante e decorazioni (circa 200 tra statue, vasi e altri elementi architettonici come fontane e lapidi): si tratta del Giardino Bardini, annesso all’omonima villa di origine mediaevale, definito anche “Giardino dei tre giardini” in quanto è composto al suo interno da tre anime quali il bosco all’inglese, la scalinata barocca e il parco agricolo.

32. Palazzo Strozzi

palazzo-strozzi-firenze luoghi di interesseUno dei più bei palazzi rinascimentali fiorentini e dunque uno dei posti assolutamente da vedere in Toscana  è Palazzo Strozzi, ubicato fra via Strozzi, Piazza Strozzi e via Tornabuoni, costruito in omaggio alla famiglia rivale per antonomasia dei Medici, vale a dire gli Strozzi.

Molte fonti raccontano che per costruire questo edificio la famiglia Strozzi dilapidò tutte le sue fortune, ma il risultato oggi è sotto gli occhi di tutti: la facciata, l’interno e il cortile sono un esempio perfetto di architettura del nostro Rinascimento.

Presso l’edificio hanno sede alcune associazioni e fondazioni importanti, come il Gabinetto Letterario Vieusseux, a cui appartenne anche Stendhal, e vengono periodicamente organizzate mostre e convegni.

33. Ponte Santa Trinità

ponte-santa-trinita-firenzeFirenze come molte altre città italiane si snoda lungo il percorso di un fiume, l’Arno, dunque un elemento architettonico ricorrente sono i ponti. Quello che dopo Ponte Vecchio si merita il primato in fatto di eleganza è il Ponte Santa Trinita, costruito nel 1252 col contributo della famiglia Frescobaldi, per collegare Piazza Santa Trinita a Piazza de’ Frescobaldi.

La versione in cui lo si vede oggi vede l’intervento ancora una volta della famiglia De’Medici e dell’architetto Ammannati: essendo crollato sotto la forza della piena, venne infatti integralmente ricostruito, molto più forte e bello di prima, nella seconda metà del 1500.

34. Forte Belvedere

forte-belvedere-firenze da visitareIl Forte Belvedere è il secondo baluardo di difesa della città e si erge al di sopra della collina di Boboli.

Trattandosi di una struttura di difesa militare non possiede certo il fasto e lo splendore delle costruzioni religiose e civili conservate in città, tuttavia è interessante venirlo a visitare per via dell’ottimo panorama.

Per poterlo fare però dovrai avere la fortuna di visitare Firenze in un periodo in cui il Forte ospita qualche mostra ufficiale: dal 2008, infatti, a seguito di alcuni incidenti molto gravi, esso è chiuso al pubblico, anche se viene riaperto in concomitanza di eventi particolari promossi all’interno dei suoi spazi.

35. Chiesa di Ognissanti

chiesa-ognissanti FirenzeLa Chiesa di San Salvatore di Ognissanti, che si trova nella Piazza omonima, ha una storia molto particolare che pochi sanno: ad essa si deve il nome della città di San Salvador e “Bahia de Todos os Santos” in Brasile.

Vuoi sapere perché? La chiesa era stata finanziata col denaro della famiglia Vespucci, e quando il comandante Amerigo, raggiungendo le coste del Brasile, guardando il calendario, si rese conto di essere nella giorno di Ognissanti, si ricordò di questo particolare e volle dare il nome della chiesa di famiglia alle terre del nuovo mondo che stava esplorando.

36. Loggia del Mercato Nuovo

oggia-del-mercato-nuovo-firenze luoghi da visitareDal sacro al profano: a Firenze ci sono due mercati, il mercato vecchio, vicino Piazza della Repubblica, e il Mercato Nuovo, ubicato dentro una Loggia detta oltre anche Loggia del Porcellino per via di una statua in bronzo raffigurante in realtà un cinghiale posta in un punto adiacente.

Proprio come nel Mercato di San Lorenzo, anche qui si trovano bancarelle stracolme di oggetti tipici dell’artigianalità toscana.

37. Villa La Petraia

Villa la-petraia-firenzeI Medici a Firenze hanno lasciato il segno anche in zone diverse da quella centrale, come nel caso di Villa La Petraia che si trova in località Castello, una zona collinare poco distante.

Questa villa, chiamata anche Palagio, apparteneva in origine ai Brunelleschi, poi venne acquistata dagli Strozzi e infine fini nelle mani della famiglia fiorentina per antonomasia, i Medici.

Dal giardino della villa, dove si respira il profumo degli agrumi, si può ammirare uno splendido panorama sulla città, rimanendo al di fuori del trambusto cittadino. Se hai tempo, ti consigliamo di visitare anche gli interni della casa: arredi e decorazioni delle sale sono infatti un continuo alternarsi del gusto e dello stile signorile lungo un arco temporale che va dal 1500 al 1800.

38. Museo di Galileo

museo-galileo-firenze da visitareVicinissimo agli Uffizi, in una via secondaria lungo il fiume Arno, si trova un Palazzo di origini medievali, citato anche da Dante nella Divina Commedia, chiamato prima col nome di Castello di Altafronte o oggi Palazzo Castellani.

Esso ospita il Museo di Galileo in cui sono conservati ed esposti strumenti scientifici antichi utilizzati dai nostri studiosi del passato per misurare il tempo, lo spazio, il suono, i fenomeni naturali.

Conosciuto anche come Museo della Scienza e della Tecnica, esso ospita anche un laboratorio e una biblioteca con oltre 150.000 mila volumi dedicati a temi di carattere scientifico, di cui una buona parte provenienti da archivi molto antichi.

39. Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze

museo-storia-naturale-firenze da visitarell Museo di Storia Naturale dell’Università degli Studi di Firenze, meglio conosciuto con il nome di La Specola, è il più importante museo naturalistico italiano e occupa una posizione di rilievo anche sul piano internazionale per l’alto volume degli esemplari conservati (circa dieci milioni) e il gran numero di sezioni in cui è suddiviso.

Esso è infatti un punto riferimento per coloro che studiano Antropologia e Etnologia, Biomedica, Botanica, Chimica, Geologia e Paleontologia, Mineralogia e Litologia, Zoologia. Se anche tu sei fra questi, oppure nutri un interesse verso gli animali e la natura in genere, ti suggeriamo di andare a farci un giro.

40. Museo Stibbert

museo-stibber-firenzeEcco un altro museo adatto a chi ha gusti particolari: si tratta del Museo Stibbert, ubicato nell’omonima via in una zona decentrata, all’interno di una bella villa ottocentesca, la Villa Montughi.

Esso raccoglie armi e altri oggetti d’arte appartenenti al collezionista Frederick Stibbert, inglese di madre fiorentina. Innamorato di Firenze tanto da trasferirsi nel capoluogo toscano fino alla sua morte, nel suo testamento dispose che la sua villa con tutto quello che era presente all’interno dovesse essere donato alla città stessa a ricordo del suo nome.

41. Spedale degli Innocenti

spedale-degli-innocenti-firenzeUna bella costruzione che si trova poco distante da Piazza San Marco, esattamente nella Piazza della Santissima Annunziata, è lo Spedale degli Innocenti, destinata ad ospitare l’ospedale dei bambini abbandonati.

La storia di questo edificio, realizzato su progetto del Brunelleschi nella prima metà del 1400, è naturalmente tragica: era infatti rivolto a dare una risposta al problema dei bambini abbandonati o rimasti orfani per via delle guerre e carestie.

Si può considerare il primo orfanotrofio organizzato del mondo, oltre che capolavoro dell’architettura rinascimentale.

Quello che molti non sanno è che la struttura ospita ancora  numerosi servizi dedicati all’infanzia, fra cui asili nidi, case famiglia per bambini in affido e famiglie in difficoltà, ed è anche sede distaccata dell’Unicef nel nostro Paese.

42. Basilica della Santissima Annunziata

basilica-santissima-annunziata-firenzeNon può mancare a Firenze una chiesa intitolata alla Vergine: è la Basilica della Santissima Annunziata, principale santuario mariano della città e punto di riferimento per tutti i fedeli.

Una tradizione legata a questa chiesa che si trascina fino ai nostri giorni riguarda le giovani coppie fresche di nozze: si crede, infatti, che sia di buon auspicio per il loro matrimonio deporre un mazzo di fiori come omaggio alla Beata Vergine ai piedi dell’affresco dell’annunciazione che la leggenda narra cominciato da un monaco e finito di dipingere da un angelo sceso dal paradiso.

43. Biblioteca Laurenziana

libreria-laurenziana FirenzeA Firenze, capitale emerita della cultura, non poteva mancare un museo dedicato a libri e manoscritti: nella vicinanza di Piazza San Lorenzo sorge infatti la Biblioteca o Libreria Laurenziana, spazio architettonico progettato da Michelangelo Buonarroti, che ospita la più grande raccolta di manoscritti del mondo.

Al di là della pregevole struttura, come l’ampia scalinata e il vestibolo, questa Biblioteca rappresenta un punto di riferimento per tutti gli studiosi di testi antichi.

44. Chiesa di Santa Felicita

chiesa-santa-felicita-firenzeAncora volta ti chiediamo di spostarti nel quartiere Oltrarno per ammirare una piccola ma significativa costruzione religiosa: è la Chiesa di Santa Felicita, ubicata in Via de’Guicciardini a due passi da Ponte Vecchio.

Come riportano alcune lapidi conservate nella chiesa stessa, essa risale ad un epoca tardo romana, tanto che i resti di antiche tombe paleocristiane sono ancora rintracciabili sul suolo della chiesa attuale.

45. Giardini della Villa Medicea di Castello

villa-medicea FirenzeNei pressi di una altra Villa Medicea, quella di La Petraia, in zona Castello, si trova anche un’altra residenza della famiglia de’Medici: si tratta della Villa Reale, nota anche come L’Olmo o Il Vivaio.

Per tua sfortuna l’interno della villa è interdetto al pubblico in quanto è sede ufficiale di una delle Accademie più prestigiose di Italia, l’Accademia della Crusca. Ciò nonostante, potrai almeno visitare i meravigliosi giardini, gestiti invece dal Polo Museale di Firenze.

46. Tempio Israelitico o Sinagoga

sinagoga FirenzeFirenze ospita una folta comunità ebraica, cui si deve la realizzazione di una monumentale sinagoga nella zona prospiciente via Farini.

Questo tempio, visibile anche in lontananza per la caratteristica cupola di color verde rame, ospita anche un museo della storia ebraica e una sala della memoria dedicata alle vittime della Shoa.

47. Cimitero degli Inglesi

cimitero-inglese-firenzeA testimonianza della folta comunità inglese presente fin dal passato a Firenze, nella città esiste un bellissimo cimitero monumentale riservato alla sepoltura dei protestanti, ed infatti si trova fuori dalla mura urbane, in prossimità di Piazza Donatello.

Visitarlo è sicuramente un’esperienza piacevole, in quanto lì sono sepolte molte personalità illustri della storia e della letteratura britannica, come ad esempio la scrittrice Elizabeth Barrett Browning e gli ultimi discendenti di Shakespeare Beatrice ed Edward Claude Shakespeare.

48. Parco delle Cascine

parco-delle-cascine FirenzeI fiorentini doc non possono fare a meno di visitare almeno una volta ogni tanto il Parco delle Cascine, o più semplicemente Cascine, se non altro perché ospita un mercato settimanale in cui è possibile trovare praticamente di tutto e a prezzi davvero vantaggiosi.

Si trova sulla riva destra dell’Arco, poco lontano da Porta a Prato, ed è accessibile in modo totalmente gratuito sia a piedi che in bicicletta.

Al suo interno, oltre alle numerose installazioni architettoniche ed artistiche, si trova anche un due ippodromi, campi da tennis e calcetto e gli edifici che ospitano l’Istituto di Scuola Superiore e la Facoltà di Agraria.

49. Fortezza da Basso

fortezza-da-basso FirenzeSe ti stai chiedendo ancora cosa vedere a Firenze  ma sei un po’ stufo di monumenti, musei e chiese, puoi visitare la Fortezza da Basso, costruzione fortificata in epoca molto più recente, inserita all’interno del complesso murario trecentesco.

Oggi è sede di molti eventi espositivi, dal Pitti Immagine alla Fiera della Casa, oltre a numerose mostre e convegni per cui non ti sarà difficile imbatterti in qualche occasione speciale per poterla visitare anche all’interno.

50. Fiesole e le colline

fiesole-panorama FirenzeVolendo poi lasciare la città davvero alle spalle per prendere una boccata di aria buona nella zona collinare, non puoi assolutamente non visitare il piccolo ma suggestivo comune di Fiesole: dista solo 6 chilometri dal capoluogo toscano, ma da esso puoi godere di una vista insuperabile della città e delle colline limitrofe.

Adesso che hai letto l’elenco delle 50 cose assolutamente da vedere a Firenze, quasi certamente non starai più nella pelle di andarci.

Prima di salutarti e augurarti buon viaggio vogliamo darti però un’altra dritta: la città di Firenze ha moltissime aree pedonali e il centro è quasi completamente interdetto al traffico delle auto. Inoltre Firenze ha dimensioni tali che può essere comodamente girata a piedi o con la bici.

In tal caso il modo migliore per raggiungerla non è l’auto ma il treno: dalla sua Stazione Centrale arrivano e partono regolarmente treni ad alta velocità in direzione Milano o Napoli per cui non ti resta che prenotarne uno. Esiste anche un aeroporto, con voli da per e per Roma, Milano, Catania, e le principali capitali d’Europa.

Ultimo consiglio? I turisti che vengono ogni anno a visitare Firenze sono quasi 10 milioni, quindi non esiste un periodo dell’anno in cui la città non sia presa d’assalto: se davvero stai pensando di fare un viaggio nel Capoluogo Toscano per il prossimo ponte, ti suggeriamo di prenotare subito il tuo albergo.





LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here