Lisbona Cosa Vedere visitare

Se sei in procinto di partire per il Portogallo e ti stai chiedendo a Lisbona cosa vedere, sei capitato proprio nel posto giusto. In questo articolo ti parleremo infatti delle 50 cose che assolutamente non devi perdere visitando questa meravigliosa città.

Se questa è la tua prima volta in Portogallo, siamo sicuri che questa guida ti sarà davvero utile per individuare subito le cose da vedere a Lisbona: si tratta infatti di una delle capitali europee più ricche di fascino, ma dato che rimane un po’ al di fuori dalle mete di viaggio consuete, risulta a volte difficile individuare subito i luoghi e le attrazioni più belle da vedere.

Con il nostro aiuto invece non solo riuscirai a visitare Lisbona senza perdere nessuna delle cose più interessanti da vedere in Portogallo, ma scoprirai anche notizie e insider tips (consigli utili) sulla destinazione che si riveleranno davvero utili per godere al pieno del tuo viaggio.

Pronto allora per partire alla volta della capitale lusitana? Allora andiamo!

1. Torre di Belém

Torre di Belem Lisbona cosa vedereLungo la foce del fiume Tago si erge una splendida fortificazione in pietra calcarea, realizzata nella prima metà del 1500 per iniziativa di re Giovanni II allo scopo di difendere la città dagli attacchi esterni. Si tratta della Torre di Belém, detta anche Torre di San Vincenzo, composta da un bastione con quattro torri difensive, riconosciuta oggi come Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco.

2. Monastero dei Geronimini

Monastero dei Geronimi Lisbona Cosa VederePoco distante dalla Torre di Belém, all’interno dell’omonimo quartiere, si trova un altro luogo magico della città di Lisbona che è il Monastero dei Geronimini o Monastero dos Jeronimos . Questa biancheggiante struttura, riconosciuta anch’essa come Patrimonio dell’Unesco, venne fatta costruire da re Manuele I nel 1500 in onore del grande esploratore portoghese Vasco de Gama. All’interno del portale principale si trova infatti la tomba del celebre navigatore, mentre nel bellissimo chiostro in stile manuelino riposano le spoglie dello scrittore e poeta Fernando Pessoa.

3. Monumento alle Scoperte

Monumento alle scoperte Lisbona Cosa vedereProprio di fronte al Monastero dos Jeronimos, lungo la riva del fiume Tago, si trova il Monumento alle Scoperte (in portoghese Padrao dos Descoprimentos), realizzato nel 1960 per ricordare le numerose scoperte compiuti dai navigatori portoghesi durante la storia. L’opera raffigura la prua di una caravella con le vele spiegate e, al di sopra, le sagome dei principali esploratori portoghesi di tutti i tempi.

4. Castello di San Giorgio

Castello di San Giorgio Cosa VedereDomina la parte alta della città di Lisbona un’antica fortificazione che prende il nome di Castello di San Giorgio o, in portoghese, Castelo di Sao Jorge. La sua costruzione risale al periodo medievale, in origine per difendere la città dai crociati, poi, dopo l’Assedio di Lisbona del 1147 che determinò la definitiva cacciata dei Mori e la riconquista da parte dei portoghesi della loro capitale, poi per impedire la risalita al potere degli ex dominatori moreschi. Il Castello, per lungo tempo abitazione della famiglia reale, venne dedicato a San Giorgio solo nel XIV secolo da re Giovanni I, in omaggio alla moglie Filippa di Lancaster principessa d’Inghilterra, Regno in cui la figura del santo guerriero è largamente venerata.

5. Museo Calouste Gulbenkian

museo-gulbenkian Lisbona Cosa VedereNell’elenco di cosa vedere in Portogallo non mancano certo musei ed esposizioni artistiche permanenti come il Museo Calouste Gulbenkian, inaugurato nel 1969 dall’omonima Fondazione e che raccoglie appunto le opere provenienti dalla collezione privata di Calouste Sarkis Gulbenkian. Visitandolo potrai ammirare dipinti, sculture e altri manufatti del periodo greco/ romano, nonché opere e oggetti d’arredo dell’arte asiatica e di quella europea dal Rinascimento fino al tardo Ottocento. Fra i pittori più famosi esposti ci sono anche alcuni grandi dell’impressionismo come Monet, Manet, Renoir e Degas.

6. Piazza del Commercio

Piazza del Commercio Lisbona Cosa VederePracà de Comèrcio o Piazza del Commercio è uno dei luoghi più antichi della città, centro della vita cittadina in quanto sorgeva lungo le sponde del fiume Tago detto anche la Ribeira, usato dai portoghesi sia per la navigazione sia come bacino per la costruzione di navi. Agli inizi del Cinquecento la Piazza ospitò anche la nuova residenza reale, chiamata col nome di Palazzo Ribeira, che però andò completamente distrutto col terremoto del 1755. Essa fu anche teatro dell’omicidio di re Carlo I per mano di due attivisti repubblicani. Al centro della Piazza, dopo la ricostruzione avvenuta a seguito del terremoto, venne collocata la statua equestre di Re Giuseppe I,  prima statura raffigurante un sovrano in tutta la città.

7. Piazza del Rossio

Piazza del Rossio Lisbona Cosa VedereCentro della vita culturale e politica della città, oltre che punto nevralgico per il commercio cittadino per via dei suoi numerosi negozi, è la Piazza del Rossio, conosciuta anche col nome di Praca de D. Pedro IV re del Portogallo. Essa ha una pavimentazione molto particolare, ripresa poi anche in altre aree della città, costituita da grandi mattonelle nere e bianche disposte in modo ondulante. Sul suo suolo si sono tenuti non solo feste e comizi, ma perfino corride e cerimonie pubbliche dell’Inquisizione.

8. Teatro Nazionale

teatro-nazionaleSu uno dei lati della Piazza del Rossio si trova il Teatro Nazionale, o Teatro Nacional D Maria II, figlia di Pietro IV del Portogallo.  D’impianto neoclassico, esso venne realizzato negli anni 40’.Questo teatro ospita ogni anno un ampio calendario di eventi legati non solo alla prosa e alla poesia, ma anche all’arte e alla scienza.

9. Oceanario di Lisbona

Ocenario Lisbona Cosa VedereChi viene a Lisbona non può certo perdersi l’Oceanario: realizzato nella zona dell’Expo 98, nel quartiere di Parque das Nacoes, esso è il più grande acquario del monto, contenente una grandissima varietà di specie marine ed acquatiche appartenenti sia al mondo animale che a quello vegetale. La superficie occupata è pari e 40.000 mq e al centro della struttura è collocata un’enorme vasca che ospita pesci e cetacei provenienti sia dall’Oceano Atlantico sia da quello Indiano e Pacifico. Fiore all’occhiello di tutta la Nazione, questa struttura è visitata ogni anno da oltre un milione di visitatori.

10. Chiesa di San Rocco

Chiesa di San Rocco Lisbona Cosa VedereUna delle costruzioni religiose della città legate alla tradizione gesuita è la Chiesa di San Rocco, o Igreja de Sao Roque, che si trova fra i quartieri di Bairro Alto e Chiado. Al suo interno si trova una bellissima cappella dedicata a San Giovanni che fu commissionata agli architetti Luigi Vanvitelli e Nicola Salvo nel XVIII: per la sua realizzazione sono stati utilizzati solo materiali preziosi come l’alabastro, l’agata, i lapislazzuli e il marmo di Carrara.

11. Ascensore di Santa Giusta

Ascensore Santa Giusta Lisbona Cosa VedereNel centro storico di Lisbona, chiamato la Baixa, si trova un monumento molto particolare realizzato alla fine del 1800 che per tecniche e materiali (ferro) ricorda la Torre Eiffel di Parigi. Si tratta dell’Elevador de Santa Justa, detto anche Elevator do Carmo dal nome della via che lo ospita, tradotto in italiano Ascensore di Santa Giusta. I visitatori, infatti, possono usufruire di un comodo ascensore realizzato in legno ed ottone con cui salire fino alla vetta dell’edificio, da cui si gode un magnifico panorama sulla città vecchia.

12. Museo Berardo

Museo Berardo Lisbona Cosa VedereFra i musei più importanti del Portogallo, che devi per forza inserire nel cosa vedere se vai a Lisbona, è il Museo Berardo, in cui sono esposte alcune delle opere dei più grandi artisti del 900’, da Warhol, a Picasso, Dalì, Magritte, Duchamp, Mirò, Pollock e a tanti altri ancora. Esso si trova in pieno centro storico, a due passi dalla Torre di Belém e dal Monastero dei Geronimini. Pur trattandosi di un edificio moderno, la struttura è perfettamente calata nello spazio circostante anche grazie agli ampi spazi verdi dinanzi la facciata.

13. Ponte del 25 Aprile

Ponte 25 aprile Lisbona Cosa VedereUna delle strutture che di sicuro colpisce l’attenzione dei turisti che vengono a visitare Lisbona è il ponte sospeso a due livelli sul fiume Tago: battezzato inizialmente col nome di Ponte Salazar, dal nome del dittatore che lo fece erigere nel 1960, dopo la Rivoluzione dei Garofani del 25 aprile 1974 cambiò nome in Ponte del 25 Aprile.  La struttura, che ha una lunghezza di circa 2 km, è interamente realizzata in acciaio per sostenere un’autostrada a tre corsie nella parte superiore e una linea ferroviaria su quella inferiore.

14. Convento del Carmo

Convento del Carmo Lisbona Cosa VedereNei pressi della Piazza Rossio si trovano i resti di un antico convento risalente al 1300 e appartenente all’Ordine delle Suore Carmelitane chiamato Convento do Carmo. Parte del convento e l’intera chiesa andarono distrutte col terremoto del 1755, lasciando in piedi solo le arcate laterali, ma facendo crollare rovinosamente tutta la parte superiore, lasciando così l’edificio a cielo aperto.  Gli abitanti, invece di restaurarla, preferirono mantenere così la struttura, a ricordo del terribile evento che distrusse buona parte delle opere architettoniche del centro storico e  ridusse l’allora popolazione di quasi un terzo.

15. Giardino Zoologico

Giardino Zoologico Lisbona Cosa VedereA Lisbona si trova anche uno dei giardini zoologici più grandi di Europa. Con le oltre 2.000 specie animali presenti, lo Zoo di Lisbona, collocato vicino al quartiere Baixo, detiene anche un primato per quanto riguarda il maggior numero di animali nati in cattività, dato che uno degli obiettivi della struttura è quello di favorire la riproduzione delle specie in via di estinzione.

16. Palazzo di Ajuda

Palazzo Ajuda Lisbona Cosa VedereDopo il crollo del Palazzo Ribeira a seguito del terremoto del 1755, la famiglia reale si fece costruire una nuova residenza in stile neoclassico presso Largo Ajuda: si tratta del Palazzo di Ajuda, in cui possono essere ammirati oggetti d’arredo, statue e dipinti del XIX secolo. Di sicuro quello che non passerà inosservato visitando questo le sale perfettamente conservate di questo palazzo, è l’estrema cura dei particolari e lo sfarzo legato alla scelta dei materiali e delle decorazioni.

17. Museo Nazionale delle Carrozze

Museo delle Carrozze Lisbona Cosa VedereUn’area espositiva molto particolare che si trova a due passi dalla Torre di Belém è il Museo Nazionale delle Carrozze, in portoghese Museu dos Coches Reais, in cui sono perfettamente conservate oltre 60 carrozze appartenenti sia ai reali portoghesi che ad altri nobili e reggenti d’Europa dal XVII al XIX secolo. Questo museo venne realizzato dall’architetto italiano Giacomo Azzolini per volontà della regina Amelia D’Orleans moglie di Carlo I ed è ancora oggi una delle attrazioni turistiche maggiormente visitate di tutto il Portogallo.

18. Avenida da Libertade

Avenida de Liberdade Lisbona Cosa VedereCome tutte le città europee, anche Lisbona ha la sua passeggiata elegante in cui gli alberghi di lusso si alternano a negozi di alta moda e boutique: è la strada Avenida da Libertade, che collega due delle piazze principali della città, Praca de Restauradores e Praca Marques de Pombal. Per la grande eleganza dei suoi decori, molti la paragona agli Champs Elysees parigini.

 19. Piazza de Restauradores

piazza-della-restaurazioneUna delle piazze principali di Lisbona è Piazza (Praca) de Restauradores, realizzata per commemorare la liberazione del Portogallo dagli Spagnoli del 1640, al termine della Guerra di Restaurazione Portoghese. Al centro della piazza è stato collocato un obelisco in pietra calcarea, ai cui lati sono state posizionate due statue allegoriche in bronzo raffiguranti la Libertà e la Vittoria.

20. Piazza del Marchese di Pombal

piazza pombal Lisbona Cosa VedereDal capo apposto di  Piazza de Restauradores, percorrendo tutta l’Avenida da Libertade, si trova un’altra piazza molto amata dai portoghesi perché è dove venne proclamato il passaggio dalla Monarchia alla Repubblica il 5 ottobre 1910: si tratta di Piazza Marques de Pombal, intitolata ad una figura storica, il Marchese di Pombal, che guidò politicamente il Paese nella seconda metà del 1700. In suo ricordo, al centro della piazza è collocata una statua che raffigura il marchese con una mano sopra un leone, segnale della sua potenza, e altre immagini allegoriche riportare sulla base del monumento.

21. Quartiere la Baixa

Baixa LisbonaLa figura del Marchese di Pombal è strettamente associata ad uno dei quartieri centrali di Lisbona, la Baixa, detto anche Baixa Pombalina, in quanto venne edificato per volontà dello stesso Marchese per dare una soluzione abitativa ai tanti sfollati del terremoro del 1755. La peculiarità di questo quartiere è quello di essere il primo della storia ad essere stato progettato con criteri antisismici: durante la costruzione degli edifici, venivano infatti fatte sfilare le truppe lungo le strade per simulare la scossa di un terremoto.

22. Rua Augusta

rua-augustaL’area pedonale più grande di Lisbona, ubicata proprio nel quartiere della Baixa, è la Rua Augusta, che collega Praca de Comèrcio con il Rossio. Un grande arco neoclassico segna il punto di confluenza di questa che è una delle strade più vivaci della città con la Piazza del Commercio; sulla sommità del monumento svettano alcune statue raffiguranti alcuni dei più importanti personaggi storici del Portogallo come Vasco de Gama, Nunò Alvares Pereira e lo stesso Marchese de Pombal.

23. Stazione Cais do Sodre

stazione-nuovaPur essendo una costruzione relativamente recente (i primi edifici risalgono alla fine del 1800) si è meritata l’appellativo di “monumento di pubblico interesse”: stiamo parlando della Stazione Cais do Sodre, detta anche Stazione Nuova, che oltre ai binari della ferrovia rappresenta un polo di interscambio tra i servizi fluviali forniti dalla compagnia Trastejo. Da ultimo, la stazione è stata dotata anche di un terminale della metropolitana lisboneta. Essendo un capolinea turistico, essa è dotata anche di bar, ristorante e deposito bagagli.

24. Cattedrale di Santa Maria Maggiore

Cattedrale Lisbona Cosa VedereSorta sul terreno di un’antichissima moschea, la Cattedrale di Lisbona, intitolata a Santa Maria Maggiore, rappresenta uno dei luoghi di culto cattolico più importanti della città. Nonostante i vari restauri dovuti anche ai vari terremoti che si sono susseguiti nel corso della storia (l’ultimo appunto quello del 1755) conserva la facciata originaria in stile romanico, caratterizzata dalla presenza di un grande rosone centrale e due torri campanarie gemelle ai lati.

25. Museo Nazionale di Arte Antica

Museo di Arte Antica LisbonaPer approfondire la conoscenza della storia dell’arte portoghese, non puoi non visitare il Museo Nazionale di Arte Antica o MNAA, fondato nel 1884 in parte all’interno del Palazzo dei Conti di Algarve e in parte nell’antico Convento di Sant’Alberto. Davvero ricca la collezione di pitture, sculture, arredi e manufatti che ripercorrono la storia della creatività portoghese (e non solo) dal Medioevo fino al XIX secolo.

26. Museo della Scienza

Museo della Scienza Lisbona Cosa VederePoco lontano dall’Oceanario di Lisbona, si trova il Pavilhao do Conhecimento, o Museo della Scienza, inaugurato nel 1999 e subito destinato a diventare uno dei più grandi e frequentati centri interattivi di divulgazione scientifica del Paese. Oltre alle mostre permanenti, esso ospita anche numerosi eventi e progetti a tema, rivolti principalmente a ragazzi e bambini.

27. Chiesa di Santo Domingo

Chiesa di Santo Domingo LisbonaNell’elenco di cosa vedere a Lisbona non può mancare un edificio religioso molto particolare che si trova poco distante dal Rossio e dalla zona centrale: è la Chiesa di Santo Domingo, o Igreja de Sao Domingos, eretta intorno al 1240 dai gesuiti. Questa chiesa è stata distrutta quasi completamente due volte: in occasione del drammatico terremoto del 1755 e poi nel 1994 a causa di un  spaventoso incendio che danneggio irreparabilmente la parte superiore. Ricostruita integralmente, essa si presenta oggi con due colorazioni: quella bianca delle pareti originarie, e quella rossa invece con cui sono contraddistinte tutte le parti restaurate a seguito dell’incendio.

28. Chiesa di Santa Engracia

Chiesa di Sant'Ungarica Lisbona Cosa VedereUna delle storie più tormentate della città di Lisbona, riguarda la costruzione della Chiesa di Santa Engracia, per erigere la quale sulle rovine di un’antica chiesa distrutta nel 1681 ci sono voluti circa 284 anni. Caratteristica di questa costruzione religiosa, convertita successivamente in Pantheon Nazionale, è la gigantesca cupola, che si vede da ogni angolo della capitale. In essa si trovano le tombe monumentali di Vasco de Gama (le cui spoglie sono conservate però nel Monastero dos Jeronimos), Alfonso de Albunquerque e Enrico il Navigatore.

29. Monastero di San Vincenzo di Fuori

Monastero San Vincenzo da Fuori LisbonaUn altro edificio adibito a Pantheon è il Monastero di Sao Vicente de Fora (San Vincenzo di Fuori), luogo di culto agostiniano intitolato a San Vincenzo di Saragozza, Santo Patrono della città. Esso ha  l’appellativo “di fuori” perché quando venne eretto nel 1147 si trovava al di fuori delle mura urbane. In esso sono conservate le spoglie di 59 membri della casata dei Braganza, che regnò sul Paese dal 1640 fino alla deposizione della Monarchia.

30. Centro Culturale di Belém

Museo del DesignNell’area di Belém si trova un palazzo moderno progettato inizialmente per ospitare la presidenzA portoghese dell’Unione Europea ed ora utilizzato come vero e proprio Centro Culturale in quanto al suo interno si trovano sale conferenza e spazi espositivi di varie dimensioni. In uno di questi ambienti trova infatti alloggio un Museo del Design che contiene oggetti a partire dall’anno 1937.

31. Palazzo Nazionale di Belém

palazzo-di-belemAdibito oggi a residenza presidenziale, il Palazzo Nazionale di Belém, costruito nel XV secolo sull’attuale Piazza intitolata ad Alfonso de Albuquerque, ha ospitato in realtà per lungo tempo esponenti della famiglia reale o dell’aristocrazia locale. E’ uno degli edifici che miracolosamente rimase in piedi, riportando solo qualche crepa, in occasione del terremoto del 1755.

32. Basilica di Estrela

Basilica Estrela Lisbona Cosa VedereDavanti ad uno dei più ampi spazi verdi della città, i Giardini di Estrela, si trova l’omonima Basilica realizzata intorno al 1790 su una delle aree collinari ad ovest del centro storico di Lisbona. La struttura della Chiesa, in stile barocco, presenta un corpo centrale sormontato da un tetto a cupola e due torri campanarie perfettamente simmetriche ai lati. All’interno si trova oltre la tomba della Regina Maria I committente dell’opera,  anche un bellissimo presepe in terracotta raffigurante la Natività, composta da più di 500 figure.

33. Museo Marittimo

Museo Marittimo Lisbona Cosa VedereDopo il Museo delle Carozze, il secondo museo più visitato della città è il Museo Marittimo, oggi ospitato all’interno di un’area specifica  del  Monastero de Jeronimos, ma in precedenza ubicato altrove. Al suo interno, potrai ammirare una collezione davvero ampia di modellini di imbarcazioni fluviali e marittime, molti dei quali riproducono in maniera assolutamente fedele alcune delle navi su cui hanno viaggiato alcuni dei più grandi esploratori portoghesi nei loro viaggi di scoperta intorno al mondo. Nel museo si trovano inoltre oggetti di arredamento, ornamenti e strumenti di navigazione come bussole e carte geografiche appartenenti ad alcune delle imbarcazioni più antiche.

34. Stazione d’Oriente

stazione-d-oriente

Merita un po’ di attenzione anche la struttura ad ovest del centro storico realizzata dall’architetto Santiago Calatrava per ospitare la Stazione d’Oriente, ad oggi ritenuta probabilmente come l’infrastruttura più importante di tutto il sistema dei trasporti della capitale portoghese. La struttura, realizzata nell’ambito dei lavori per l’Expo ’98, è suddivisa su tre livelli in cui trovano alloggio i binari della metropolitana, quelli della linea ferroviaria e la strada rotabile destinata agli autobus.

35. Torre Vasco de Gama

Torre Vasco de Gama LisbonaAll’interno del Parco delle Nazioni, quartiere moderno realizzato anche questo in occasione dell’Expo ’98 in prossimità della foce del Tago,  si trova una torre di acciaio alta 145 metri intitolata al navigatore portoghese Vasco de Gama. La Torre Vasco de Gama riproduce in modo stilizzato la forma della vela di una caravella; sulla sommità, cui si può arrivare tramite un modernissimo sistema di ascensori, si trova perfino un ristorante.

36. Acquedotto della Acque Libere

Acquedotto Lisbona Cosa VedereDurante un viaggio in Portogallo, cosa vedere è davvero una scelta molto difficile in quanto il popolo portoghese ha eccelso non solo in molte forme artistiche ma anche in molte altre discipline come la navigazione e le tecniche. Uno degli esempi delle capacità ingegneristiche dei portoghesi è l’acquedotto storico della città, detto Acquedotto delle Acque Libere (in portoghese Aqueduto das Aguas Livres) realizzato nel XVIII secolo per rifornire di acqua tutta l’area del centro urbano di allora.

37. Palazzo dei Marchesi di Fronteira

Palazzo dei Marchesi di FronteiraUna delle tenute aristocratiche meglio conservate che si trovano alle porte della città è il Palazzo dei Marchesi di Fronteira, detto anche Palazzo Fronteira, realizzato da questa famiglia nel 1640. Oltre agli interni, in cui è possibile ammirare oggetti d’arredo del XVII e XVIII secolo, molto piacevole da visitare è l’ampio Giardino all’italiana che si sviluppa nella superficie esterna. La sua particolarità è quello di essere suddiviso in quattro settori, ognuno dei quali raffigura una delle stagioni. Sempre nel giardino si trovano bellissimi azulejos, piastrelle in ceramica di varie dimensioni, decorate e dipinte con immagini che rievocano alcuni eventi della storia portoghese.

38. Museo dell’Elettricità

museo-dell-elettricitaA ribadire l’abilità del popolo portoghese nelle scienze e nelle tecniche, c’è un altro spazio espositivo molto importante che si trova sempre lungo le acque del fiume Tago a Belém. E’ il Museo dell’Elettricità, in portoghese Museu da Electricitade, sorto sui resti della vecchia centrale termoelettrica di Lisbona. In esso si ripercorre la storia degli uomini e delle tecnologie che hanno consentito, nel corso di due secoli, di approvvigionare la città dell’energia necessaria a dare impulso all’industria, al commercio e all’intera vita cittadina. Nella Sala degli Esperimenti, che si trova in un’ala del museo dedicata ai bambini, vengono mostrate anche le attuali innovazioni tecnologie legate alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

 39. Palazzo Nazionale di Mafra

Palazzo Mafra Lisbona Cosa VedereDistante circa una ventina di chilometri dalla capitale, si trova un edificio molto esteso composto da un’elegante residenza , un’antica Basilica intitolata a Sant’Antonio e un convento francescano. Si tratta del Palazzo Nazionale di Mafra, dal nome delle cittadina in cui esso è collocato. Per rendersi conto delle sue dimensioni, basti pensare che esso ospita almeno 800 stanze, 4500 infissi e una trentina di cortili . Trovandosi in un’area amena per la presenza di boschi e colline, venne usato spesso  come residenza per la caccia della famiglia reale. Il palazzo, oggi adibito a museo, ospita anche una biblioteca con oltre 40.000 volumi alcuni dei quali ritenuti molto rari.

40. Tram 28

Tram 28 LisbonaDa Graça a Campo Ourique passa il tram 28, un percorso storico che passa attraverso le principali attrazioni turistiche della città.

I tram di questa linea sono caratteristici e risalgono al 1930, al loro interno ci sono ancora i sedili di legno dell’epoca, ma permettono con un biglietto dal costo inferiore ai 3 € di visitare tutta la città.

41. Chiesa di Sant’Antonio

Chiesa di Sant'Antonio LisbonaA Lisbona, poco ontano dalla centralissima Piazza del Commercio, si trova anche una Chiesa intitolata a Sant’Antonio, le cui spoglie sono conservate nella Basilica di Padova, ma che era in realtà originario della capitale lusitana. La basilica, di stile sobrio e preceduta da un’ampia scalinata, è infatti costruita proprio sul punto in cui sorgeva la casa natia del Santo, il cui vero nome era Fernando Martins de Bulhoes. Nella sagrestia puoi ammirare anche dei bellissimi azulejos decorativi che ritraggono alcuni momenti della vita del Santo venerato anche nella città veneta.

42. Museo del Chiado

Museo del Chiado LisbonaNon poteva certamente mancare a Lisbona un museo interamente dedicato all’arte contemporanea: è il Museo del Chiado, anch’esso nei pressi di Piazza del Commercio vicino al quartiere della Baixa. In esso si trovano pitture e sculture del XIX e XX secolo, appartenenti ad alcuni degli esponenti più illustri della corrente naturalista, simbolista e surrealista nella storia dell’arte portoghese. Sull’esterno sono disposte alcune sculture di pietra di colore nero che conferiscono al giardino un aspetto molto caratteristico.

43. Museo Archeologico Nazionale

Museo Archeologico Lisbona Cosa VedereIn un’altra ala del Monastero dos Jeronimos, dove un tempo erano collocati i dormitori dei monaci, si trova il Museo Archeologico Nazionale, in cui sono conservati opere e manufatti appartenenti a varie epoche storiche dalla preistoria fino all’VIII secolo circa. I popoli più rappresentati sono oltre quello romano, anche quello egiziano, visigoto e musulmano. Molto interessante la Sala dei Tesori, in cui sono esposti monili e collane risalenti ad un periodo che va dal 1800 fino al 500 A.C.

44. Museo di Oriente

Museo d'Oriente LisbonaSempre nella zona di Belém si trova anche un altro museo molto interessante dedicato a testimoniare il passaggio portoghese in Asia e in Oriente. E’ il Museo di Oriente, inaugurato nel 2008 e situato in un ex fabbrica industriale sul lungomare di Alcantara. Fra gli oggetti conservati, tele indonesiane, armi giapponesi e  numerosi abiti e ornamenti provenienti da vari paesi del continente asiatico. 

45. Stazione Centrale Rossio

stazione-centrale-rossioNel cuore di Bairro Rossio, uno fra i quartieri più vivi della città, si erige la stazione centrale. Il quartiere Rossio venire caso al suolo dal tremendo terremoto del 1755, i Portoghesi ricostruirono subito parte della città in stile Pombalino, dal nome del Marchese. 

L’estecao do Rossio, che una volta ospitava la Stazione Centrale appunto, è in puro stile Neomanuelino e ancora oggi è considerata una delle più belle stazioni al mondo.

46. Museo Bordallo Pinheiro

Museo Pinheiro Lisbona Cosa VedereIn località Campo Grande a Lisbona si trova un museo che di sicuro stuzzicherà l’attenzione di tutti coloro che amano la pittura naturalista. Si tratta infatti del Museo Bordallo Pinheiro, mostra permanente interamente dedicata a questo grande artista portoghese del XIX secolo. Presso la struttura sono conservati ad esempio la sua caricatura e alcune delle sue famose ceramiche ispirate al mondo della natura.

47. Chiesa di Nostra Signora della Vecchia Concezione

Chiesa di Nostra signora LisbonaUn altro edificio religioso strettamente legato alla storia della città è la Chiesa di Nostra Signora delle Vecchia Concezione che si trova nel centro di Lisbona, a pochi passi dalla Piazza del Commercio. Questa chiesa, in perfetto stile manuelino, venne eretta dopo il terremoto del 1755 sopra le rovine dell’antica Chiesa della Madonna della Misericordia andata interamente distrutta.  Decori e ornamenti della struttura si richiamano dunque a quelli della vecchia costruzione. Inoltre, proprio come la precedente, essa fu destinata  ad ospitare la sede della Misericordia, istituzione fondata nel 1498 su iniziativa di Leonor, vedova di re Giovanni II.

48. Giardino Torel

Giardino Torel Lisbona Cosa VedereUno dei polmoni verdi della città di Lisbona è il Giardino Torel, dal nome di una famiglia olandese che ha abitato il posto. Esso si trova di fronte alla Avenida da Libertade, proprio all’altezza del Campo dei Martiri della Patria.  Dato che entro la sua vasta superficie che si sviluppa su vari livelli sono presenti anche alcuni laghi e bacini artificiali, in estate si trasforma in una sorta di spiaggia per bagnanti con tanto di crema solare, asciugamano e costume.

49. Campo dei Martiri della Patria

Campo dei Martiri Lisbona Cosa VedereUn luogo molto ricco di storia che ti consigliamo di inserire nell’elenco di cosa vedere a Lisbona è il Campo dei Martiri della Patria, noto anche col nome di Campo de Santana. Si tratta di uno spazio abbastanza ampio compreso fra Avenida da Libertade e Avenida Almirante Reis in cui in passato di trovava un antico mattatoio. Nel 1800 esso fu usato anche come arena e attualmente ospita un mercato ortofrutticolo. Il nome Martiri della Patria gli fu assegnato in memoria del Gomes Freire de Andrade, generale portoghese appartenente alla Massoneria, il quale, il 18 ottobre 1817, venne impiccato in questo luogo insieme ad altre 11 persone con l’accusa di cospirazione contro la monarchia e il governo militare del maresciallo Beresford.

50. Belvedere di Santa Lucia

Belvedere Santa Lucia Lisbona Cosa VedereNel cuore della Lisbona storico, nel quartiere di Alfama, subito dopo aver passato la cattedrale, si trova uno fra i Belvedere più belli della città. Stiamo parlando del Belvedere di Santa Lucia, o meglio in Portoghese il Miradour de Santa Luzia.

Fra i Belvedere di Lisbona non è sicuramente fra i più alti, ma ha una vista mozzafiato su tutta la capitale Portoghese in un ambiente romantico e colorato.

Si può Raggiungere il Belvedere con il tram 28 oppure facendo una romantica passeggiata fra i vicoli stretti di Bairro Alfama.

Lisbona è dunque una città che può benissimo competere con tutte le altre capitali europee per quanto riguarda il numero  delle attrazioni da vedere.

Anche se, pertanto, allo stato attuale non risulta ancora una delle mete più battute dal viaggiatori internazionali (nel 2007 un’indagine dell’Organizzazione Mondiale del Turismo la collocava solo al ventesimo posto fra i Paesi europei più visitati) ad oggi sono circa 15 milioni i turisti stranieri che vengono a soggiornare ogni anno in questa città.

Il fatto di non aver ancora vissuto, almeno fino ad oggi, un vero e proprio boom di presenze, per certi aspetti ha fatto in modo che Lisbona conservasse i connotati di città genuina ed autentica che probabilmente sono ciò che i visitatori apprezzano di più di questa destinazione.





LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here