Cosa vedere a Barcellona

Non avrai che l’imbarazzo della scelta di cosa vedere a Barcellona durante una vacanza in questa meravigliosa città, capoluogo della Catalogna.

Infatti pur non essendo la capitale amministrativa e politica, Barcellona è quasi certamente il maggior centro commerciale e turistico della Spagna.

E, visto che con tanta abbondanza di monumenti, chiese, musei, edifici storici e palazzi, potresti rischiare di sentirti  disorientato, ecco un articolo che fa proprio per te.

Nei paragrafi che seguono troverai infatti le 50 cose assolutamente da non perdere durante un soggiorno a Barcellona: oltre naturalmente ai monumenti più noti, ti segnaleremo anche degli insider tips o consiglio di viaggio che di sicuro contribuiranno a rendere unica la tua vacanza nella città catalana.

Iniziamo subito!

1. La Rambla

La-rambla-barcellonaUno dei simboli di Barcellona è quasi certamente il viale lungo 1,4 km che collega Plaça de Catalunya al porto antico, meglio conosciuto col nome di La Rambla.

Il termine ha un’etimologia molto strana: deriva infatti dall’arabo raml (sabbia) in quanto il viale è sorta sopra un corso d’acqua interrato.

Ma la cosa più importante è che questo è uno dei luoghi più vitali della città, brulicante di vita in tutte le ore del giorno e della notte per via dei suoi numerosi negozi, bar e locali.

2. Plaça de Catalunya

Plaza-Cataluña cosa vedere a barcellonaAd uno dei due estremi de La Rambla, sempre nel quartiere centrale dell’Eixample, il più popolato della città, si trova una delle piazze più grandi ed importanti di Barcellona, vale a dire Plaça de Catalunya.

La sua costruzione risale al 1927 e la sua funzione era prevalentemente quella di fare da spartiacque fra i vecchi quartieri di Barri Gotic, Barceloneta, Ribera ed El Raval facenti parte della Città Vecchia o Ciutat Vella.

3. Barri Gòtic

Barri-Gòtic cose da vedere a BarcellonaFa parte della Ciutat Vella ed è probabilmente uno dei nuclei centrali da cui prende origine Barcellona, città che risulta avere origini romane, di cui rimane forse unica traccia un’antica muraglia molto ben conservata collocata proprio qui, nel quartiere di Barri Gòtic.

In esso si trovano anche alcuni edifici di interesse turistico come ad esempio la Chiesa di Santa Maria del Pì e il Museo Picasso.

4. Barceloneta

BArceloneta-cosa-vedere-a-barcellonaUn altro quartiere della Città Vecchia o Ciutat Vella è quello della Barceloneta. Molto più recente di quello di Barri Gòtic, la sua edificazione risale infatti al XVIII secolo per ospitare gli ex abitanti del quartiere della Ribera le cui case erano stare demolite per volere di Re Filippo V al fine di ospitare la Ciutadella o Parco della Cittadella.

Esso presenta spiagge, un molo per l’ormeggio delle imbarcazioni e  numerosi punti di ritrovo.

5. Passeig de Gràcia

Passeig-de-Gràci cosa vedere a BarcellonaDa Plaça de Catalunya ha origine un’altra delle vie più prestigiose della città, su cui puoi ammirare alcune architetture moderniste assolutamente da non perdere, fra cui Casa Batllò di Anton Gaudì e Casa Amatler di Josep Puig Cadafalch.

Si tratta di Passeig de Gràcia, che oltre che centro culturale è anche centro commerciale ed elegante della città, con le sue numerose boutique, gli hotel e i locali alla moda.

6. Casa Amatller

Casa-Amatler cosa vedere a barcellonaCamminando lungo Passeig de Gràcia potrai godere della vista di alcuni dei capolavori modernisti, fra cui uno dei capolavori dell’architetto Josep Puig Cadafalch, vale a dire Casa Amatller, dal nome di un noto cioccolataio, Antoni Amatler, che commissionò l’opera realizzata fra il 1898 e il 1900.

Oggi l’edificio, dichiarato monumento storico artistico, ospita una fondazione intitolata allo stesso Amatller da parte dei suoi discendenti.

7. Casa Batllò

Casa-Batllò cosa vedere a barcellonaNelle vicinanze di Casa Amatler sorge un altro edificio modernista, opera del celebre architetto Antoni Gaudi, dichiarato nel 2005 Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, dunque assolutamente da inserire nell’elenco delle cose da vedere a Barcellona: stiamo parlando di Casa Batllò, ritenuta una delle architetture più originali dell’artista insieme alla Sagrada Familia.

L’edificio venne realizzato fra il 1905 e il 1907 per incarico di un industriale locale, Josep Battlò, il quale voleva mettere a nuovo uno stretto e angusto palazzo acquistato dalla sua famiglia su Passeig de Gràcia.

8. Casa Lleo Morera

Casa-Lleo-Morera Barcellona cose da vedereSempre su Passeig de Gràcia, a due passi dalle precedenti, si erge un altro edificio modernista, la Casa Lleç Morera, realizzata nel 1902 da Lluis Domènech Montaner.

Insieme a Casa Amatler e Casa Batllò esso forma la Manzana (isolato, o secondo alcuni mela) de la Discordia, probabilmente uno dei punti di maggior interesse turistico della città per via appunto delle tre celebri interpretazione del modernismo catalano.

9. Museo Picasso

Museo-Picasso cose da vedere a barcellonaPresso la Città Vecchia, nel quartiere di Barri Gòtic, si trova uno dei musei di Barcellona da vedere assolutamente, vale a dire il Museo Picasso, in cui è raccolta una delle più ampie selezioni al mondo delle opere del noto pittore cubista.

Il museo è infatti ospitato in ben 5 palazzi medievali, collocati l’uno vicino all’altro, in cui si trovano oltre  4.200 opere appartenenti sia al periodo giovanile sia ad epoche successive del grande artista.

10. Chiesa di Santa Maria del Pì

Chiesa-Santa_Maria_del_Pi cosa vedere a barcellonaUna delle più antiche chiese di Barcellona si trova anch’essa nel quartiere di Barri Gotic: si tratta della Chiesa di Santa Maria del Pì (pino) il cui nome deriva dalla presenza nella piazza antistante di un albero di questo tipo.

La sua origine risale al 413, anche se nel tempo il nucleo originario dell’edificio ha subito varie modifiche assumendo la conformazione attuale.

Lo stile della chiesa è il gotico puro, una versione minimale che non prevede aggiunta di decorazioni.

11. Chiesa di Santa Maria del Mar

Chiesa-di_Santa-Maria-del-Mar barcellonaAltro bell’esempio di gotico catalano, da contrapporre a quello francese per la sua relativa semplicità e austerità, è la Chiesa di Santa Maria del Mar, eretta anch’essa nella città vecchia nel quartiere della Ribeira fra il 1329 e il 1383.

Porta questo nome perché è da sempre considerata come la Chiesa dei marinai, in quanto si trova nella zona mercantile e portuale della città.

12. Sagrada Familia

Sagrada-Familia luoghi da visitare barcellonaE’ sicuramente uno dei capolavori del modernismo e un simbolo assoluto dell’arte catalana: stiamo parlando della del Tempio Espiatorio della Sagrada Famiglia, o Sagrada Familia, basilica cattolica realizzata dal grande architetto Antoni Gaudì.

La struttura venne iniziata nel 1882 ed inizialmente aveva un impianto neogotico, ma quando Gaudì subentrò nel 1883 la struttura cambiò completamente.

Sfortunatamente egli morì nel 1926 in un incidente stradale essendo riuscito a realizzare solo la Facciata della Natività e una delle due torri.

L’altra torre, l’abside e parte del’interno vennero completati in epoca successiva, anche se una parte della chiesa deve ancora essere costruita a causa delle difficoltà del progetto.

13. Parco Guell

Parco-Guell luoghi da visitare barcellonaUn altro capolavoro che Gaudì ha lasciato alla città è  il Parco Guell, assolutamente da inserire nel tuo elenco di cosa visitare a Barcellona.

Si tratta di un parco pubblico costituito da spazi verdi ed elementi architettonici realizzato fra il 1900 e il 1914 nella parte superiore del capoluogo catalano, su uno dei versanti del Monte Carmelo.

I materiali utilizzati per le sue decorazioni sono spesso ottenuti da ceramiche e pezzi di vetro di recupero, utilizzati alla maniera di tessere di mosaico.

14. Palazzo Guell

Palazzo-guell cosa vedere a barcellonaRealizzato sempre da Gaudì per lo stesso committente del Parco omonimo, il ricco industriale Eusebi Guell, Palazzo Guell è una residenza privata riconosciuta oggi come bene protetto dall’Unesco.

Esso venne costruito fra il 1185 e 1889 vicino alla Rambla, sfruttando uno spazio molto ristretto che ha determinato la necessità di suddividere gli ambienti interni su più livelli.

15. Casa Milà

Casa-Milà barcellona cosa vedereFra le altre architetture degne di nota realizzate da Gaudì e che se vai a visitare Barcellona non devi assolutamente perdere c’è anche Casa Milà, anch’essa collocata lungo Passaig de Gràcia.

Venne costruita fra il 1905 e il 1912 dietro commissione di Pere Milà in occasione del suo matrimonio. L’edificio viene chiamato anche col nome di La Pedrera in quanto la facciata è interamente decorata con pietra grezza.

16.  Avinguida Diagonal

Avinguida-Diagonal barcellona cosa vedereUn’altra delle vie più importanti di Barcellona, facente parte del centralissimo quartiere dell’Eixample è l’Avinguida Diagonal, che deve il suo nome ad fatto di tagliare di fatta la città catalana da un estremo all’altro in senso diagonale.

Questa strada, lungo cui si trovano anche numerosi alcuni luoghi d’interesse come la Casa de les Punxes, ha anche un significato sociale, in quanto al di sopra di essa sono collocati i quartieri più ricchi, mentre al di sotto quelli più popolari.

17. Casa de les Punxes

Casa-de-les-Punxes cose da vedere a barcellonaLungo l’Avinguida Diagonal si trova un altro edificio modernista molto noto, realizzato nel 1905 dall’architetto Cadafalch: è la Casa de les Punxes, il cui vero nome è Casa Terrades dal nome delle sue committenti, ma che si è meritata questo appellativo per lo stile particolare in cui è realizzata.

La casa presenta infatti numerosi elementi che rimandano al gotico, fra cui le sei guglie svettanti che sormontano le sei torri laterali, dette appunto “punte”.

18. Parc de la Ciutadella

Parco-della-Ciutadella cosa visitare a barcellonaUno dei polmoni verdi di Barcellona, realizzato nel 1888 in occasione dell’Esposizione Universale, entro il territorio della città vecchia è il Parc de la Ciutadella, che deve questo nome al fatto di essere stato costruito sui luoghi dove un tempo sorgeva l’antica fortezza.

Nel parco si trovano numerose opere monumentali, edifici, fra cui l’antico Arsenale che ospita il Parlamento della Catalogna, ed anche  il Giardino Zoologico che vanta numerosi primati, fra cui un elevato numero di esemplari riconducibili ad oltre 400 specie diverse.

19. Arc de Triomf

Arc-de-Triomf cosa vedere a barcellonaNon lontano dal Parco delle Cittadella si erge una costruzione in stile mudejar, realizzata anch’essa in occasione dell’Esposizione Universale del 1888, allo scopo di costituire un ingresso monumentale alla stessa celebrando al contempo il progresso scientifico, economico e culturale della Spagna: è l’Arc de Triomf, un arco alto circa 30 metri su cui sono raffigurati gli scudi delle 49 province spagnole.

20. Museo Nazionale d’Arte della Catalogna

Museo-nazionale-arte luoghi da visitare barcellonaSulla collina di Montjuic, un promontorio che si trova nella parte Sud di Barcellona, si trova uno dei più importanti musei della città, vale a dire il Museo Nazionale d’Arte della Catalogna o MNAC, ubicato all’interno del Palau Nacional.

In esso puoi ammirare una delle più ampie collezioni di arte romanica di provenienza catalana: le opere conservare sono infatti oltre 250.000.

21. Castel de Montjuic

Castello-Montjuïc barcellonaSempre sul promontorio di Montjuic, si trova una fortificazione risalente al 1640, che prende appunto il nome di Castel de Montjuic.

Questo castello, in origine torre di vedetta, ma successivamente ampliata in una vera e propria fortezza, fu teatro di numerose battaglie fra il 1640 e 1842 e dalla fine del XIX venne utilizzato anche come prigione in cui rinchiudere gli oppositori al regime.

22. Font Màgica de Montjuic

fontana magica cosa vedere a barcellonaAl centro di Plaça d’Espanya, ai piedi della collina di Montjuic, si trova una bella fontana dalla forma circolare, realizzata in occasione dell’Esposizione Universale del 1929. Essa prende il nome da Font Màgica del Montjuic, in quanto essa può dare vita ad oltre 30 giochi di acqua diversi ognuno con la sua colorazione particolare.

Per poter ammirare questi giochi devi recarti in Plaça d’Espanya fra le 20 e le 23 durante il periodo estivo oppure fra le 19 e le 21 durante quello invernale.

23. Palau Saint Jordi

Palau-Saint-Jordi cose da vedere a barcellonaPoco distante, sempre ai piedi del Montjuic, si trova una grande arena multifunzionale, detta Palau Saint Jordi.

Questa struttura, che di fatto può ospitare ogni tipo di sport, venne realizzata in occasione dei Giochi Olimpici del 1992.

E’ probabilmente uno degli spazi destinati alle discipline sportive indoor più grandi di tutta Europa, con una capienza di circa 20.000 spettatori seduti.

24. Poble Espagnol

Poble-Espanyol cosa vedere a barcellonaFra le cose da fare a Barcellona puoi inserire anche una visita al Poble Espagnol, vale a dire la riproduzione di un paese spagnolo realizzato sulla collina di Montjiuc da un’idea dell’architetto Cadafalch in occasione dell’Esposizione Universale del 1929.

In esso sono ricostruiti, ovviamente a dimensioni ridotte, edifici, piazze e monumenti di numerose località della Spagna, in quanto il suo obiettivo era quello di essere un museo a cielo aperto dell’architettura e dell’artigianato tipico.

25. Torre de Telecomunicaciones

Torre-de-Telecomunicaciones cose da vedere a barcellonaLe Olimpiadi del 1992 furono l’occasione per abbellire la città di numerose opere di stile moderno, fra cui la Torre de Telecomunicaciones, una torre d’acciaio alta circa 136 metri realizzata sul Montjiuc dall’architetto Santiago Calatrava, tanto che da alcuni viene chiamata semplicemente Torre Calatrava.

L’inclinazione della torre ha l’intento di ricordare la posizione di un atleta che regge la fiamma olimpiaca.

Il monumento funge anche da meridiana, in quanto l’ombra dell’ago centrale viene proiettata sul piazzale segnando l’ora.

26. Padiglione di Barcellona

Padiglione-di-Barcellona cose da vedereIn occasione dell’Esposizione Universale del 1929, l’architetto tedesco Van der Rohe realizzò sulla collina di Montjiuc una padiglione dedicato alla sua nazione, noto col nome di Padiglione di Barcellona.

Smantellato alla fine dell’esposizione, esso venne poi ricostruito fra il 1983 e il 1986 in quanto rappresenta una delle prime architetture caratterizzate da una struttura a pianta libera e da uno spazio fluente, in cui l’acqua delle vasche esterne sembra continuare a fluire al di sotto del basamento di travertino su cui è collocato l’edificio.

27. Camp Nou

Camp-Nou luoghi di interesse barcellonaCambiando genere, a Barcellona da vedere c’è anche il più grande stadio d’Europaa  a pianta ellittica, vale a dire il Camp Nou, o Nou Camp, inaugurato nel 1957 ed ampliato in due periodi successivi, nel 1882, in occasione dei mondiali, e del 1994.

Lo stadio ospita le partite in casa del Barcellona e numerose altre competizioni.

28. La Bouqueria

La-Bouqueria cose da vedereA due passi della Rambla e dal Teatro Liceau, si trova il più grande e famoso mercato di Barcellona, vale a dire La Bouqueria, o Mercat de la Bouqueria.

Esiste fin dal XVII, periodo in cui però veniva realizzato alle porte della città per non pagare i dazi commerciali sui prodotti; con le sue oltre 3000 bancarelle in cui puoi trovare di tutto oggi è probabilmente uno dei luoghi più frequentati sia dagli abitanti sia dai turisti.

29. Palau de la Musica Catalana

Palau-de-la-Musica-Catalana cose da vedere a barcellonaAltro valido esempio di modernismo catalano, opera di Domenech I Montaner, è il Palau de la Musica Catalana, realizzato nel fra il 1905 e il 1908 per ospitare la scuola di canto dell’Orfeo Català.

Il palazzo si trova nel quartiere di Sant Pere e nei suoi interni c’è anche quello di voler essere un vero e proprio giardino della musica.

Il teatro ospita regolarmente concerti e spettacoli di musica e danza.

30. Tibidabo

ruota panoramica cose da fare a barcellonaPer godere di una magnifica veduta sulla città di Barcellona puoi recarti sulla collina del Tibidabo, dove oltre al belvedere si trovano anche la Chiesa o Tempio del Sacro Cuore e, in una zona adiacente, un parco divertimenti dal nome omonimo dotato di oltre una ventina di attrazioni fra montagne russe, ruota panoramica e l’ “Aviò”, che riproduce fedelmente il primo aereo che percorse il tratto Barcellona- Madrid.

31. Fondaciò Joan Mirò

Museo joan-Mirò barcellonaAll’interno del Parco di Montjuic si trova un altro museo imperdibile per chi ama l’arte: è la Fondazione o Fundaciò Joan Mirò in cui sono conservate oltre 10.000 opere del pittore e scultore catalano.

La sua inaugurazione risale al 1975, per iniziativa dello stesso Mirò. L’edificio, di stile moderno, ospita anche una biblioteca e un auditorium.

32. Museo di Arte Contemporanea di Barcellona

Museo-Arte-Contemporanea barcellona cosa vedereNon poteva mancare a Barcellona un museo dedicato all’arte visiva del XX secolo: nel quartiere di El Raval si trova infatti il MACBA, o Museo di Arte Contemporanea di Barcellona, che ospita opere dei più importanti artisti dediti alla pittura, alla fotografia, ai video e alle composizioni dell’ultimo secolo.

La struttura che accoglie il Museo, realizzata appositamente, è composta da un ingresso centrale da cui si diramano delle scale meccaniche da cui i visitatori possono raggiungere i vari ambienti dove sono esposte le opere.

33. Plaça Reial

Plaça-Reial cose da vedere a barcellonaTornando verso la Rambla, un altro dei punti di ritrovo soprattutto per la vita notturna, a causa dei numerosi locali, è la Plaça Reial, adornata da una fontana centrale e da numerose palme lungo il perimetro.

La piazza ospita anche alcuni eventi importanti come concerti e festival musicali come quello dedicato ai mariachi.

34. Gran Teatre del Liceu

Gran-Teatre-Liceu barcellona luoghi di interesseA due passi da Plaça Reial, sempre lungo la Rambla, puoi ammirare uno dei più antichi teatri di Barcellona, vale a dire il Gran Teatre del Liceu, fondato nel 1847 per ospitare principalmente opere liriche, balletti e concerti di musica classica.

Viene considerato come un simbolo di eleganza e di ritrovo per la borghesia locale.

35. Cattedral de la Santa Creu  i Santa Eulalia

Cattedrale di barcellonaIl duomo di Barcellona contrariamente a quello che molti pensano non è la Sagrada Familia ma una chiesa monumentale di stile gotico che si trova nel quartiere Barri Gòtic: è la Cattedral de la Santa Creu  i Santa Eulalia, quest’ultima patrona della città, che è stata realizzata tra il XIII e il XV, ad esclusione della facciata, dotata di portale e rosone centrale, eretta invece in un’epoca successiva.

36. Monumento a Cristoforo Colombo

Monumento-Cristoforo-Colombo cosa vedere a barcellonaAlla fine della Rambla spicca un monumento costituito da una colonna di ferro alta almeno 60 metri sulla cui cima è collocata una statua raffigurante Cristoforo Colombo.

Il monumento venne realizzato in occasione dell’Esposizione Universale del 1888 per iniziativa del mercante Ferrer per ricordare il grande navigatore genovese, che a Barcellona ebbe modo di incontrare il re di Spagna al ritorno di una sua missione.

Grazie ad un moderno ascensore, è possibile salire fin alla base della statua per ammirare un bellissimo panorama.

37. Centre de Cultura Contemporania

Centro-Cultura-Contemporanea cosa vedere a barcellonaVisitare Barcellona significa per molte persone fare una full immersion con la cultura locale: se anche tu desideri vivere questa esperienza ti consigliamo di andare a vedere il Centre de Cultura Contemporania, un vero e proprio spazio in cui si organizzano eventi, corsi, conferenze ed altre iniziative legate alla cultura urbana del Capoluogo Catalano.

Il centro si trova poco distante dal Mercato de La Bouqueria e da Plaça de Catalunya.

38. Casa Museo Gaudì

Museo-Gaudì barcellona cosa vedereAll’interno del Parco Guell si trova un’edificio che ospitò per oltre 20 anni Antoni Gaudì e che infatti è noto col nome di Casa Museo Gaudì.

Si tratta di una struttura su 4 livelli facente parte di un progetto più ampio che avrebbe dovuto vedere la realizzazione entro il Parco di una sessantina di abitazioni ad uso civile.

In realtà, ne vennero realizzare solo 2, di cui una appunto quella in cui andò ad abitare Gaudì, che dal 1963 è stata adibita a museo dedicato ad alcuni oggetti di design disegnati dal grande architetto.

39. CaixaForum Barcelona

CaixaForum barcellona cose da vederePer gli amanti della cultura è stato aperto, ai piedi del Montjuic, un moderno centro culturale, il CaixaForum Barcelona, che prende il nome dalla Fondazione La Caixa che lo ha realizzato.

L’edificio che ospita il centro venne realizzato per ospitare una fabbrica tessile dall’architetto modernista Josep Puig Cadafalc, anche se ha subito alcuni interventi di ammodernamento che hanno dotato la struttura di sale espositive, aule, un auditorium, una mediateca e numerosi spazi per mostre occasionali e permanenti.

40. CosmoCaixa Barcelona

CosmoCaixa barcellona cose da vedereA Barcellona, sempre per iniziativa della Fondazione La Caixa, c’è anche un Museo della Scienza denominato CosmoCaixa Barcelona.

Il museo si trova in una zona decentrata in direzione Tibidabo, ma merita senza dubbio una visita in quanto presenta una bellissima ricostruzione della Foresta Equatoriale Amazzonica con alcuni dei suoi principali abitanti, oltre che un planetario e altri laboratori in cui fare esperimenti di fisica, chimica e altre discipline scientifiche.

41. Aquario de Barcelona

Acquario-barcellona cosa visitareUn altro luogo dove andare con i bambini è quasi certamente l’Aquario de Barcelona, una struttura che si trova al Moll d’Espanya del Port Velle, presso la Città Vecchia.

L’acquario presenta una grande collezione di specie vegetali e animali marine: sono infatti oltre 35 le vasche, in cui potrai ammirare oltre 11.000 esemplari appartenenti a circa 450 specie diverse.

La struttura, inaugurata nel 1995, rappresenta una delle attrazioni recenti più visitate della città.

42. Monestir de Petralbes

Monastero-Pedralbes barcellona cose da vederePur collocato in una zona distante dal centro, rappresenta senza dubbio una delle architetture più interessanti da inserire nell’elenco di cosa vedere a Barcellona: è il Monastero o in catalano Monestir de Petralbes, fatto costruire nel 1326 da Re Jaime per sia moglie la Regina Elisenda de Montcada.

Lo stile della struttura è il gotico catalano ed essa è composta da una chiesa, da un convento in cui hanno soggiornato fino 1983 le monache appartenenti all’ordine delle Clarisse e un chiostro.

43. Torre Agbar

Torre-Agbar luoghi interesse barcellonaNei pressi dell’Avinguda Diagonal, ed esattamente in Plaça de Les Glories Catalanese, si trova un grattacielo moderno inaugurato soltanto nel 2005 e realizzato dall’architetto francese Jean Nouvel: si tratta della Torre Agbar, una spazio di oltre 144 metri, dotato di 38 piani in cui sono dislocati uffici e locali adibiti a servizi fra cui un auditorium.

Anche se il grattacielo non può essere visitato internamente, è comunque uno spettacolo vederlo esternamente in quanto la superficie è dotata di oltre 4.500 dispositivi Led che danno vita a numerose immagini luminose su tutta la struttura.

44. Parc del Laberint d’Horta

Parco del labirinto Barcellona da vedereUn’altra area vedere assolutamente da visitare a Barcellona è il Parc del Laberint d’Horta, situato un po’ al di fuori delle mete turistiche consuete ma sicuramente molto bello e piacevole da vedere.

Quello che molti però non sanno che questo è quasi certamente il parco pubblico più antico della città, realizzato nel 1802 dall’architetto italiano Domenico Bagutti.

Il nome è legato alla presenza di un grande labirinto ricavato fra bossi e cipressi, al cui interno sono presenti anche una statua di Eros e numerose decorazioni di stile neoclassico.

45. Teatre Nacional de Catalunya

teatro nazionale Catalonia cosa vedere a barcellonaTornando in zona centrale, esattamente in Plaça des Artes, si trova un teatro pubblico realizzato nel 1996 dal dipartimento della cultura catalano, che prende il nome di Teatre Nacional de Catalunya.

La particolarità di questo teatro è quella di ospitare ogni genere di spettacolo (prosa, danza, musica, ecc) ma il più delle volte in lingua catalana.

46. Jardì Botanic

Giardino botanico Barcellona da vedereSulla collina di Montjuic, oltre all’antico castello e alle strutture recenti realizzati per le Olimpiadi, si trova anche il Giardino Botanico Storico, o Jardì Botanic Historic, di Barcellona.

Il giardino è collocato in una zona molto particolare: occupa infatti uno dei due fori originati dall’estrazione di roccia di un’antica cava.

La sua realizzazione risale al 1930, per inziativa dle botanico Pius Font i Quer, il quale voleva realizzare una struttura che abbellisse la montagna.

47. Hospital de la Santa Creu i Sant Pau

Hospital da vedere a barcellonaUno dei più antichi ospedali di Barcellona, ubicato in un bell’edificio realizzato dall’architetto modernista Luis Domenech i Montaner, è Hospital de la Santa Creu i Sant Pau, che nel 1997 è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

La costruzione si trova nel distretto Guinardò e di recente è stato sottoposto a restauri per trasformare la struttura in museo.

48. Fondazione Antoni Tàpies

Fondazione-Antoni-Tàpies Barcellona cosa vedereA Barcellona cosa vedere per gli amanti dell’arte contemporanea non c’è che l’imbarazzo della scelta. Nel centralissimo quartiere dell’Eixample è stato infatti inaugurato nel 1990 un museo dedicato all’artista catalano Antoni Tàpies che prende il nome di Fondazione Antoni Tàpies.

L’edificio in cui è collocato il mueso è stato fra le altre cose realizzato dall’architetto modernista Lluis Domenech i Montaner.

49. Casa Vicens

casa-vicens-gaudi da vedere a barcellonaNel quartiere Vila de Gracias, nel Carrer de les Carolines, si trova uno dei primi edifici realizzati per uso civile dall’architetto modernista Antoni Gaudì: è la Casa Vicens, in cui si rintracciano già gran parte degli elementi stilistici ed architettonici che confluiranno poi nelle opere successive dell’artista, pur con alcuni elementi gotici, mediterranei e arabeggianti.

50. Museo del cioccolato

Museo della cioccolata Barcellona cose da vedereIn un ex convento agostiniano, risalente al 1200, ubicato nella Città Vecchia, si trova oggi un Museo molto particolare: si tratta del Museo del Cioccolato, fondato su iniziativa della Corporazione dei Pasticceri di Barcellona per di promuovere la tradizione pasticcera e cioccolatiera catalana.

Oltre a numerosi attrezzi usati fin dall’antichità per realizzare il cioccolato, potrai ammirare anche numerose statue di cioccolato raffiguranti opere come la Pietà Vaticana in dimensioni naturali.

Vedendo questa lista di cosa vedere a Barcellona è facile comprendere perché essa sia secondo numerose fonti una delle 15 destinazioni più visitate al mondo, insieme a Roma, Parigi, Londra e New York.

La città attira infatti oltre 4 milioni di turisti ogni anno, primato a cui hanno contribuito naturalmente anche eventi recenti come le Olimpiadi del 1992 e il fatto di essere stata elevata a scalo principale lungo il Mediterraneo per le grandi navi da crociera.





LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here