Marketing Plan Esempi

Preparare un marketing plan non è assolutamente facile, soprattutto se stai muovendo i primi passi in questo settore e se non hai grande esperienza in questa specifica materia.

Se tutti ormai sembrano aver capito l’importanza del business plan, purtroppo si parla ancora troppo poco del marketing plan: un documento altrettanto importante e che può essere davvero l’ago della bilancia tra un’azienda che sarà di successo (la tua) e una invece destinata a soccombere ancor prima che si aprano le danze.

All’interno del marketing plan dovrai inserire la tua strategia per ottenere nuovi clienti, fidelizzarli e acquisire sempre più quote di mercato, includendo attività e obiettivi quantificabili.

Un buon piano marketing è un autentico piano d’azione, in grado di delineare in modo dettagliato le modalità operazionali a livello commerciale dell’impresa che stiamo avviando.

Di seguito troverai la guida dei nostri esperti per preparare in 5 passi un piano marketing che funzioni, anche se è la prima volta che ne redigi uno.

1. Analizza il contesto

La prima sezione del tuo piano marketing deve essere una fotografia del mercato attuale e di come la tua azienda si posiziona nello stesso.

Ricordati che il pubblico di riferimento è diventato altamente segmentato e specializzato e che dunque avrai bisogno di un’analisi specifica della tua nicchia di mercato, che individui con l’esattezza massima possibile chi compra i tuoi servizi o i tuoi beni.

Descrivi il tuo mercato di riferimento, parla di come operano i tuoi concorrenti e individua il perché i clienti dovrebbero preferire il tuo prodotto rispetto a quello dei tuoi competitor.

Evidenzia i punti di forza e le debolezze del tuo progetto, individua le opportunità per il futuro e anche di quello che invece rappresenta una minaccia allo sviluppo della tua realtà commerciale.

Cosa offri al tuo target che possa garantirti un vantaggio competitivo? Cosa invece non riesci ad offrire, perché magari ti manca l’esperienza o il personale giusto per proporre taluni servizi o prodotti?

Successivamente sarà il turno della descrizione delle opportunità esterne che puoi utilizzare per crescere e far crescere la tua azienda, non senza analizzare anche quelle che possono essere le minacce all’espansione se non addirittura alla sopravvivenza della tua realtà commerciale.

È tutta una questione di posizionamento: per inserire nel mercato il prodotto e renderlo dominante, ti toccherà prima individuare le caratteristiche del tuo prodotto che lo rendono superiore, il mercato di riferimento con i concorrenti e i prodotti che magari, anche se non tuoi, stanno dominando il mercato.

2. Identifica i tuoi clienti

In questa sezione è fondamentale identificare quale bisogno vuoi soddisfare del tuo target.

Quando si parla di target solitamente si fa riferimento ad una segmentazione socio-demografica.

Cosa significa? Significa che dovresti in primis individuare i tuoi clienti analizzando il genere, l’età, la composizione familiare, il reddito, il luogo di residenza e il livello di istruzione.

Ma questo non basta. Devi chiederti se i tuoi clienti sono innovatori o conservatori, se sono leader o meno, se sono tipi introversi o estroversi. Devi chiederti se, quando e dove acquisteranno il prodotto.

Nel caso in cui il tuo business sia b2b, ovvero nel caso in cui tu stia vendendo beni o servizi alle aziende, potrai comunque profilare il target di riferimento parlando della grandezza dell’azienda, del mercato, del fatturato, di chi effettuerà effettivamente gli acquisti.

Più la nicchia è particolare, più dovrai preoccuparti di spiegarla agli altri e a te stesso: una nicchia particolare ha infatti diversi punti di criticità per chi vuole fare un buon piano di marketing, non dimenticarlo mai.

3. Fai una lista dei tuoi obiettivi di marketing

Cosa vorresti ottenere con la strategia di marketing? Vorresti aumentare le vendite? Vorresti farti conoscere da un pubblico più ampio?

Individuare gli obiettivi significa renderli misurabili.

Se quindi vuoi aumentare il volume delle vendite devi indicare di quanto. Se vuoi aumentare la brand awareness dovrai identificare dei KPI, cioè l’indice per monitorare l’andamento della strategia.

4. Sviluppa le tecniche e le tattiche comunicative per il tuo marketing

Il prossimo passo è forse il più importante, perché dovrai necessariamente tratteggiare, in questa sezione, quelle che saranno le strategie e le operazioni che costituiranno la tua campagna di marketing in senso stretto.

Un buon marketing plan deve organizzare tutte le fasi del ciclo della vendita, parlare della risposta al successo o all’insuccesso del mercato, individuare quali siano le strategie per arrivare ai nuovi clienti.

Dovrai parlare delle tecniche di marketing da utilizzare (AdWords, Facebook, Instagram, Radio..Come pensi di veicolare il tuo messaggio?) e non limitarti ad individuare le modalità del primo contatto, ma anche parlare di come pensi di trasformare il primo contatto in un nuovo cliente.

Dovrai parlare di tutte le tattiche che pensi di mettere in pratica per acquisire nuovi clienti, dal primo momento di contatto fino all’acquisto e… il post-vendita, perché una grande azienda non può che preoccuparsi della soddisfazione del cliente.

5. Definisci il budget

Far girare le proprie idee, acquistare spazi pubblicitari, creare campagne e magari assegnare qualcuno dei propri dipendenti alla gestione delle stesse sono operazioni che costano (e spesso neanche poco) e dunque dovrai, da bravo imprenditore e proprio come hai già fatto per il business plan (se non lo hai ancora fatto, crealo in 30 minuti: leggi come!), fare un prospetto per quanto possibile preciso dei costi che ti troverai a fronteggiare.

Una volta che avrai fatto una stima che ritieni credibile, aggiungi un 20% per le spese di emergenza che spesso emergono durante la gestione di qualunque tipo di piano, incluso quello di marketing.

Dopo che avrai parlato anche del budget, una volta che avrai capito di quanto denaro ci sarà bisogno per la campagna, potrai anche renderti conto di quanto ti costerà raggiungere gli obiettivi che ti eri preposto.

Per finalizzare il Marketing Plan e proporlo ad eventuali soci ed investitori scopri tutti gli strumenti di cui ti puoi avvalere per creare il giusto marketing mix per avere successo!





LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here