Ti appassiona il mondo delle vendite e delle trattative? Insomma sei un appassionato delle compravendite? Aprire un’agenzia immobiliare potrebbe essere il business giusto per te.

Seguici, scoprirai tutti i passi da compiere per aprire un’agenzia immobiliare redditizia e diventare un agente immobiliare di successo.


Come e perché aprire un’agenzia immobiliare di prestigio


Perché oggi aprire un’agenzia specializzata in immobili di pregio è una vera occasione?

Secondo il “The report – global luxury market insights” del 2020 il mercato immobiliare di prestigio in Italia continua ad attirare l’interesse di facoltosi acquirenti, attratti da 3 aspetti molto interessanti:

  • L’accesso a mutui con tassi di interesse ribassati;
  • L’accesso a crediti di imposta per le ristrutturazioni;
  • La possibilità di sfruttare gli immobili grazie agli affitti turistici.

Altro elemento da non sottovalutare è che la clientela di un’agenzia specializzata in questo settore appartiene ad un target altospendente che, nonostante la crisi, continua ad avere il medesimo tenore di spesa.

Ma per essere sicuro di muoverti sin da subito nel modo migliore ti consigliamo di affidarti a Maison Magnifique, i veri esperti in franchising del settore immobiliare di pregio in grado di aiutarti ad affinare le tue tecniche di vendita e di gestione del team, nonché di aumentare il portafoglio clienti.

Maison Magnifique ha, infatti, fatto del suo Metodo Maison Magnifique di valutazione scientifica degli immobili e del suo Metodo della Gestione del Team una vera e propria garanzia di successo, frutto della comprovata esperienza dei fondatori nel settore immobiliare nazionale ed estero. 

Ma ecco gli altri motivi per cui ti consigliamo di affidarti alla rete in franchising made in Italy Maison Magnifique:

  • La clientela è altamente selezionata e tendente a spendere grandi capitali;
  • Verrai assistito alla creazione di un portafoglio di contatti estremamente selezionati;
  • Verrà assicurato a te ai tuoi agenti immobiliari un percorso di alta formazione costante con affiancamento;
  • Avrai a tua disposizione gli strumenti di marketing digitale per far emergere la tua agenzia;
  • Sarai assistito della casa madre in ogni step della tua attività ma lasciandoti allo stesso tempo la piena autonomia operativa.

Per entrare a far parte del network degli specialisti degli immobili di pregio Maison Magnifique ti sarà necessario un investimento di 26.500€ + IVA comprendente di fee d’ingresso e una location di 80-100 mq in una delle maggiori città italiane, preferibilmente del Nord Italia.

Clicca qui per scoprire di più sull’offerta di Maison Magnifique e fare il primo passo per aprire la tua agenzia immobiliare specializzata in immobili di prestigio.

Scarica Subito la Brochure e Fatti Ricontattare Senza Impegno

Aprire un’agenzia immobiliare: le caratteristiche

Per capire come aprire un’agenzia immobiliare è importante prima capire quali sono le caratteristiche che renderebbero la tua attività immobiliare un vero successo.

L’agenzia immobiliare è l’azienda che fa da tramite tra il venditore di un immobile e i possibili acquirenti.

Dai contatti con i venditori, al disbrigo della burocrazia all’effettiva consegna della casa, queste sono le mansioni che ti verranno richieste.

In particolare in città densamente popolate, la competizione tra le agenzie sarà forte: per mantenere il controllo sul mercato dovrai essere creativo e accaparrarti i migliori annunci prima dei competitori.

D’altro canto però anche gli annunci saranno numerosi, quindi quello che ti consigliamo è di trovare la tua nicchia di mercato e di mantenerla il più saldamente possibile.

I dipendenti che lavoreranno per la tua agenzia dovranno disporre di un diploma di scuola superiore, e di un diploma per la mediazione immobiliare.

I corsi possono venire frequentati in tutte le scuole specializzate del territorio, ma l’esame finale deve essere sostenuto presso la Camera di commercio della provincia di residenza.

La giornata tipo dell’agente immobiliare è divisa tra i sopralluoghi delle case in vendita per ottenere gli annunci e i contatti con gli acquirenti, che vorranno vedere la proprietà prima di decidere l’acquisto.franchising immobiliare, agenzia immobiliare in franchising, aprire un'agenzia immobiliare

Se invece non sarai tu il diretto mediatore, il tuo ruolo di proprietario sarà di motivare i tuoi dipendenti, essere a conoscenza dei progressi delle vendite e curare il marketing della tua agenzia.

L’affidabilità della tua rete dovrà essere il tuo biglietto da visita: più annunci otterrai in una certa zona, e più vendite portate a buon fine totalizzerai, più i clienti saranno convinti a tornare da te o a consigliarti agli amici e ai familiari.

Perchè fornirsi di un business plan per aprire un’agenzia immobiliare?

Nessun esercizio commerciale può sperare di reggersi in piedi senza un business plan. Per essere certo di avere chiari obiettivi e strategie da sviluppare, dovrai essere meticoloso nel curare il business plan (qui trovi come fare).

Il business plan non servirà solo a te per capire come orientare le scelte dell’azienda, ma anche ai dipendenti per sapere su quali aspetti puntare, quali migliorare e a quale target devono riferirsi.

Un buon business plan, semplice ma completo, può essere così brevemente descritto:

  • Descrizione dell’attività e del contesto in cui intende operare, devi conoscere tutti gli aspetti dell’attività e il luogo in cui opererai (se lavori in una città universitaria i clienti saranno prevalentemente studenti che resteranno pochi anni in affitto, se intendi puntare ad una località di mare potresti averne molti di più interessati ad appartamenti da utilizzare solo in estate, e così via).
  • Strategie e posizionamento nel mercato collettivo; questo aiuta fornitori e dipendenti a valutare le possibilità di crescita. Devi conoscere le aziende concorrenti e sapere su quali target stanno battendo, per scoprire se hanno lasciato qualche nicchia scoperta ed eventualmente accaparrartela.
  • Piano operativo: traduci le tue idee in pianificazioni a disposizione dei dipendenti e dei clienti.
  • Struttura e management: se intendi avvalerti di collaboratori dipendenti, dovrai assegnare ad ognuno ruoli e compiti, ognuno con responsabilità e stipendi diversi.
  • Risorse e finanziamenti: come conti di ottenere il denaro necessario ad avviare l’attività? Quale cifra ipotizzi ti servirà per la copertura finanziaria? Vorrai approfittare di un’apertura in franchising?
  • Proiezioni di risultato: segnala con chiarezza l’obiettivo che ti vuoi porre e quanto tempo hai a disposizione per raggiungerlo, coerentemente con la redditività dell’azienda che avvierai.

Quanto conta la location?

Nel caso delle agenzie immobiliari la posizione non gode di una importanza vitale. Chi entrerà nel tuo ufficio non lo farà attirato da una scelta impulsiva durante una passeggiata, ma si rivolgerà a te in base alle esperienze avute da amici, familiari e conoscenti.

Chiaramente, disporre di un bell’ufficio con uno spazio per far parcheggiare i clienti sarà utile,

ma la vera firma sarà la tua capacità di dimostrare il tuo talento e le tue vendite.

Gli interni invece devono ispirare fiducia e professionalità, dopotutto stiamo pur parlando di una attività che tratta compravendite di un certo valore.

Quanto costa aprire un’agenzia immobiliare? Dalla progettazione alla gestione

La prima spesa che dovrai sostenere è dettata dalla necessità di ottenere il diploma di agente immobiliare. A seconda del prestigio della scuola, dell’esigenza di frequentare lezioni diurne, serali o telematiche, il costo si aggirerà tra i 500 e i 1000 euro, inclusa l’iscrizione all’esame di abilitazione.

Poi dovrai trovare l’ufficio in cui collocare la sede della tua agenzia. I prezzi sono estremamente variabili, a seconda della zona che ti interessa, dell’ampiezza dello stabile e della necessità di affittarlo o acquistarlo.

Lavorerai molto con internet e con il telefono, quindi fornisci l’ufficio di una linea efficiente.

Valuta il numero di dipendenti che intendi assumere, perché per ognuno, a parte lo stipendio, dovrai tenere conto dei rimborsi per i trasporti dall’agenzia alle abitazioni da controllare e mostrare ai clienti.

Per il primo anno, mentre creerai la tua rete di clienti fidati, è improbabile pensare di ottenere dei veri guadagni. È più probabile che dovrai sforzarti di mantenere il pareggio di bilancio.

Successivamente, le spese fisse mensili si stabilizzeranno in affitto, bollette, marketing e dipendenti, ma avrai anche maggiori entrate dovute alle vendite e alle commissioni.

Aprire un’agenzia immobiliare: quanto si guadagna?

L’agenzia immobiliare guadagna essenzialmente dalle commissioni applicate alle vendite. Le percentuali sono variabili a seconda della quantità di lavoro svolto per ogni vendita e per il tipo di immobile piazzato.

Tipicamente la commissione si aggira tra il 5 e il 6% per abitazioni familiari e sull’1-2% per aree industriali e commerciali.

La commissione va divisa tra l’agente di vendita e l’agente di acquisto, o dalla stessa persona se riveste entrambi i ruoli rinunciando al conflitto d’interesse.

La capacità di creare una vasta rete di contatti è essenziale per l’andamento della tua agenzia immobiliare: l’acquisto di una casa non avverrà di certo ogni anno per ogni famiglia. Essendo eventi piuttosto rari, dovrai disporre di un ampio parco clienti su cui fare affidamento.

Perché scegliere un franchising immobiliare?

Se il tuo budget non è elevato o è la prima volta che provi la strada delle agenzie immobiliari, potrebbe essere utile affidarti ad una società che consente l’affiliazione tramite franchising.

A discapito della crisi economica, il mondo dei franchising è in costante crescita in Italia. E le attività che nascono da questa tipologia contrattuale sono le più stabili a lungo termine.

Se deciderai di aprire un’agenzia immobiliare in franchising potrai godere della notorietà di un brand già conosciuto, e in più:

  • Affronterai spese molto meno onerose.
  • Acquisirai una clientela già fidelizzata che conosce il marchio.
  • Potrai godere di un periodo di formazione prima di aprire la tua agenzia.
  • Avrai assistenza prima, durante e dopo l’attività di vendita.
  • Non dovrai occuparti degli allestimenti.
  • Non dovrai investire ingenti somme in pubblicità, anzi un grosso franchisor potrebbe garantirti una copertura promozionale piuttosto ampia.

Insomma, i vantaggi di appoggiarti ad un franchising sono tanti e sappi che ne esistono per tutti i gusti. Non perdere altro tempo e fai subito il nostro quiz!

Redazione di Intraprendere
La redazione di Intraprendere è formata da un team specializzato in ogni aspetto riguardante il mondo dell’imprenditoria: da come acquisire il giusto mindset per iniziare alle migliori tecniche per promuovere il tuo business.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here