come fare pubblicità su google, sponsorizzare su google, google ads

Sono sempre più le aziende, i liberi professionisti, i blog e gli e-commerce che decidono di aumentare il traffico di utenti e di futuri clienti, attraverso la pubblicità sui motori di ricerca. Ma come fare pubblicità su Google? 

Da diversi anni Google mette a disposizione di coloro che vogliono pubblicizzare la propria attività, i propri servizi, o il proprio sito web sul motore di ricerca, uno strumento ad hoc: Google Adwords (oggi si chiama Google Ads). 

Questa è una piattaforma che permette di creare diversi tipi di annunci pubblicitari che poi compariranno in prima pagina durante le ricerche degli utenti su Google, oppure sotto forma di banner all’interno nei siti web dei publisher iscritti al programma pubblicitario di Google Adsense.

Google AdWords quindi è una piattaforma messa a disposizione di tutti coloro che vogliono raggiungere uno spettro più ampio di utenti mediante la pubblicità diretta sul motore di ricerca.

Il sistema a pagamento proposto da Google Adv, migliora la visibilità sui motori di ricerca, ma non solo, ti aiuta a raggiungere un maggior numero di utenti interessati alla tua area di lavoro o di servizio, mostrando l’annuncio o banner nel momento in cui svolgono una ricerca specifica. 

Anche se molto utile, sono ancora in molti a non sapere esattamente come funziona Google Adwords e come sfruttarlo al fine di pubblicizzare un’attività, un prodotto o servizio.

Continua a leggere per saperne di più.

Come fare pubblicità su Google: le caratteristiche di Google Adwords

Oggi fare pubblicità su Google è il modo migliore per riuscire a mettere in risalto la tua attività e ottenere nuovi clienti. Infatti, secondo alcune ricerche, le persone passano la maggior parte del loro tempo online, ecco perché questo mezzo si raffigura in certi casi più efficace rispetto a una campagna sui giornali, o sui tabelloni pubblicitari.

Scegliere di fare pubblicità su Google potrebbe non solo essere più produttivo ma anche meno costoso.

Infatti, quando decidi di utilizzare questo strumento puoi scegliere di impiegare diversi strumenti pubblicitari, ma puoi anche impostare il budget, la localizzazione, analizzare la tipologia di annuncio migliore e controllare costantemente i costi.

Chi ottiene maggiori vantaggi da questo mezzo pubblicitario? Questo strumento si adatta sia alle piccole imprese, ai negozi che hanno una vetrina online, agli e-commerce, ai liberi professionisti, agenzie di servizi e infine, anche alle grandi aziende.

La sua versatilità è data, appunto, dal sistema di controllo del budget e al pagamento in PPC ossia Pay Per Click.

Il sistema Pay per Click prevede che l’inserzionista paghi nel momento in cui l’utente che vede l’annuncio o il banner pubblicitario sceglie di cliccare su di esso.

Quindi non si paga in base a quante persone visualizzano l’annuncio ma in base a quanti interagiscono realmente con esso. Questa è una delle caratteristiche migliori di Ads e uno dei motivi del suo successo tra chi vuole pubblicizzarsi online.

Google Ads non è solo uno strumento per farsi pubblicità mediante il pay per click, ma è anche uno strumento di analisi e di modifica dei modelli pubblicitari davvero molto influente. Google, come ben sai è uno dei motori di ricerca più utilizzati, gli utenti cercano attraverso il suo motore di ricerca informazioni, servizi e prodotti. Quindi vedere un annuncio ben posizionato, infonde nel potenziale cliente, un senso di fiducia, e permette al contempo all’azienda di avere uno spettro di utenti più ampia. 

Per riuscire a intercettare questi utenti, però, c’è bisogno di strumenti pubblicitari adeguati e di una strategia di web marketing. Google dunque viene in aiuto ai suoi inserzionisti con una serie di strumenti di analisi, con diverse possibilità di pubblicizzazione, con vari mezzi per la visibilità tutti legato a specifiche parole e frasi chiave, che rappresentano la Search Intent degli utenti.

La Search Intent, identifica quali sono le intenzioni di ricerca degli utenti, quali sono le parole chiave più cercate in base alla tua categoria, e quali le keyword migliori per raggiungere i tuoi potenziali clienti.

Per conoscere quali sono le loro ricerche, Google mette a disposizione su AdWords, il suo programma per le parole chiave Keyword Planner, e tantissimi altri strumenti necessari a rendere la tua campagna pubblicitaria realmente efficace. Ma vediamo insieme come puoi iscriverti e iniziare a utilizzare il sistema adv di Google.

Google Adwords: come iscriversi

Una delle cose più semplici per fare pubblicità su Google è sicuramente l’iscrizione al programma di Ads. Per effettuare l’iscrizione non devi far altro che andare su Google Adwords.

Arrivato sulla pagina iniziale della piattaforma puoi scegliere di iscriverti cliccando su Provalo Ora, o se non sei sicuro di come utilizzare questo strumento puoi chiamare anche al numero verde di Google, che ti aiuterà ad aprire il tuo profilo e ad avviare la tua prima campagna.

Per iscriverti basterà cliccare su Provalo Ora o su Sign In che si trova in alto a destra.

Dopodiché, ti verrà richiesto il tuo indirizzo mail e l’URL del tuo sito web, necessario per creare realmente una pubblicità produttiva.

Dopo aver inserito tutte le informazioni e ricevuta la mail di conferma dell’iscrizione da parte di Google, dovrai impostare la tua prima campagna.

E qui le cose si fanno un po’ più complesse, ma vediamo insieme come creare una campagna adwords.

Come impostare la prima campagna Adwords per fare pubblicità su Google

Come fare pubblicità su Google, se non imposti una specifica campagna? Semplice non si può, gli strumenti di Adwords sono necessari per riuscire a farti pubblicità e ottenere dei riscontri positivi dagli utenti che navigano online.

La prima cosa che devi fare per impostare la tua inserzione è dare un nome alla campagna, in questo modo se gestisci più inserzioni pubblicitarie saprai quale fa riferimento a un prodotto e quale ad un altro.

L’impostazione del budget è molto utile per sapere quanto spenderai durante la campagna. Inoltre, puoi sempre scegliere di aumentare o diminuire il budget, anche dopo l’avvio della campagna pubblicitaria.

Dopo che hai assegnato un nome alla tua campagna, Adwords ti chiede di impostare un budget limite giornaliero.

più alto sarà il budget più alte saranno le possibilità di visualizzazione della campagna dagli utenti.

Naturalmente, se in quella giornata Google mostra l’annuncio a 1000 persone e cliccano solo 10, pagherai solo quei dieci click, e non l’intero budget stabilito per la giornata.

La stabilizzazione del budget serve  a Google, per fermarsi nel momento in cui il numero di click effettuati dagli utenti raggiunge il limite massimo imposto.

Scegliere il tipo di campagna in base al prodotto

Per fare pubblicità su Google in modo corretto è necessario scegliere in modo accurato il tipo di campagna che vuoi fare sul suo circuito. Ne esistono diversi, puoi scegliere infatti di impostare un annuncio finalizzato:

  • Alla vendita
  • Alla raccolta di contatti
  • Per attrarre gli utenti a navigare sul sito

In base al tipo di campagna che scegli Google agirà di conseguenza cercando di mostrare l’annuncio in modo tale da raggiungere l’obiettivo che hai impostato.

Più saranno le impostazioni di Google Adwords che scegli, maggiori saranno gli strumenti di analisi e di gestione della campagna che utilizzi, favorendo le possibilità di raggiungere i tuoi obiettivi di campagna.

Oltre alla scelta dell’obiettivo da raggiungere sarà, infatti, la stessa piattaforma a chiederti di impostare altri specifici dettagli come:

  • Scegliere il target di riferimento. Quindi il range di popolazione che vuoi raggiungere (trovi qui una guida accurata sul target).
  • Definire il tipo di annuncio che desideri mostrare se display o di ricerca. L’annuncio display è sia visuale che testuale e viene mostrato sui banner di Google Adsense, per i siti che hanno aderito al programma. Se invece imposti la rete ricerca, allora il tuo annuncio verrà mostrato tra le prime posizioni di Google, come un vero e proprio risultato di ricerca tradizionale. L’unica differenza è che sul fianco troverai la dicitura “Ann.”
  • Scegliere la località degli utenti che vuoi raggiungere. Puoi fare sia una pubblicizzazione mirata, ad esempio solo su Roma o su Milano, sia una localizzata in tutta Italia. Il tutto in base ai tuoi obiettivi di al servizio o prodotto che proponi.
  • Stabilire le parole chiave. Questa è una scelta importante, perché ti permette di inserire tutte quelle parole di ricerca che vengono utilizzati dagli utenti che sono interessati a un’attività o a un servizio come il tuo.

Per fare la ricerca delle parole chiave, come ti ho accennato, Google mette a disposizione il servizio di Keyword Planner, lo trovi tra i tuoi strumenti sulla barra principale di Adwords.

Con questo pianificatore puoi inserire una o più parole chiave che identificano la tua attività e poi scegliere quelle che hanno una maggiore ricerca o attinenza, per riuscire a raggiungere un pubblico mirato.

Inizialmente puoi inserire circa 20 parole chiave per un gruppo di annunci, ma nel corso della campagna adv, puoi sempre modificarle, eliminarle o aggiungerne altre. Infatti, sarà stesso Google Adwords a farti vedere quali sono le keyword che funzionano meglio e a suggerirtene altre da inserire per migliorare il successo della tua campagna.

Tutte queste impostazioni sono essenziali per rendere la campagna pubblicitaria realmente utile ai tuoi scopi di vendita o di raccolta dei contatti.

L’importanza dell’annuncio sulla campagna Adwords

Una volta che hai inserito tutte le impostazioni, devi scrivere il tuo annuncio, questa è la parte che spesso spaventa gli inserzionisti. L’uso di un’immagine, o del testo (in base alla campagna scelta) è quello che ti permette di attrarre realmente i tuoi futuri clienti o contatti.

Negli annunci testuali Google permette di scrivere due frasi brevi una in evidenza (il title), e l’altra come descrizione.

Con circa 200 caratteri devi riuscire dunque a dire chi sei, cosa fai e perché ti dovrebbero contattare, o cercare una frase che li attragga.

Se senti che questo passo sia problematico per te, non ti scoraggiare puoi affidarti a un esperto di Seo e SEM in grado di aiutarti a creare un annuncio che possa far presa nei potenziali utenti e che venga premiato da Google.

Scelto il title e la descrizione dell’annuncio, devi collegarlo ad una landing page del tuo sito che sia assolutamente coerente con quanto descritto nell’annuncio, pena una penalizzazione da parte di Google.

Infatti, prima di iniziare a usare Google Ads ti consiglio di studiare attentamente l’intero piano di strategico a partire dal target sino ad arrivare a definire gli obiettivi che vuoi raggiungere, in questo modo potrai strutturare una landing page che ottimizzi al massimo i risultati della tua campagna.

Come fare pubblicità su Google: l’importanza di Google Adwords

La chiave per riuscire a fare una pubblicità efficace e di successo è trovare il metodo giusto per trasmettere quante più informazioni possibili al tuo cliente, riuscendo comunque a mantenere al minimo i costi della campagna. 

Impostando al meglio tutti i dettagli di una campagna di Google Adwords, sarai in grado di ottenere il massimo mantenendo comunque bassi i costi della campagna.

Per iniziare puoi impostare un budget pubblicitario tra i 2 ai 5 euro al giorno, in questo modo sarai in grado di fare un test e capire quali sono gli annunci che funzionano meglio, le parole chiavi che generano più traffico, vendite o contatti.

Google Adwords dev’essere una parte importante della tua strategia di web marketing. Una volta impostata la campagna, devi ricordarti di controllare il suo andamento, in questo modo potrai attuare le giuste modifiche per generare un maggior numero di clic e conversioni.

Se vuoi conoscere meglio tutte le impostazioni di Google Adwords puoi scegliere di migliorare le tue capacità seguendo il corso dell’Academy Ads messo a disposizione gratuitamente da Google. Seguendo questo percorso riuscirai a comprendere al meglio come sfruttare Google Adwords e alla fine otterrai anche la certificazione relativa al superamento dei test e dei mini esami dell’Academy.

Conoscere bene e studiare affondo tutto il set di strumenti per la gestione delle campagne pubblicitarie, guardando i tutorial, e seguendo un corso specifico sarai in grado di ottenere maggiori benefici facendo pubblicità su Google. 

Adesso che sai come fare pubblicità su Google possa rappresentare un’ottimo mezzo per farsi conoscere ma limitando le spese non ti resta che leggere subito le altre 22 idee di marketing low cost.





LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here