aprire un negozio di giocattoli - franchising giocattoli

Il negozio di giocattoli era la Mecca di tutti noi, da bambini. Forse anche da adulti siamo rimasti incantati dai colori e dalla magia, se ci siamo andati per cercare un regalo.

Ad oggi, esistono tipologie di negozi di giocattoli di tutti i tipi: da quelli tradizionali della grande distribuzione a quelli che curano solo prodotti artigianali, dai negozi fisici a quelli online.

Se sei interessato a sapere come aprire un negozio di giocattoli, questo è l’articolo giusto da leggere.

Vendita giocattoli: tutte le tipologie di negozio

Attualmente si può pensare di aprire un negozio di giocattoli molto diverso da quello che abbiamo tutti in mente comunemente. Possiamo riassumere in questo schema i principali tipi di negozi per giocattoli:

  • Generalisti, in grande distribuzione: sono i negozi più spesso collegati ad un franchising, trattano una grande varietà di articoli contemporanei, che seguono le mode e i gusti del proprio periodo e del proprio luogo.
  • Vintage, di nicchia: sono più rari, ma potrebbe essere un settore interessante. Si collega spesso alla professione di restauratore e di collezionista, la clientela più frequente sarà appunto quella degli appassionati, più che dei bambini e delle loro famiglie.
  • Specializzati in una tipologia di giocattoli: potresti pensare di vendere solo pelouche, o solo giochi da tavolo, o solo giochi educativi, o solo videogiochi. Ogni categoria di prodotti ha un target più o meno specifico interessato all’acquisto: starà al tuo talento imprenditoriale studiare l’ambiente in cui vorrai aprire per capire se puntare più su bambini piccoli e famiglie o più su appassionati di certe tipologie di intrattenimento. Una delle tipologie più interessanti (e sempre più ricercate dai consumatori) è appunto quella dei negozi di giocattoli educativi: pur con un costo leggermente più elevato della norma, mirano a sviluppare competenze e abilità, stimolando la curiosità e proponendo sempre nuove sfide. Si possono vendere giocattoli educativi per tutte le età, dai neonati agli adulti, e gli studi hanno individuato possibilità di rallentare l’invecchiamento mentale e alcune malattie degenerative come l’Alzheimer.
  • Negozi di giocattoli online: è sempre più frequente che gli acquisti quotidiani vengano fatti online, più che in un negozio fisico. Potresti pensare di iniziare questo tipo di attività, o di affiancarla a quella del negozio tradizionale (scopri qui come fare).

Anche per i giocattoli, non dimenticare il business plan

La magia dei giocattoli e dei bambini che li amano è storica. Ma la tua impresa non può mantenersi stabile solo sul sentimento: dovrai studiare con accuratezza un business plan per pianificare al meglio la tua futura attività e limitare danni ed eventuali cattive sorprese.

Si può riassumere un business plan in 6 punti chiave:

  1. Descrizione del business e dell’ambiente: devi spiegare cosa intendi fare con la tua azienda, che tipo di prodotti vuoi vendere, con quale strategia (negozio fisico, online o misto), per quale pubblico. Indaga sui concorrenti in zona: ci sono molti altri negozi di giocattoli? O sono stati subissati dai grandi supermercati che hanno un reparto giocattoli? In città vivono più famiglie con figli piccoli, interessati a giocattoli come puzzle, pelouche e bambole, o più adolescenti, appassionati di videogiochi? Rispondere a queste domande ti permetterà di pianificare le strategie da adottare.
  2. Strategie e posizionamento: stabilisci come vuoi perseguire i tuoi obiettivi imprenditoriali, scopri se è più saggio aprire un negozio di giocattoli generalista o specializzato in una nicchia particolare.
  3. Piano operativo: devi tradurre il tuo pensiero strategico. Questa parte del business plan è il suo vero cuore, ed è necessario che fornitori e dipendenti la condividano per aiutarti a farla arrivare alla meta.
  4. Struttura e management: se la tua attività sarà abbastanza grande e florida da sostenere i costi, dovrai prevedere uno staff. Crea un organigramma che chiarisca i ruoli di ogni dipendente.
  5. Le risorse di finanziamento: i negozi di giocattoli non sono attività dalla gestione più costosa di qualsiasi altro negozio. La vera spesa sarà quella iniziale, il primo rifornimento di merce prima dell’apertura. Come intendi coprire queste prime spese? Vorrai chiedere un prestito o un leasing? Vorrai entrare in un bando per la creazione di piccole imprese? Affidarti ad un franchising? In quanto tempo pianifichi di rientrare dei prestiti ed iniziare a guadagnare?
  6. Proiezioni e produttività: stabiliti questi punti preliminari puoi passare a porti degli obiettivi periodici da raggiungere, in linea con la produttività della tua azienda. Ricorda che piccoli obiettivi frequenti sono più motivanti e facili da perseguire di un solo macro-scopo lontanissimo.

Dove aprire un negozio di giocattoli?

A seconda del target a cui vorrai mirare, dovrai studiare la giusta posizione per il tuo negozio di giocattoli.

Avere uno spazio per il parcheggio, in una zona facilmente raggiungibile, sarà sempre un’ottima idea.

Se intendi puntare ad una classica clientela infantile, potresti aprire nei pressi di parchi pubblici, oratori, scuole. Se miri ai clienti più adulti, magari collezionisti, puoi informarti sulle sedi di associazioni e circoli culturali dedicati nei paraggi per accaparrarti una posizione di vantaggio sui concorrenti.

Quanto costa aprire un negozio di giocattoli? Dall’apertura alla gestione

Come già accennato, il negozio di giocattoli non avrà spese di gestione molto diverse da qualsiasi altra tipologia di attività commerciali.

Una lista minima può essere composta da:

  • Affitto e bollette.
  • Stipendio dei dipendenti.
  • Licenze per la riproduzione di musica o filmati protetti dal diritto d’autore.
  • Rifornimento del magazzino.

Diverso invece il discorso se parliamo dell’apertura. Più che dell’affitto dei locali o delle spese di apertura di un’attività (partita IVA, richiesta della certificazione SCIA per le aziende, iscrizione alla Camera di commercio, all’INPS e all’INAIL), dovrai preoccuparti del primo rifornimento.

Stai attento alla qualità!

I giocattoli sono merce costosa: i consumatori sono disposti ad acquistarla per la fiducia che ripongono nelle varie marche per soddisfare le esigenze e i desideri propri e dei propri figli.

Il primo magazzino che dovrai allestire sarà piuttosto costoso, non c’è che dire, nonostante la vendita in all’ingrosso per le aziende.

Puoi pensare di importare la merce da paesi dove il costo è minore, come l’Asia, ma dovrai essere assolutamente certo di acquistare oggetti in regola con le certificazioni di sicurezza: le sanzioni per chi aggira queste normative sono, giustamente, molto salate!

Le possibilità di guadagno

I guadagni dei negozi di giocattoli derivano ovviamente dalle vendite. In alcuni periodi dell’anno, come il periodo natalizio, vedrai impennarsi il flusso di clienti che entrerà nel tuo negozio.

Potrebbe non essere lo stesso per il resto dell’anno: spetterà al tuo talento imprenditoriale come riuscire a riempire questo vuoto.

Più ti dimostrerai affidabile e competente, più riuscirai a consigliare gli acquirenti e a proporre sempre nuovi prodotti, più sarà probabile vederli tornare anche nei mesi di bassa affluenza naturale.

Come aprire un negozio di giocattoli in franchising

Viste le grandi spese iniziali di questa attività, potrebbe essere conveniente affidarsi ad un franchising che abbia già creato un brand facilmente riconoscibile dalla potenziale clientela.

Ma perché aprire un negozio di giocattoli in franchising?

  • I fornitori ti verranno presentati dall’azienda madre.
  • Potrai affidarti alle loro competenze per l’assistenza prima e dopo l’apertura del punto vendita.
  • Non dovrai pensare alle spese di promozione dell’attività.
  • La clientela sarà già affezionata al marchio.
  • La spesa iniziale sarà molto più contenuta rispetto a quella da affrontare per un’apertura da zero.
  • Riceverai direttamente dal franchisor gli arredi e allestimenti del tuo punto vendita.
  • Potresti vederti assicurata l’esclusività territoriale.

Il franchising è un mercato in netta crescita ormai da anni, che ha attraversato quasi indenne la crisi economica. Fai il nostro quiz e scopri quale potrebbe essere l’attività giusta per te!





LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here