affiliate marketing
data-full-width-responsive="true">



In molti ci promettono guadagni attraverso il Web. Ma quanti realmente sanno come monetizzare su internet? Ad esempio hai mai sentito parlare di affiliate marketing?

Patti chiari e amicizia lunga. L’affiliate marketing non è una promessa di guadagno facile. Dietro a questa strategia esiste tutto un lavoro ed una metodologia che richiedono costanza ed applicazione.

Inoltre bisogna fare molta attenzione a non confonderlo con il semplice advertising. Hai presente Google Ads? Ecco, questo è un tipico strumento di advertising. Iscrivendoci alla piattaforma otterremo un codice da inserire all’interno del nostro sito o blog, e grazie ad esso inizieranno a comparire ai bordi delle schermate visualizzate dai nostri visitatori dei banner pubblicitari.

Se gli utenti cliccheranno su questi ultimi potremmo ottenere del commissioni per i loro click e per tutte le seguenti azioni che genereranno.

Affiliate marketing: come funziona?

La prima domanda che bisogna porsi è: cosa significa affiliate marketing?

Come avrai già facilmente intuito tutto ruota intorno al concetto di affiliazione. Spiegato in maniera molto semplice, ci affilieremo ad un’azienda e promuoveremo i suoi prodotti attraverso determinate tecniche.

Nell’affiliate marketing i soggetti coinvolti saranno tre:

  • L’advertiser: l’azienda che mette a disposizione un annuncio;
  • Il publisher: colui che promuove l’annuncio attraverso i canali comunicativi a sua disposizione;
  • Il consumatore finale: colui che, attratto dall’annuncio, effettua una conversione (che sia un acquisto o il rilascio dei propri dati).

Tra i protagonisti dell’affiliate marketing, noi andremo ad occupare ovviamente il ruolo di publisher. Il punto però è ora comprendere come iniziare a fare affiliate marketing? Dove troveremo le aziende interessate alle nostre promozioni dei loro prodotti?

Potremo percorrere due strade differenti. La prima molto più irta e difficoltosa, prevede di contattare direttamente le varie compagnie e proporre i nostri servizi. Sarà piuttosto complicato affiliarsi secondo questa modalità se saremo alle prime armi, poco conosciuti e soprattutto con poca visibilità.

La seconda opzione, molto più semplice e la più comune in rete, è quella di affidarsi ad un network di affiliazione, il quale potremmo definirlo come un vero e proprio intermediario.

Esistono su internet tanti siti che svolgono questa funzione, come ad esempio lo stesso Amazon, e che metteranno noi publisher direttamente in contatto con le aziende interessate a promuovere i propri prodotti.

Qualcuno dice che nella vita tutto ha un prezzo. Forse nel mondo reale questa affermazione non risulterà completamente veritiera, ma nella rete poco ci manca. Tutta questa filosofia per dire che naturalmente il network di affiliazione chiederà una commissione per i suoi servizi.

Come guadagnare con affiliate marketing?

Se sei ancora lì a spremerti le meningi intorno alla domanda “affiliate marketing: cos’è?” non temere. Cercherò di chiarire ogni tuo dubbio passando dalla teoria alla pratica.

Il primo aspetto fondamentale per avviare l’affiliate marketing è essere presenti in qualche modo sul Web. Potremmo avere un nostro sito, un blog, oppure semplicemente sfruttare i nostri canali social, oppure il cosiddetto e-mail marketing.

È doverosa una premessa: le aziende sono tendenzialmente incentivate ad affidare la promozione dei loro prodotti a quelle presenze già consolidate sul Web. Per un advertiser è molto più semplice analizzare un sito o un blog, piuttosto che affidare le promozioni dei propri prodotti ad un qualunque utente attivo sui social.

Infatti non è il numero di like o di follower che interesserà l’azienda, ma la capacità di conversione che potremo garantire attraverso la nostra visibilità.

Scendiamo ora nel dettaglio delle dinamiche dell’affiliate marketing. Una volta stretto un rapporto di affiliazione il network, oppure direttamente l’azienda (nel caso fossimo stati così bravi da surclassare l’intermediario) ci fornirà uno “script” (codice) da inserire nel nostro sito o blog.

Se utilizzassimo solo i social utilizzeremo semplicemente un link che rinvierà l’utente alla landing page dell’advertiser.

Come si converte un utente in guadagno? Nell’affiliate marketing si generano i profitti secondo le seguenti modalità:

  • CPA ovvero cost per action. Per ogni operazione di acquisto che un utente compirà attraverso il nostro sito otterremo una percentuale;
  • CPL ovvero cost per lead. In questo caso si indica un utente che partendo dal nostro sito “atterra” sulla landing page dell’advertiser e lascia i propri dati di contatto (la lead per l’appunto). La commissione che viene attribuita per questa operazione è fissa;
  • CPM ovvero cost per impression. Ogni mille visualizzazioni viene corrisposta una piccola commissione.
  • CPC ovvero cost per click. La remunerazione scatta nel momento in cui un utente clicca e giunge sulla pagina web dell’advertiser.

Scegli il network di affiliazione

Ora che abbiamo compreso il funzionamento tecnico dell’affiliate marketing, dobbiamo comprendere come scegliere il network di affiliazione.

Quali sono quelli maggiormente remunerativi? Indubbiamente quelli legati alla tecnologia, i quali possono offrire delle commissioni molto alte anche fino al 75%. Tuttavia si possono anche tenere in considerazione altri settori, come ad esempio quello degli e-book, e dei software.

Una delle cose più importanti nella scelta delle affiliazioni è cercare di scegliere sempre prodotti che si conoscono molto bene. Se volessimo essere molto pignoli, potremmo acquistare il prodotto, testarlo e poi offrire ai nostri utenti una recensione completa.

Affiliate Marketing: come rendersi appetibili

Perché gli utenti dovrebbero scegliere proprio i prodotti da noi pubblicizzati? Per far cadere i naviganti nella nostra rete dovremmo essere in primis dei bravi comunicatori. Non possiamo esimerci dal conoscere le tecniche di copywriting, e almeno le basi della Seo.

Non sai cosa sia la Seo? Scoprilo con questa semplice ed intuitiva infografica.

Tornando al concetto di copywriting, scrivere su internet secondo i parametri di leggibilità richiesti dalla rete aumenta il traffico organico e le possibilità di indicizzazione. Cosa significa?

Con il termine “traffico organico” si indicano tutti quegli utenti che giungono sul nostro sito o blog autonomamente. Quando ciò accade, molto probabilmente significa che le nostre pagine sono ben indicizzate, ed i motori di ricerca le inseriscono ai primi posti delle loro pagine di ricerca.

Maggiore visibilità è sinonimo di tanti cybernauti sul nostro sito e di un vertiginoso aumento del tasso di probabilità che essi clicchino sui nostri banner e vengano “convertiti” in profitto.

Per aumentare la nostra celebrità sulla rete e sfruttarla ai fini dell’affiliate marketing,oltre alla SEO potremmo ricorrere anche alla SEM. Quest’ultima si contraddistingue per essere un’attività a pagamento, nella quale i nostri prodotti verranno indicizzati versando un canone ai motori di ricerca.

Hai presente quando utilizzi Google e compaiano link sponsorizzati affini alla tua ricerca? Ecco dietro quell’annuncio c’è qualcuno che si è avvalso della SEM!

Un ultimo consiglio affinché l’affiliate marketing sia vincente:

non far diventare il tuo sito un accozzaglia di link e banner.

L’user experience dell’utente è un elemento che non si può prendere sottogamba. Se il cybernauta nel tentativo di leggere un articolo sul nostro sito sarà interrotto o distratto continuamente dalle sponsorizzazioni presenti, molto probabilmente perderà la pazienza ed eviterà di sceglierci in futuro.

Esistono diversi plugin che rendono i link più corti ed i banner esteticamente più carini e meno invasivi. Utilizzare tale accorgimento potrebbe rivelarsi un’abile strategia.

Ora non ti resto altro che fare pratica diretta con l’affiliate marketing! È una delle soluzioni di guadagno migliori che offre il Web: investimento minimo e possibilità di aumentare le proprie entrate senza particolari competenze!

Cerchi delle altre idee imprenditoriali da sviluppare tramite il web? Clicca qui e scopri le migliori idee per guadagnare online!


Aspetta! Scopri 7 idee di business su misura per te!


Cerchi una idea di business che ti renda un vero imprenditore e che ti calzi a pennello?

Quello che ti propongo infatti non è solo un modo per arrotondare, ma per dare vita ad una vera e propria attività commerciale su misura per te.

Scopri 7 idee di business per metterti in proprio






Redazione di Intraprendere
La redazione di Intraprendere è formata da un team specializzato in ogni aspetto riguardante il mondo dell’imprenditoria: da come acquisire il giusto mindset per iniziare alle migliori tecniche per promuovere il tuo business.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here