Come guadagnare con youtube




Questa guida ti spiegherà in maniera approfondita come iniziare a guadagnare con Youtube e fa parte dei numerosi approfondimenti di Intraprendere.net sui metodi per guadagnare online.

Se vuoi, cliccando qui puoi scorrere l’elenco completo con oltre 67 idee per guadagnare online da casa.

Ma tornando al mondo dei video, forse già saprai chi è PewDiePie, alter ego di Felix Kjellberg, giovane studente di Goteborg che, fra una lezione e l’altra, si diverte a mettere in rete video in cui testa i suoi videogames preferiti.

Ebbene, tramite un canale che conta oltre 27,8 milioni di abbonati, il nostro Felix si mette in tasca oggi la bellezza di 4 milioni l’anno.

E non è il solo.

Anche in Italia, qualche YouTuber convinto ha capito che quella che inizialmente era una passione, poteva diventare un modo per racimolare un bel gruzzoletto.

E’ il caso di CutiePieMarzia, pseudonimo di Marzia Bisognin, 22enne di Vicenza, che mettendo on line i propri hobby gestisce un canale con quasi 6 milioni d’iscritti.

E di Francesco “Frank” Matano , 26enne di Santa Maria Capua Vetere, che ha superato il milione di iscritti caricando i video dei suoi scherzi al telefono e dei suoi gameplay.

Questo potrebbe farti pensare che guadagnare con YouTube sia un gioco da ragazzi. Non è così, ma non è neanche impossibile.

Seguimi e ti mostrerò come.

Eccomi in tuo soccorso con un vademecum di poche e semplici regole, in risposta ad altrettanto semplici domande:

  • Quanti soldi realisticamente potresti fare?
  • Come riuscire a farti pagare per fare quello che ti piace?
  • Cosa ti serve per iniziare?
  • Come convincere le persone a guardare i tuoi video?
  • Si può dare di più?

Seguimi e ti darò tutte le risposte.

Quanto si guadagna con Youtube?

Beh, a dire il vero le cifre non sono sempre da capogiro, ma con un po’ di fortuna potrai arrivare a guadagnare da un centinaio fino a svariate migliaia di euro.

Tanto per essere chiari quello che fa dei tuoi video una fonte di guadagno è il numero di visualizzazioni, cioè quante persone guardano quel video. Come punto di riferimento il rapporto è di circa 1,50 € ogni 1000 visualizzazioni (si dice 1,5€ CPM).

Questo significa che per 1 milione di visualizzazioni potrai guadagnare fino a 1.500 €.

Tuttavia è anche possibile incrementare la cifra stringendo accordi pubblicitari diretti con aziende interessate ad inserire il loro prodotto all’interno dei tuoi video o vendendo del materiale promozionale direttamente dal proprio canale. Quindi di fatto le possibilità sono infinite.

Come guadagnare con Youtube facendoti pagare per fare quello che ti piace?

Ammesso e non concesso che tu abbia un canale YouTube, che tu ci abbia caricato i tuoi video e che questi video siano piaciuti, chi è che si prende la briga di trasformare il numero di visualizzazioni in monete sonanti? Beh, non questa parte è abbastanza semplice.

Sarai tu stesso, novello YouTuber, a richiedere la partnership a Google (se non lo sapessi già, YouTube fa parte dell’impero di Google) registrandoti al servizio Google Adsense (circuito pubblicitario di Google) e collegandolo al tuo account Youtube.

Questo ti permetterà, in breve tempo, di monetizzare le tue fatiche mediatiche ma fai attenzione a non violare le regole sul copyright, altrimenti il tuo account potrebbe essere immediatamente sospeso.

Cosa ti serve per iniziare?

Prima di tutto, avere un messaggio originale. Non è necessario sia sensazionale anche se molti YouTubers hanno tentato di fare breccia con video incredibili. I milionari del web sono quelli che hanno lanciato proposte tanto semplici quanto rivoluzionarie: per YouTube la musica non cambia.

In estrema sintesi, per iniziare avrai bisogno di:

  1. Una fotocamera decente che ti consenta di registrare video in Full HD (1080p);
  2. Un software di editing video: per iniziare può andare bene quello in dotazione sul tuo PC / Mac;
  3. Microfono di qualità e (eventualmente) un mixer: anche se la maggior parte delle fotocamere ha un microfono, potresti aver bisogno di una migliore qualità del suono acquistando hardware specifico;
  4. Una buona illuminazione e un fondale adatto, soprattutto se vuoi girare un vlog: la regola in questi casi è di non strafare, un fondo neutro con qualche scritta o dei poster colorati possono andar bene.

Come convincere le persone a guardare i tuoi video?

In realtà la popolarità arriva quando meno te lo aspetti. Dunque… non esistono regole, fondamentale è affidarsi al buon senso:

  1. Scegliere un genere che ti è congeniale: è inutile proporre video su qualcosa che non conosci. E’ chiaro che col tempo potrai anche diversificare i contenuti, però non trovi sia controproducente parlare di qualcosa di cui non sappiamo niente?
  2. Avere un buon nome utente: sembrerà banale, non lo è. Anche qui vale la regola del buon senso. AAAitreporcellini092 non è un nick facile da ricordare salvo che tu non voglia recensire favole per bambini;
  3. Creare titoli accattivanti e pertinenti: un buon titolo serve non solo ad attirare maggiori utenti, ma anche a essere ricordato meglio per le successive visualizzazioni;
  4. Essere costanti nella pubblicazione di nuovi video: ricorda che lo scopo di avere un canale è prima di tutto quello di avere un pubblico costante, ma se il nostro pubblico si annoia prima o poi diventa pubblico… di qualcun altro!
  5. Essere originali: questo vale non solo per i contenuti ma anche per la forma in cui li presentiamo.
  6. Essere entusiasti: se anche tu ti annoi come pretendi di avere un pubblico divertito o interessato? Fai quello che fai con passione, il denaro spesso arriva secondo ma volte anche terzo, quarto…

Bene, se seguirai queste regole, non violerai mai i copyright e starai alla larga da contenuti inappropriati, quello dello YouTubers è un gioco che potrà darti molta soddisfazione.

Si può dare di più?

No, non è il motivetto di una canzone anni 80’. Se sei riuscito nell’eroico compito di avere un pubblico attento e costante, ci sono anche altre strade da percorrere oltre a Google Adsense per fare soldi con Youtube.

Esiste uno straordinario strumento web che permette ai tuoi fan di donarti dei soldi ogni volta che posti qualcosa di nuovo.

Questo strumento si chiama Patreon, una piattaforma a cui chiunque abbia un’idea creativa può aderire chiedendo a chi lo segue di contribuire attraverso una donazione una tantum o tramite versamenti mensili simili ad un abbonamento. Saranno così direttamente i tuoi fan a supportarti finanziando i tuoi progetti e senza più limiti alla tua libertà d’espressione.

Beh, per guadagnare da casa direi che non ti rimane altro che inforcare la tua fotocamera e gettarti nella mischia, ma non dimenticare di farci sapere com’è andata!





Redazione di Intraprendere.net
La redazione di Intraprendere è formata da un team specializzato in ogni aspetto riguardante il mondo dell’imprenditoria: da come acquisire il giusto mindset per iniziare alle migliori tecniche per promuovere il tuo business.

8 Commenti

  1. salve una domanda sicome ho mio canale su you tube come faccio a guadagnare sono all, inizio mi potresti aiutare grazie gentili cordiali saluti

  2. Ciao posso monetizzare anche con contenuti scarsi? Registrando soli Co un telefono cellulare? O YouTube non accetta video di scarsa edizione per la partnership! Ovviamente si parla della monetizzazione

    • Ciao Renzo,
      su Youtube potrai salvare anche video fatti con il cellulare (oggi ci sono degli smartphone che hanno una qualità assolutamente invidiabile), ma se i contenuti sono scarsi saranno gli utenti a non guardarli. Se non avrai tante visualizzazione sarà più difficile monetizzare.
      Il consiglio? Anche se il video non è qualitativamente perfetto, studia molto bene il contenuto: se sarà molto interessante per un target specifico gli utenti vorranno visualizzarlo anche se il girato non sarà perfetto.

  3. vorrei iniziare anche io . NON LO MAI FATTO , seguo diversi canali … perche no provo … mi aiutate ?? c’è da dire che non ho una lira da investire . sarei nuova nel campo .

    • Quali canali segui e quali sono le tue passioni? anch’io sto iniziando e credo che la cosa migliore sia una bella collaborazione a caldo.. sempre se siamo sulla stessa linea d’onda

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here