capacità di concentrazione

Ultimamente la tua mente vola da una parte all’altra? Senti di avere in testa una miriade di progetti appena abbozzati che non riesci a portare a temine? Se è così si tratta sicuramente di un problema di concentrazione. Abbiamo parlato di come lavorare in multitasking spesso non funzioni, tutto quello che devi fare è rimboccarti le maniche e iniziare a lavorare: proprio come nel caso dei muscoli del corpo, anche la mente può essere allenata per migliorare la capacità di concentrazione.

Ci sono molti esercizi che puoi fare per contrastare i problemi di concentrazione. Ne ho selezionati una dozzina che ho trovato in un vecchio libro intitolato “The power of concentration” scritto nel 1918 da Theron Q. Dumont e che trovo particolarmente efficaci. Anche se alcuni di questi potranno sembrarti strani, alla fine si riveleranno utilissimi per rafforzare il cervello. In alternativa potresti usarli come spunto per inventare il tuo personalissimo metodo di allenamento.

La capacità di concentrazione è molto simile ai raggi del sole: utilizzando una lente per dirigere un raggio sopra un oggetto, il calore prodotto sarà molto superiore a quello della sorgente. Anche per quanto riguarda l’attenzione le cose funzionano così: se ti concentrerai con tutte le tue energie su una cosa, escludendo tutte le altre, sarai in grado di aumentare al massimo grado le tua capacità.

Gli esercizi che seguono servono proprio a questo: potranno sembrarti ripetitivi e perfino noiosi, ma alla fine ti accorgerai di quanto siano utili per risolvere i problemi di concentrazione (tanto quanto le tecniche di rilassamento di cui abbiamo parlato qualche settimana fa).

12 Esercizi di Concentrazione

1. Primo esercizio di concentrazione: stare seduto immobile su una sedia

Siediti su una sedia e concentrati per rimanere fermo: non è così facile come sembra. Ti dovrai concentrare moltissimo per non fare movimenti muscolari involontari. Con un po’ di pratica riuscirai a stare fermo senza fare il minimo movimento per quindici minuti. Per allenarti fai così: comincia con lo stare seduto in  posizione rilassata per cinque minuti. Dopo di che aumenta il tempo prima a dieci poi a quindici minuti.

2. Fissare le dita di una mano

Seduto su una sedia alza il braccio destro lateralmente in modo che sia perfettamente in linea la spalla. Da questa posizione gira la testa e fissa lo sguardo sulle dita della mano tenendo il braccio sollevato per un minuto. Fai lo stesso con il braccio sinistro. Una volta che sarai in grado di tenere il braccio stabile, aumenta il tempo a 5 minuti per ogni braccio. Ricordati di ruotare il palmo della mano verso il basso quando il braccio è steso: solo tenendo gli occhi fissi sulle dita sarai in grado di dire se il tuo braccio è perfettamente immobile.

3. Guardare un bicchiere pieno d’acqua

Riempi un bicchiere d’acqua e tienilo stretto nel pugno di una mano. Dopodiché alza il braccio in avanti e fissa gli occhi sul bicchiere cercando di mantenere il braccio fermo per almeno un minuto e successivamente per 5 minuti. Ripeti l’esercizio prima con un braccio e poi con l’altro. Lo scopo di questi tre esercizi è quello di ottenere il controllo del movimento dei muscoli involontari; per riuscirci dovrai essere perfettamente concentrato e rilassato. Anche l’esercizio seguente è utile per sottomettere i muscoli volontari al controllo della tua volontà, così da potenziare le capacità di concentrazione  della tua mente.

4. Aprire e chiudere i pugni

Siediti con la sedia vicino al tavolo e stendi le mani su di esso, stringendo i pugni con il pollice ripiegato sopra le dita. Dopo aver fissato il pugno per qualche secondo, inizia a stendere prima il pollice, poi gradualmente tutte le altre dita. Una volta che la tua mano sarà aperta, inverti il processo iniziando dall’ultimo dito che hai aperto. Alla fine riavrai di nuovo il pugno nella posizione originale. Ripeti con l’altra mano alternando prima per 5 poi per 10 volte. E’ probabile che all’inizio fare questo esercizio, così come tutti gli altri, ti stancherà ma è importante ripeterli il più possibile. E’ infatti attraverso la ripetizione che riuscirai ad allenare la tua capacità di concentrazione. E’ anche importante che mentre apri e chiudi le dita tu sia completamente concentrato sui movimenti della mano altrimenti l’esercizio perderà di valore. Immagina che quello che stai facendo sia la cosa più importante del mondo. La tua attenzione tenterà di ribellarsi ma tu cerca in tutti modi di trattenerla.

5. Selezionare un odore

Mentre fai una passeggiata all’aria aperta, concentrati sull’odore di fiori e piante che senti. Cerca di distinguere i singoli profumi e di concentrarti su uno particolare di essi. Questo esercizio è in grado di intensificare l’olfatto: riuscire a distinguere e selezionare gli odori richiede la massima concentrazione. Per fare questa operazione la tua mente dovrà chiudere fuori ogni altro odore che non corrisponda a quello selezionato. Questo esercizio lo puoi fare ogni volta che vuoi. Quando cammini per strada a piedi o in macchina col finestrino abbassato, stai in allerta per i diversi odori che senti. Troverai l’aria carica di profumi: bada di concentrarti solo su quello che hai scelto. Lo scopo di questo esercizio è quello di sviluppare l’attenzione attraverso il controllo delle tue sensazioni proprio come hai fatto negli esercizi precedenti con i movimenti muscolari.

6. Ascoltare il flusso interno

Adesso sdraiati, rilassati e ascolta il battito del tuo cuore. Non prestare attenzione a nient’altro. Pensa al grande lavoro che deve compiere per pompare il sangue da una parte all’altra del corpo. Paragonalo ad un serbatoio da cui defluisce acqua e cerca di immaginare il liquido che scorre attraverso le gambe fino alle dita dei piedi; poi nelle braccia fino alle punta delle dita delle dita. Con un po’ di allenamento riuscirai ad avvertire il flusso di sangue che attraversa il tuo corpo interiormente.

7. Superare l’insonnia fissando un oggetto inanimato

Se soffri di insonnia ci sono molti metodi basati sulla concentrazione che puoi usare per cercare di prendere sonno. Uno di questi si basa sul fissare un bicchiere pieno d’acqua messo sul comodino o sua una sedia vicino al letto. Seduto sul letto o su una poltrona in camera tua fissa il bicchiere cercando di pensare a quanta calma sia in grado di trasmettere l’acqua in esso contenuta. Concentrati affinché questo stato di pace si trasferisca dal bicchiere ai tuoi nervi. Una volta che avrai raggiunto la stessa calma dell’acqua potrai andare a dormire. Per stadi di insonnia più persistente, puoi provare anche a immaginare te stesso come un oggetto inanimato, ad esempio un tronco in mezzo alla foresta silenziosa.

8. Conversare con un altro io allo specchio

Fai due segni sul tuo specchio in corrispondenza degli occhi e immagina che siano altri due occhi umani che ti fissano a distanza ravvicinata. Rimani in piedi, senza muovere la testa. Concentra tutti i tuoi pensieri su come mantenere la testa perfettamente immobile. Non lasciare che altri pensieri invadano la tua mente. Poi, sempre mantenendo la testa, gli occhi e il corpo fermi pensa a quanto tu appaia una persona sicura ed affidabile. Riuscire a mantenere per almeno 3 minuti questa conversazione con te stesso allo specchio, aumenta automaticamente la tua sicurezza e la tua capacità ci concentrazione.

9. Tecniche orientali di controllo della respirazione

Siediti su una sedia con schienale alto in posizione verticale. Premi un dito contro la narice destra poi inspira profondamente contando fino a dieci. Trascorso questo tempo espelli l’aria inspirata attraverso la narice destra. Ripeti con la narice sinistra. Questo esercizio dovrebbe essere fatto almeno una ventina di volte in ogni seduta.

10. Governare l’istinto

Attraverso dei buoni esercizi di concentrazione riuscirai a controllare anche il tuo istinto. Ad esempio se sei una persona a cui piace riferire ogni cosa a chiunque gli capiti a tiro, senza vagliare il contenuto della notizia e se questa possa ledere qualcuno, attraverso la concentrazione potrai imparare a frenare questo tuo istinto. Le persone che non possiedono la capacità di controllare i propri istinti tendono a dire cose che non dovrebbero, causando problemi a sé stessi e agli altri. Non ti sto dicendo di agire sempre in modo freddo e disinteressato, a volte è necessario essere entusiasta, però soprattutto nei rapporti di lavoro è sempre meglio mantenere un certo autocontrollo.

11. Esprimere i tuoi pensieri a parole

Ciascuno di noi prima di imparare a concentrarsi dovrebbe esercitarsi a pensare. Un ottimo esercizio è quello di leggere un racconto o un articolo su un giornale per poi trascriverne il contenuto in forma abbreviata su un foglio. Se non riesci a scrivere ciò che hai appena letto, probabilmente la tua capacità di concentrazione è molto debole. Se preferisci prova a ripetere quello che hai letto per via orale, parlando a voce alta come se stessi conversando con qualcuno. Esercizi come questi sono utilissimi a sviluppare la tua capacità di attenzione e per imparare a pensare.

Ecco altri due esercizi utili per superare i problemi di concentrazione attraverso la scrittura:

  1. Leggi un libro per 20 minuti poi prova ad annotare per scritto quello che hai letto: all’ inizio forse non ricorderai molti dettagli ma con un po’ di pratica riuscirai a scrivere  buona parte di quello che hai letto;
  2. Leggi per pochi istanti una breve frase poi prova a trascriverla parola per parola; quando sarai in grado di farlo con una frase, prova con due o più frasi: la pratica produrrà ottimi risultati a patto di tenere fuori ogni pensiero oltre ciò che desideri ricordare.

12. Dodicesimo esercizio di concentrazione: seguire con attenzione la lancetta dell’orologio

Sedersi su una sedia e mettere un orologio con la lancetta dei secondi sul tavolo. Segui la lancetta dei secondi con gli occhi fino a farli girare intorno. Fai questo esercizio per 5 minuti cercando di non pensare ad altro se non alla lancetta. La tua mente dovrà essere perfettamente concentrata per non farsi distrarre sia da ciò che avviene esternamente che da ciò che avviene internamente, vale a dire il tuo flusso di pensieri. Questo che potrà sembrarti banale in realtà, come tutti gli altri, è un esercizio molto utile per rafforzare la tua volontà di essere concentrato su qualcosa escludendo tutto il resto. Ricordati come sempre  di controllare i movimenti del corpo e di rimanere il più possibile fermo mentre fissi l’orologio con gli occhi.

Questi sono 12 esercizi efficaci per migliorare la concentrazione. Se però pensi di non avere tempo a sufficienza per portarli a termine o hai bisogno di qualcosa che rimetta subito in sesto la tua lucidità, ti suggerisco una strada più veloce: leggi questa tecnica che ti permette di essere più brillante in soli 15 minuti.

UNISCITI AGLI OLTRE 35.000 E DIVENTA IMPRENDITORE DI TE STESSO
Ogni settimana inviamo una email a 35.000 imprenditori smart. Azioni giuste portano giusti risultati: Impara da chi ce l’ha già fatta! Iscriviti e ricevi subito la roadmap di Intraprendere!
Noi ODIAMO lo spam. Leggi la Privacy Policy.


LEGGI ANCHE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here