App per prendere appunti
data-full-width-responsive="true">



Le app per prendere appunti ti consentono di prendere nota di tutto, dai messaggi ai memo vocali, utilizzando solo ed unicamente il tuo smartphone. Sono, quindi, degli strumenti molto validi che aiutano a semplificare il tuo lavoro e a pianificare al meglio le tue giornate.

Vediamo insieme come funziona e quanto costa un’applicazione per scrivere di questo tipo. Passeremo poi a scoprire quali sono le migliori app per appunti del momento.

Ecco quali sono le migliori app per prendere appunti

Con centinaia di applicazioni per prendere appunti può essere difficile scegliere quella giusta. Non preoccuparti, sono qui per aiutarti. Nei paragrafi che seguono ti parleremo, infatti, di quali sono le migliori app per appunti del momento.

Iniziamo prima di tutto col vedere le app per prendere appunti gratis, passando poi alle soluzioni a pagamento.

Evernote

Con la sua capacità di catturare un’ampia gamma di informazioni digitali e le sue eccezionali caratteristiche organizzative, Evernote è senza dubbio una delle migliori app per prendere appunti oggi disponibili.

L’applicazione ti consente di prendere appunti in una varietà di formati, inclusi testo, immagini, registrazioni audio e video, ritagli di pagine Web con annotazioni e altro ancora.

Le note possono essere organizzate in taccuini virtuali e gestite utilizzando strumenti come tag e scorciatoie. È inoltre possibile aggiungere alle note file esterni e promemoria e condividerli con altri utenti tramite posta elettronica.

L’estensione Web Clipper di Evernote ti consente anche di salvare le pagine Web con un clic e di annotarle con evidenziazioni e richiami visivi. Utilizzando la fotocamera del tuo smartphone, l’app può scansionare e digitalizzare qualsiasi cosa, dai documenti ai biglietti da visita in un attimo. Evernote sincronizza infine automaticamente i tuoi contenuti su più dispositivi, permettendoti di accedervi da qualsiasi telefono, tablet o PC.

Il software è disponibile in modo gratuito con una versione basic che prevede la maggior parte delle funzioni elencate sopra. I due livelli premium del servizio (rispettivamente a 6,99 e 13,99 € per utente al mese) offrono più funzionalità, come l’accesso offline a note / taccuini e annotazioni PDF, e limiti di caricamento mensile più elevati.

Microsoft OneNote

Le soluzioni di gestione e pianificazione delle attività di Microsoft sono considerate come le migliori del settore e OneNote non fa eccezione. Se sei alla ricerca di un’app per scrivere appunti ricca di funzionalità, questa è sicuramente da prendere in considerazione.

Essendo un’app per la raccolta di informazioni in formato libero, OneNote ti consente di acquisire praticamente tutto e posizionarlo ovunque su una tela digitale flessibile. È possibile digitare, scrivere a mano (utilizzando uno stilo), ritagliare pagine Web e persino acquisire note o pagine scritte a mano.

L’app utilizza taccuini virtuali per organizzare i contenuti e ha un design simile a un raccoglitore fisico a tre anelli. Puoi avere sezioni separate con codice colore per aggiungere diversi tipi di note e ogni sezione può avere più pagine.

La potente funzionalità di ricerca di OneNote ti consente di trovare rapidamente le informazioni su una determinata pagina o su tutti i taccuini. Le note possono essere organizzate utilizzando etichette e tag personalizzati e puoi rivedere le note con evidenziazioni e annotazioni a penna.

Poiché fa parte della suite Microsoft Office 365, OneNote funziona bene con altri formati come Word, Excel e PowerPoint.

L’app è disponibile su tutte le principali piattaforme come iOS e Android.

Onenote, inizialmente, era fruibile solo a pagamento all’interno del pacchetto Microsoft Office 365, ma oggi è disponibile in modo gratuito sia per piattaforme Windows che per piattaforme Mac. L’app è quindi preinstallata in tutte le versioni di Windows 10, oppure può essere scaricata gratuitamente da Microsoft Store.

Simplenote

Come s’intuisce già dal nome, Simplenote è forse l’app per prendere appunti più semplice sul mercato. Si tratta quindi di uno strumento molto utile per appuntare note, elenchi e idee.

Il suo vantaggio principale è l’estrema efficienza e velocità di utilizzo. Basta avviare l’app, digitare alcune note e il gioco è fatto: puoi creare tutte le note che desideri e modificarle quando necessario. Una volta che avrai raccolto una considerevole quantità di note, puoi utilizzare tag e pin per organizzarle.

La funzionalità di ricerca di Simplenote ti consente di trovare rapidamente ciò che stai cercando, con voci pertinenti che cambiano mentre digiti la stringa di ricerca.

Tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare ad usare questa app per appunti è un account gratuito, che ti consente di eseguire il backup dei tuoi contenuti nel cloud. Inoltre sincronizza le tue note su più dispositivi, permettendoti di accedervi da qualsiasi PC, tablet o telefono. Simplenote funziona su tutte le piattaforme a cui puoi pensare, inclusi iOS, Android, macOS, Windows e Linux. È accessibile anche tramite Web.

Zoho Notebook

Sebbene la maggior parte delle app supporti più tipi di note, in genere queste utilizzano un metodo comune per gestirle tutte. È qui che Zoho Notebook differisce da tutte le altre applicazioni per prendere appunti, in quanto impiega una un approccio diverso per ogni tipo di nota.

Grazie a uno splendido design basato su schede, Zoho Notebook rende la gestione di diversi tipi di note un gioco da ragazzi. Ciascuna delle schede ha un colore unico (ad esempio giallo per il testo, blu per la lista di controllo, rosso per l’audio) che ti consente di distinguerle visivamente tra loro con un semplice sguardo.

Ogni scheda ha anche funzioni personalizzate, che rendono semplice la gestione delle note ad esse associate. Ad esempio, la scheda di testo può essere utilizzata per creare elenchi di cose da fare.

Allo stesso modo, la scheda “File” consente di aggiungere PDF, documenti Word e fogli di calcolo alle note. Poi ci sono le Smart Card, che permettono di formattare automaticamente il contenuto salvato in Zoho Notebook per renderlo migliore. Zoho Notebook supporta anche numerosi “gesti”, come pizzicare per raggruppare le note in una pila e sfiorare per trovare la nota che stai cercando.

E vuoi sapere qual è la cosa più bella?

Nonostante il suo ricco set di funzionalità, Zoho Notebook è completamente gratuito!

L’app è disponibile per iOS, Android, macOS e Web.

Apple Notes

Se usi un iPhone e / o un iPad, non hai davvero bisogno di cercare un’app di terze parti. L’app per appunti Notes di Apple, che viene fornita gratuitamente sui loro sistemi operativi iOS e macOS, è infatti più che sufficiente per tutte le tue esigenze di prendere appunti!

Dalle note testuali di lunga durata agli elenchi di cose da fare, Notes ti consente di annotare praticamente tutto. È inoltre possibile aggiungere collegamenti Web, documenti scansionati e schizzi alle note. Per iniziare, tocca semplicemente l’icona “Nuova nota” e digita.

Puoi anche utilizzare Siri (l’assistente virtuale di Apple) per creare una nuova nota e dettarne il contenuto. La funzionalità della fotocamera dell’app semplifica l’aggiunta rapida di foto alle note e puoi anche scansionare documenti cartacei per digitalizzarli in note.

Apple Notes ti consente di aggiungere allegati come mappe e documenti a note nuove ed esistenti direttamente utilizzando l’opzione “Condividi” in altre app come Safari. Le tue note sono archiviate nel cloud e la sincronizzazione con iCloud ti consente di accedervi facilmente su dispositivi iOS e macOS.

Apple Notes supporta infine la scrittura gestuale, quindi puoi usare il dito per disegnare direttamente in una nota, scegliendo tra una varietà di stili e colori di pennello. Se hai un iPad Pro, puoi utilizzare la Apple Pencil per prendere appunti scritti a mano.

Tutto il contenuto salvato in Apple Notes può infine essere protetto con una password o un’impronta digitale.

Google Keep

Anche Android dispone di un’app gratuita per prendere appunti sviluppata da Google che si chiama Google Keep.

Dalle informazioni di testo alle foto, quest’applicazione rende facile annotare qualsiasi cosa. Puoi persino pronunciare un memo vocale mentre sei in movimento e il software lo trascriverà automaticamente. Le note sono organizzate come note adesive digitali e ad ogni nota può essere assegnato un colore diverso per una più facile identificazione visiva.

Puoi anche aggiungere promemoria individuali a ciascuna nota, oltre a informazioni come data, ora e luogo in cui desideri che questa ti venga ricordata. Le note importanti possono inoltre essere appuntate in alto per un accesso più rapido e puoi invitare altri utenti tramite e-mail a collaborare alle note.

Dropbox Paper

Ci possono essere momenti in cui c’è bisogno di uno spazio di lavoro condiviso per lavorare con un amico o un collega e per raccogliere e/o condividere informazioni su un progetto comune.

Per queste occasioni, può esserti senza dubbio utile una fantastica app collaborativa per prendere appunti che si chiama Dropbox Paper. Vediamo meglio di seguito come funziona.

Dropbox Paper offre a te (e al tuo team) uno spazio di lavoro collaborativo in cui non solo puoi aggiungere e modificare note, ma anche fare brainstorming, rivedere idee e persino gestire riunioni.

I suoi strumenti di gestione delle attività ti consentono di assegnare elenchi di cose da fare, aggiungere date di scadenza e menzionare altri, direttamente dal documento attivo.

Utilizzando le annotazioni, puoi aggiungere commenti a una parte specifica di un’immagine nel documento. Il collegamento del calendario a Paper ti consente di trovare facilmente i documenti pertinenti all’agenda della riunione.

Da immagini e audio a video e GIF di YouTube, puoi aggiungere quasi ogni tipo di contenuto all’area di lavoro di Paper. Funziona perfettamente con applicazioni esterne come Sketch e Invision, consentendo anteprime di file istantanee. Essendo un’app Dropbox, Paper si integra bene anche con il servizio di cloud storage.

Anche Dropbox Paper come la precedente è disponibile sia per iOS che per Android. È inoltre possibile accedervi online tramite un browser.

L’unica nota dolente è che Dropbox Paper non ha un costo separato dal piano tariffario Dropbox Business.

Non esiste quindi una versione free di questo software, ma è possibile usufruire del servizio solo se dispone di un piano aziendale Dropbox a pagamento. I costi partono da 10 € per utente al mese. È comunque disponibile una prova gratuita di 30 giorni.

Saferoom

La maggior parte delle app per scrivere appunti memorizza le note nel cloud utilizzando le informazioni del tuo account, il che significa che per accedervi è necessaria solo la password del tuo profilo riservato.

Sebbene questo approccio sia quasi sempre affidabile, non è certamente il più sicuro. Per maggiore sicurezza, è meglio crittografare le note prima di salvarle. Ed è di questo che si occupa Saferoom, fornendo così alle tue note un livello di sicurezza aggiuntivo.

Cosa fa esattamente questa app per appunti? Bisogna precisare che non si tratta di un software progettato per funzionare in modo a sé stante, ma di uno strumento che ti consente di crittografare le tue note salvate su uno qualsiasi dei servizi cloud compatibili (a esempio Evernote o OneNote).

Tieni, infine, presente che la password di crittografia è nota solo a te e non c’è modo di recuperare i dati crittografati se perdi o dimentichi la password.

Come funzionano le app per prendere appunti

Un’app appunti è un’applicazione per dispositivi mobili che ti consente di annotare ogni tipo di nota sul tuo smartphone. Devi sapere, a questo proposito, che ci sono app per prendere appunti Android e app per prendere appunti iPad e iOS.

Una volta scaricata, l’applicazione per prendere appunti ti permette di scrivere direttamente nell’app, oppure di caricare foto ed effettuare registrazioni vocali. Ti consente anche di organizzare le note per categoria e di mantenerle sempre ordinate e aggiornate.

Sostituiscono in tutto e per tutto carta e penne e ti permettono di tenere organizzate molte cose, inclusi appunti di lavoro, personali e scolastici, nonché promemoria e obiettivi importanti.

Tramite questi pratici software puoi anche catturare e dare la priorità alle tue idee mentre ti muovi, organizzare i tuoi pensieri e persino tenere traccia di immagini e spunti grafici che vedi in giro.

Vediamo ora quanto costa un’app per prendere appunti.

La cosa bella è che la maggior parte delle applicazioni per scrivere appunti sono gratuite e spesso sono già preinstallate sul tuo smartphone oppure possono essere scaricate gratuitamente dall’app store del tuo dispositivo. L’unico costo da sostenere nel caso delle app per prendere appunti gratis potrebbe essere rappresentato dall’eventuale passaggio alla versione premium caratterizzata da un maggiore spazio di archiviazione nel cloud.

Pensi che fra queste app per prendere appunti ci sia quella adatta a te? In ogni caso visto che la maggior parte di queste applicazioni è gratuita oppure dispone di un periodo di prova puoi benissimo provare quella più adatta per le tue esigenze.

Cerchi dei modi efficienti per gestire i tuoi impegni? Scopri subito i 7 sistemi infallibili per creare una to do list efficiente.


Aspetta! Scopri 7 idee di business su misura per te!


Cerchi una idea di business che ti renda un vero imprenditore e che ti calzi a pennello?

Quello che ti propongo infatti non è solo un modo per arrotondare, ma per dare vita ad una vera e propria attività commerciale su misura per te.

Scopri 7 idee di business per metterti in proprio






Redazione di Intraprendere
La redazione di Intraprendere è formata da un team specializzato in ogni aspetto riguardante il mondo dell’imprenditoria: da come acquisire il giusto mindset per iniziare alle migliori tecniche per promuovere il tuo business.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here