10 Consigli da Non Perdere Per Aprire dei Negozi Davvero Innovativi nel 2022

negozi innovativi

Un bellissimo aforismo afferma che “Avere un’idea dovrebbe essere come stare seduti su uno spillo: dovrebbe farti balzare in piedi e fare qualcosa.”  Tuttavia, oggi, anche chi ha brillanti idee per negozi innovativi, è frenato dai numerosi ostacoli che ci sono per aprire un’attività.

Noi di Intraprendere riteniamo, però, che il 2021 sia l’anno migliore per avviare il proprio business quindi ti invitiamo a leggere i paragrafi che seguono per scoprire le nuove tendenze nel mondo della vendita al dettaglio e dell’e-commerce a cui ispirarsi per l’apertura di negozi innovativi.

1. Vendi tramite i social

Il boom di acquisti online registrato nel 2020 è destinato a durare ancora per un po’ a causa soprattutto della chiusura dei negozi fisici e del divieto di circolare liberamente per via della pandemia.

Una delle tendenze che sembrano maggiormente connotare le vendite digitali è rappresentato dal “Social commerce”, o vendita su piattaforme di social media, che offre agli acquirenti un modo ancora più semplice per fare acquisti online.

Invece di fare clic su un sito Web di terze parti, gli utenti possono infatti effettuare i loro acquisti direttamente dall’app o dal sito dei social media.

Fra le esperienze più significative, troviamo ad esempio i negozi di Instagram e Facebook, delle vetrine personalizzate in cui le aziende possono presentare i loro prodotti personalizzando l’aspetto della pagina con banner, immagini, colori e pulsanti. Dato che è possibile accedere allo stesso negozio da entrambe le piattaforme social, una volta impostato il proprio negozio, i venditori hanno la possibilità di raggiungere un pubblico davvero vasto di utenti.

Anche se qualcuno storcerà il naso, l’idea che c’è sotto è davvero innovativa e le aziende non potranno fare a meno di avvalersene per il prossimo futuro se vogliono espandersi e/o rimanere galla. Perché l’idea di fare acquisti direttamente dall’app senza accedere al sito è sicuramente un’idea in linea con i negozi innovativi.

2. Dai maggiore peso ai contenuti autentici degli influencer

Fino a pochi mesi fa, l’influencer marketing era visto come un insieme di selfie e di scatti modificati con i filtri, messi a disposizione dalle varie piattaforme per vendere un determinato prodotto.

Nel 2020, però, abbiamo assistito ad un vero e proprio ribaltamento della situazione per cui hanno cominciato a prendere piede e avere maggior peso a fini promozionali i contenuti degli influencer caratterizzati da maggiore autenticità.

Il pubblico ha ampiamente dimostrato di fidarsi solo di marchi e persone (influencer) che si esprimono in modo autentico, e di saper individuare da un miglio di distanza gli annunci meno veritieri e più costruiti.

Se quindi vuoi promuovere il tuo negozio e la tua attività, la cosa migliore che puoi fare è concentrarti su contenuti davvero autentici quali immagini, didascalie e video che mostrano ciò che davvero l’influencer ha sentito e provato nell’utilizzare un tuo prodotto o servizio.

Anche perché con lockdown e zone rosse, le persone non hanno più la possibilità di fare tante esperienze, quindi vedere qualcuno che prova vestiti, scarpe, macchine fotografiche e smartphone al posto loro può essere senza dubbio di aiuto.

3. Approfitta delle opportunità della realtà aumentata

Un altro esempio di negozi innovativi è rappresentato da tutti i prodotti che utilizzano la realtà virtuale. La realtà aumentata (AR), l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale (AI) non sono più solo il sogno di un regista visionario in un film di fantascienza.

Secondo un sondaggio Nielsen del 2019, i consumatori hanno indicato la realtà aumentata e virtuale tra le migliori tecnologie in grado di assisterli nella loro vita quotidiana, e il 51% ha addirittura affermato che sarebbe disposto a utilizzare la tecnologia AR per testare e valutare i prodotti.

Queste informazioni sono state subito recepite dai rivenditori online al fine di colmare il divario fra negozio digitale e negozio fisico. Il ricorso a queste tecnologie oggi non riguarda solo grandi marchi come IKEA, ma anche i brand medio piccoli.

Tanto che Shopify, uno dei più avanzati sistemi per la creazione di siti e-commerce oggi in circolazione, nel 2019 ha introdotto Shopify AR , un tool kit facile da usare che consente alle aziende di creare le proprie esperienze AR attraverso cui mostrare i propri prodotti ai clienti. E secondo i dati forniti dalla stessa società canadese, l’utilizzo di questi strumenti ha portato a un tasso di conversione superiore al 94% rispetto ai prodotti senza AR.

6. Prendi posizioni più trasparenti ed etiche

Trasparenza, rispetto dell’ambiente, della salute e dei più deboli non sono mai stati così importanti per gli acquirenti, il che significa che il mercato etico sarà sicuramente una delle nuove frontiere per i negozi innovativi da aprire nel nuovo anno.

Stando ad alcune indagini, circa il 71% dei consumatori preferisce acquistare da marchi in linea con i propri valori. Inoltre, almeno negli Stati Uniti, oltre il 41% dei consumatori cerca attivamente di acquistare da un’azienda associata a ideali sociali, ambientali e politici.

Come puoi immaginare questo si traduce non solo in un bel problema per i brand e le aziende tradizionali che basano il proprio successo su politiche commerciali poco trasparenti o non rispettose della salute dell’uomo e dell’ambiente, ma anche in una bella opportunità per le nuove idee di business che possono offrire autentica trasparenza e prese di posizione più decise nei confronti di questioni etiche, politiche e sociali per creare maggiore lealtà e fiducia nei propri clienti.

8. Sfrutta gli assistenti vocali intelligenti

Nel 2019 la vendita di altoparlanti intelligenti come Amazon Echo o Google Nest Hub hanno visto un aumento del 70% rispetto al 2018 e si stima che fra poco più di 5 anni tutti ne avranno in casa almeno uno.

Questo anche perché sono sempre più coloro che, costretti in casa dalla pandemia, hanno fatto ricorso ad assistenti vocali intelligenti come Alexa e Google Home, per fare ricerche su internet, selezionare musica e anche per acquistare prodotti dai negozi.

Cosa c’è da aspettarsi nel 2021? Certamente, una crescita nel numero di  consumatori che fanno acquisti online senza mai guardare uno schermo, specialmente su Amazon. Ma anche i marchi che non sono su Amazon possono sfruttare gli altoparlanti intelligenti e la tecnologia di ricerca vocale. Un motivo in più per ottimizzare il sito del tuo negozio o del tuo brand per la ricerca vocale qualora non l’avessi ancora fatto!

9. Utilizza i chatbot

Il Covid-19 ha comportato anche una profonda crisi economica che ha indotto piccole, medie e grandi aziende a tagliare soprattutto sul personale. Che ti piaccia o no, oggi molte attività prima svolte dall’uomo sono state affidare a delle macchine allo scopo di risparmiare. È il caso dei chatbot: app automatizzate e robot che sostituiscono gli addetti dell’ufficio clienti essendo in grado di assistere gli utenti grazie a tecnologie basate sull’intelligenza artificiale.

Questi sistemi, applicati soprattutto su app di messaggistica istantanei come Messenger o Whatsapp, permettono non solo di ridurre i costi per le aziende, ma comportano anche tempi di attesa più brevi e disponibilità 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Alcuni marchi, come Lego, hanno persino creato assistenti per lo shopping digitale, che offrono ai clienti consigli sui regali personalizzati in base alle loro risposte ad alcune semplici domande. Una volta che un utente decide su un prodotto, il chatbot lo indirizza al sito Web dove può completare l’acquisto.

Ma l’uso dei chatbot abbinato ai negozi innovativi può anche andare ben oltre, creando nuove esperienze uniche per lo spazio digitale. Ad esempio, nel 2016 Sephora ha utilizzato l’app Kik per creare un’esperienza di ballo personalizzata per i liceali. Collaborando con l’influencer Helen Philips, il marchio ha incoraggiato gli abbonati a inviare domande per il suo tutorial dal vivo tramite Kik.

10. Dai maggiore importanza all’esperienza rispetto alla vendita

Veniamo ora all’ultima delle tendenze per idee di negozi innovativi, la quale in effetti racchiude un po’ anche tutte le altre. Tutto quello che abbiamo visto fino a qua ci porta quindi ad affermare che quello che rende maggiormente appetibile un negozio (sia fisico sia virtuale) agli occhi dei suoi clienti è la capacità di fornire esperienze uniche, irripetibili, coinvolgenti.

La crescente importanza data all’esperienza rispetto alla vendita avvantaggia certamente i negozi fisici che si avvalgono di strumenti innovativi, basta pensare allo store Nike di Time Square, che ha un campo da basket con telecamere per registrare colpi e tapis roulant con schermi che imitano i famosi percorsi di corsa.

Sebbene questo negozio non abbia lo stesso livello di fatturato del sito online ufficiale (e probabilmente neppure del negozio Nike su Amazon), è comunque uno dei più grandi amplificatori del marchio tanto da diventare una delle più importanti attrazioni turistiche della zona!

Quindi, a conti fatti, anche se la vendita online continuerà a prendere piede anche in un prossimo futuro, non possiamo sottovalutare le potenzialità di crescita dei negozi fisici che saranno in grado di innovare la propria immagine e la propria offerta in base a questi tre criteri:

  1. Personalizzazione dell’offerta: i consumatori si aspettano che un brand oggi sia in grado di soddisfare a pieno le sue aspettative, anche basandosi sulla lettura dei dati a sua disposizione in modo da offrire consigli o sconti personalizzati al fine di aumentare il coinvolgimento e la fedeltà nel marchio;
  2. Acquisizione di dati: per fare quello che ho detto prima, occorre naturalmente acquisire molti dati, questo però è ancora una sfida enorme per molti marchi. A tal proposito potrebbe essere utile fare ricorso alle Customer data platform (CDP), che sono in altre parole delle piattaforme unificate di dati raccolti da più fonti che vengono poi messi a disposizione di altri. Indubbiamente, l’accesso a questi database ha un costo, ma si tratta comunque di un investimento intelligente;
  3. Creazione di esperienze omni-canale coerenti: se c’è una cosa che abbiamo imparato dal COVID-19, è che nulla è certo. Non è quindi mai stato così importante fornire esperienze incredibili, indipendentemente da dove i clienti scelgono di interagire con il tuo marchio: sito, e-mail, profili social e negozio fisico.

Siamo arrivati alla fine del nostro articolo e probabilmente ora ti sarai fatto un’idea su cosa serva per avviare dei negozi innovativi nel nuovo anno. Quali di queste tendenze nel mondo del retail ti entusiasmano? Commenta sotto e facci sapere!

Se sei affascinato dall’ambito dell’innovazione clicca qui e non perderti l’articolo sulle 12 idee innovative per guadagnare!

Redazione di Intraprendere

Redazione di Intraprendere

La redazione di Intraprendere è formata da un team specializzato in ogni aspetto riguardante il mondo dell’imprenditoria: da come acquisire il giusto mindset per iniziare alle migliori tecniche per promuovere il tuo business.

COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter ...