Case Prefabbricate in legno

Acquistare delle case prefabbricate in alternativa a delle abitazioni tradizionali è un’abitudine non ancora molto diffusa nel nostro paese, ma che risulta invece molto frequente in altre nazioni come, ad esempio, gli Stati Uniti, l’Austria, la Svezia e la Germania.

Questo non significa però che le case prefabbricate non possano rivelarsi una soluzione appetibile anche per noi: presentano, infatti, numerosi vantaggi sia per quello che riguarda i costi sia per quello che concerne comfort e abitabilità.

La durata media di un’abitazione di questo tipo è di circa 80 anni, ma in molti casi può arrivare anche a qualche decennio in più.

Alla luce di ciò sono già tante le famiglie che hanno scelto la casa prefabbricata per risolvere la propria situazione abitativa: in Austria, ad esempio, oltre un terzo delle unità abitative uni e bifamiliari è proprio di questo tipo.

Quelle più diffuse sono di norma realizzate in legno, ma se ne trovano anche in altri materiali come il  calcestruzzo, l’acciaio e l’alluminio, con caratteristiche anche molto differenti fra loro.

In verità, l’idea di costruire un’abitazione assemblando parti realizzate altrove si perde nella notte dei tempi: si rintracciano esempi di case prefabbricate in legno già a partire dal dodicesimo secolo e pare che anche Leonardo Da Vinci ne avesse progettata una.

Un vero e proprio boom di richieste verso case in legno prefabbricate si ebbe però nel secondo dopoguerra in risposta ad un bisogno concreto: in paesi come Austria e Germania l’esigenza di spazi abitativi per sostituire gli immobili distrutti dai bombardamenti era infatti talmente impellente da richiedere soluzioni immediate.

Si diffusero così nelle periferie di molte città costruzioni in legno realizzate mettendo insieme pezzi pre-lavorati, del tutto simili agli attuali container, i quali avevano comunque il vantaggio di offrire una soluzione immediata alla scarsità di alloggi disponibili.

Ai nostri giorni, grazie al progresso tecnologico, è possibile realizzare case prefabbricate in modo estremamente preciso e puntuale: i singoli pezzi vengono infatti progettati grazie all’ausilio del computer e messi poi insieme dalla mano dell’uomo con precisione millimetrica.

Contrariamente a quello che molti pensano, le case prefabbricate di ultima generazione risultano anche molto più stabili e sicure in caso, ad esempio, di eventi sismici.

Possiedono inoltre il vantaggio di avere un bassissimo impatto ambientale permettendo, grazie all’impiego di materiali altamente isolanti, di limitare al massimo la dispersione del calore.

Un aspetto infine da considerare è che grazie agli sviluppi in campo ingegneristico e nella ricerca di nuove materiali, oggi si è in grado di realizzare case prefabbricate che hanno le stesse caratteristiche di robustezza e longevità di una casa in mattoni.

Volendo dunque riassumere i vantaggi di una casa prefabbricata rispetto ad una tradizionale potremmo dire che acquistando un’abitazione di questo tipo godrai di:

  • Notevole risparmio sull’acquisto della stessa abitazione
  • Tempi di consegna molto inferiori
  • Consumo energetico ridotto
  • Elevato isolamento termico ed acustico (soprattutto per le case prefabbricate in legno)
  • Protezione nei confronti di terremoti
  • Ridottissimo impatto ambientale

Ecco dunque di seguito una guida completa sulle case prefabbricate a partire dai materiali utilizzati, le varie tecniche di costruzione e le diverse possibilità di personalizzazione.

Alla fine ti daremo anche informazioni utili su  terreni adatti alla collocazione di case prefabbricate, costi e altri aspetti pratici riguardanti l’acquisto e l’installazione di un’abitazione di questo tipo.

Tutti i materiali di costruzione delle Case Prefabbricate

Di sicuro, ora che abbiamo visto tutti i vantaggi delle case prefabbricate, sarai curioso di avere qualche informazione in più su come sono fatte.

Il primo criterio che possiamo utilizzare per classificare le diverse tipologie di case prefabbricate è sicuramente quello del materiale di costruzione: esistono, infatti, case prefabbricate in legno e case prefabbricate in muratura.

Oltre a queste ci sono anche case prefabbricate realizzate in materiali speciali come l’acciaio, le case prefabbricate in cemento armato, alluminio o plastica.

La scelta del materiale dipende ovviamente sia dal luogo in cui intendi installare l’abitazione sia dall’uso che desideri farne: se la casa prefabbricata è infatti destinata ad un uso saltuario e poradico potrai tranquillamente optare per materiali meno resistenti, mentre se destinata ad un uso più assiduo, sarà preferibile scegliere materiali con garanzie di stabilità e solidità superiori.

I prefabbricati in cemento armato, ad esempio, sono quelli consigliati per edificare in zone ad elevato rischio antisismico, in quanto offrono garanzie di sicurezza pari quasi al 100%.

Senza dubbio, però, continua ad essere il legno il materiale più richiesto per la realizzazione di questo tipo di costruzioni, anche se nelle strutture più moderne spesso i pannelli che costituiscono le pareti esterne sono rafforzati internamente con materiali fonoassorbenti ed isolanti come la fibra di gesso: questo permette di avere una struttura perfettamente coibentata, con limitata dispersione di calore fra interno ed esterno e ridotto passaggio di suoni e rumori.

Le case prefabbricate in legno sono a loro volta suddivise in diverse tipologie a seconda della composizione della struttura che può essere costituita da un telaio rivestito di pannelli coibentati spesso rifiniti con intonaco o cartongesso, oppure da una struttura compatta composta da soli pannelli.

In entrambi i casi i vari pezzi (pareti esterne, pareti interne, soffitto, porte, finestre e così via) sono realizzati in fabbrica e assemblati successivamente sul luogo scelto per l’edificazione: la struttura dovrà naturalmente essere appoggiata come nel caso degli edifici tradizionale su un basamento di fondazione o fondamenta.

Modalità di costruzione delle case prefabbricate

Come abbiamo visto, uno dei vantaggi delle case prefabbricate è rappresentato dai ridotti tempi di consegna: di norma infatti, una volta trasmesso l’ordine alla ditta produttrice, non dovrai aspettare più di tre mesi per vedere la tua casa interamente montata sul tuo terreno.

Questo è possibile non solo perché i vari pezzi sono in realtà prefabbricati altrove, ma anche perché grazie allo studio ingegneristico elaborato al computer, coloro che effettueranno il montaggio sapranno già perfettamente come assemblare in modo rapido l’intera struttura.

Qualora tuttavia volessi realizzare da solo la tua casa personalizzando al massimo la struttura, è assai probabile che ci voglia molto più tempo per vedere il tuo progetto finito, anche se alla fine la soddisfazione sarà certamente maggiore.

Ecco dunque che abbiamo già introdotto un altro dei criteri utilizzati per distinguere le varie tipologie di case prefabbricate, vale a dire se si tratta di soluzioni:

  • chiavi in mano
  • con progetto personalizzato.

Nel primo caso infatti la casa comprende tutte ma proprio tutte le componenti dell’abitazione, vale a dire tetto, infissi, sanitari, impianti, pavimenti e piastrelle.

Invece le case dove occorre un progetto sono prive di tutti questi elementi extra che dovranno essere decisi e naturalmente acquistati a parte dal cliente.

In generale, le case prefabbricate chiavi in mano hanno prezzi molto più abbordabili di quelle in cui invece dovrai essere tu a scegliere le varie componenti.

Maggiori saranno gli elementi di personalizzazione, maggiore sarà quindi anche il prezzo finale della tua abitazione.

Nel caso ad esempio volessi personalizzare anche la struttura interna, vale a dire la disposizione delle stanze e delle pareti, indubbiamente il costo inizierà a salire assomigliando sempre di più a quello di una villetta mono o bifamiliare tradizionale.

Scelta del terreno

Anche se le case prefabbricate possono essere installate su molte tipologie di terreno, in realtà non è vero che è possibile posizionarle ovunque.

Occorre infatti che il terreno prescelto sia in possesso di alcune caratteristiche, prime fra tutte il fatto di essere iscritto nell’elenco dei terreni edificabili comunali.

Inoltre dovrà essere libero da ogni tipo di vincolo naturale, legale e paesaggistico: il modo più rapido per verificare se il terreno dove vuoi impiantare la tua casa risponda davvero a questi requisiti di base consiste nel richiedere al Comune in cui si trova lo stesso appezzamento un certificato di destinazione urbanistica.

Questo è senza dubbio un passaggio obbligato se vuoi procedere in tutta serenità all’acquisto della tua casa prefabbricata.

Sappi inoltre che pur trattandosi di moduli prefabbricati, dovrai attenerti a tutte le leggi relative all’edificabilità dei terreni, compreso il rispetto delle distanze minime di sicurezza fra i vari edifici, che, sia pure con lievi differenze da comune e comune, è di norma intorno ai 10/ 12 metri fra ogni abitazione e 5/ 6 metri dall’inizio del cantiere al confine con un altro lotto.

Altre verifiche molto importanti riguardano le caratteristiche idrogeologiche del terreno che terranno conto della presenza di corsi d’acqua, del dislivello e della pendenza.

Tali rilievi serviranno di fatto ad accertare l’assenza di eventuali rischi quale quello di smottamento, frana o valanga.

Una volta accertati tutti questi aspetti, dovrai elaborare un progetto vero e proprio ingaggiando un geometra o un architetto regolarmente iscritti all’albo: tale progetto dovrà essere presentato poi all’ufficio tecnico del Comune di appartenenza, che sarà quindi l’organo deputato a rilasciare il permesso.

Se temi che tutti questi passaggi possano portarti via troppo tempo (e denaro), sappi che in molti casi  sarà la stessa azienda produttrice della casa che hai acquistato ad assolverli: stabilisci dunque prima quali sono le attività incluse nel contratto di vendita e quali invece quelle escluse cui dovrai provvedere tu in modo autonomo sia dal punto di vista pratico che da quello economico e finanziario.

Costi delle case prefabbricate

Uno dei motivi principali per cui molte persone decidono di acquistare una casa prefabbricata è quello del risparmio: per le case prefabbricate chiavi in mano, i prezzi   sono di norma inferiori di circa il 30/ 35% rispetto alle abitazioni tradizionali, mentre per le soluzioni personalizzate la differenza di costo si aggira intorno al 15/ 20%.

Per darti un’idea di massima possiamo dire che esistono delle soluzioni “chiavi in mano” già a partire da 900 € al Mq.

Un altro aspetto da prendere in considerazione è che i prezzi delle case prefabbricate non sono influenzati tanto dalle dimensioni della struttura, quanto dalla sua complessità: insomma più il tuo progetto sarà differenziato e personalizzato, maggiore sarà la cifra finale che andrai a pagare per la tua abitazione.

Per non rischiare poi di incorrere in spiacevoli sorprese alla fine tieni anche presente che il costo di listino di una casa prefabbricata generalmente include:

  • Tetto e solaio
  • Pareti sia esterne sia interne
  • Terrazzi e/ o balconi
  • Infissi e scale sia esterni sia interni
  • Pavimenti e piastrelle della cucina e del bagno
  • Sanitari, rubinetteria e accessori per il bagno
  • Impianto di riscaldamento e altri impianti
  • Trasporto della casa fino al proprio terreno di destinazione
  • Montaggio e messa a norma della struttura

Sono invece escluse di norma le seguenti spese:

  • Oneri di urbanizzazione del terreno
  • Pagamento dei permessi per la costruzione e dell’IVA
  • Ingaggio di una ditta tradizionale per la realizzazione del basamento di fondazione
  • Messa in sicurezza del cantiere

Si tratta come puoi immaginare di spese ineludibili che dovrai per forza di cose aggiungere al computo finale, facendo lievitare così il costo complessivo: ovviamente in questo modo la forbice rispetto alle abitazioni tradizionali tende a ridursi.

Ma allora acquistare una casa prefabbricata è davvero così conveniente?

Un aspetto su cui ti invitiamo a riflettere è che le case prefabbricate hanno il vantaggio di essere altamente efficienti sotto il profilo energetico, permettendo tagli sul costo della bolletta che si aggirano intorno al 40/ 45%.

Tanto per farti capire, se per riscaldare un appartamento tradizionale occorrono in media 14 litri annui di metano per ogni metro quadro, una casa prefabbricata perfettamente coibentata ti farà consumare invece meno di 3 litri di combustibile all’anno per ogni metro quadro!

Ciò nonostante, dando un’occhiata al mercato delle case fabbricate in legno, i prezzi potrebbero all’inizio sembrarti eccessivi, soprattutto se non hai un’elevata liquidità.

A questo punto sarai curioso di sapere se anche per le case in legno o altre tipologie di prefabbricati sia possibile richiedere un finanziamento: purtroppo in questo caso non esiste una regola generale, ma dovrai accertarti presso la ditta produttrice quali sono le agevolazioni previste.

In molti casi infatti esistono delle convenzioni con banche o società finanziarie specifiche che ti permetteranno di svolgere in tempi relativamente brevi la pratica di istruzione del finanziamento.

Devi infatti sapere che a differenza delle costruzioni tradizionali, in cui la concessione di mutui e finanziamenti da parte degli istituti di credito è legata al criterio dello “Stato di Avanzamento Lavori”, vale a dire la banca concederà il mutuo solo dopo che una parte dei lavori sarà stata eseguita in modo da poter stimare con maggior certezza la quota di denaro necessaria alla ditta costruttrice per realizzare i lavori, per le case prefabbricate l’erogazione del prestito avviene sulla base del preventivo concordato.

In molti casi, però, prima di iniziare i lavori, la ditta chiede al compratore di garantire la somma pattuita attraverso una fideiussione bancaria a copertura dell’intero importo in caso di rinuncia.

Infine, nel momento in cui ti accingi a stipulare il contratto di acquisto, fai ben attenzione a definire bene anche la modalità di pagamento, in modo da diluire le varie spese durante le diverse fasi del montaggio. Per riuscire ad avere un ulteriore sconto scopri qui il metodo infallibile per negoziazioni di successo.

Tipologie di case prefabbricate

Ora che abbiamo visto più da vicino le caratteristiche delle case prefabbricate, prezzi e modalità di costruzione ti sarai reso conto di come le soluzioni possibili sono molteplici.

E’ dunque quasi impossibile che tu non riesca a trovare il nucleo abitativo più adatto alle tue esigenze e quelle della tua famiglia, anche perché, qualora la soluzione ideale non fosse disponibile da catalogo, potrai sempre richiedere delle modifiche per personalizzare il progetto.

Ti consigliamo comunque di dare sempre un’occhiata ai cataloghi delle varie ditte produttrici di case prefabbricate, in quanto oggi l’offerta risulta davvero molto più ricca che in passato.

Le abitazioni prefabbricate si differenziano infatti non solo per materiale di costruzione e tecnica di montaggio, ma anche per il design e lo stile.

Troverai dunque case in stile classico e tradizionale (soprattutto nel caso di quelle realizzate in legno) contrapposte ad abitazione dal design più moderno e funzionale.

Sempre da catalogo, potrai anche inserire fin dall’inizio alcune pertinenze esterne, come box, cantine, giardini pensili e balconi al fine di rendere l’abitazione più vicina al tuo gusto e alla tua esigenza personale.

Dato che di fronte a tanta varietà c’è sempre il rischio di essere disorientati, ti consigliamo di definire prima la tipologia di casa di cui hai bisogno, individuando anche il numero e la tipologia di stanze necessarie.

Un’idea potrebbe essere quella di consultare i cataloghi solo dopo aver messo su carta una descrizione di come ti aspetti debba essere la tua abitazione cercando di individuare, fra i vari modelli di casa prefabbricata, quello che più si avvicina a ciò che già inizialmente avevi in mente.

Per facilitarti ulteriormente la scelta abbiamo elaborato una selezione di articoli che speriamo possa aiutarti ad individuare il modello che fa per te.

Fra le case prefabbricate in legno, uno degli articoli che ci ha colpito di più è il Passive Houses  di Ecocor: con 11 modelli in catalogo questa ditta ti consente di scegliere fra soluzioni abitative di dimensioni comprese fra i 65 e i 600 mq. Anche il costo dei vari modelli varia ovviamente a seconda delle dimensioni e della complessità del progetto, oscillando dai 130 mila ai 500 mila euro. Una delle caratteristiche che ci piacciono di più di questa marca è la presenza di numerose finiture esterne entro cui scegliere e di alcuni accorgimenti tecnici, come le finestre ad orientamento solare ottimizzato, che favoriscono il risparmio energetico e riducono la dispersione del calore.

Un altro articolo a basso impatto ambientale è quello denominato con la sigla PATH e realizzato dalla ditta Starck: le dimensioni in catalogo variano dai 400 ai 1200 mq, per un costo che oscilla dai 280 ai 500 euro a mq. Anche in questo caso facciate, finiture e perfino opzioni di illuminazione sono completamente personalizzabili. Su richiesta è inoltre possibile inserire pannelli fotovoltaici, turbine eoliche, apparecchi per la raccolta di acqua piovana e apparecchi a pompa di calore.

Passando poi ad articoli dal design più moderno troviamo quelli della ditta Homb  metodo Houses, di dimensioni che oscillano fra i 270 e i 900 mq e un costo fra i 120 e i 250 a mq: si tratta, come puoi vedere dal sito, di case realizzate interamente assemblando moduli in legno triangolari, della misura di circa 30 mq di superficie, realizzati con finitura cedro sulla parte esterna e varie finiture per la parte interna.

Il penultimo articolo che ti presentiamo, disponibile però solo per il mercato americano, è il Breezehouse realizzato da Blu Homes: si tratta di un modello di casa prefabbricata di grandi dimensioni (fra gli 800 e i 1000 nq) e dal design estremamente curato e di lusso. Può valere la pena dare un’occhiata al sito anche per rendersi conto dell’estrema varietà di questo tipo di abitazioni e dall’elevatissima qualità dei materiali utilizzati per la realizzazione di quelle più prestigiose. Il costo in questo caso varia a seconda del modello ed è sicuramente orientato ad un target medio alto.

Infine, ti segnaliamo il modello Vipp Shelter realizzato da Vipp, una casa prefabbricata in acciaio dotata di ogni comfort. Le dimensioni in questo caso sono di circa 180 mq, per un costo complessivo di circa 500 mila euro.

Ora che ti sei fatto un’idea di tutte le possibilità che avrai se deciderai di acquistare una fra le molteplici tipologie di case prefabbricare, ti consigliamo di dare un’occhiata alla guida per l’acquisto di una casa.

UNISCITI AGLI OLTRE 35.000 E DIVENTA IMPRENDITORE DI TE STESSO
Ogni settimana inviamo una email a 35.000 imprenditori smart. Azioni giuste portano giusti risultati: Impara da chi ce l’ha già fatta! Iscriviti e ricevi subito la roadmap di Intraprendere!
Noi ODIAMO lo spam. Leggi la Privacy Policy.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here