I Colori che Massimizzano le Revenue Online (e non solo)

Coordinazione dei colori

Sfatiamo subito il mito per cui possa esistere il “colore migliore” in termini di massimizzazione delle conversioni / dei guadagni su un sito web. Non esiste un singolo colore che sia più efficace degli altri e che in assoluto generi più conversioni.

Il principio della psicologia del colore conosciuto come L’Effetto Isolamento (the Isolation Effect) asserisce che un elemento che “salta fuori dallo schermo come un brufolo” è molto più facile da ricordare. La ricerca mostra chiaramente di come i partecipanti riescano a riconoscere e a ricordarsi meglio di un oggetto (sia esso un testo o un’immagine) quando questo riesce a “isolarsi” in modo evidente da ciò che lo circonda.

Oggetto in contrasto
(Il bottone di iscrizione diventa evidente perché è come un’ “isola” rossa in mezzo ad un mare blu.)

Gli studi Aesthetic Response to Color Combinations e Consumer Preferences for Color Combinations hanno inoltre evidenziato che mentre la maggioranza dei consumatori preferisce combinazioni di colori con tonalità simili, sono le combinazioni ad alto contrasto a generare le migliori performance sugli elementi di enfasi di una pagina web.

In termini di combinazione di colori (come evidenziato in questa grafica di KISSmetrics), questo significa creare un struttura visuale composta da una base di colori analoghi ed elementi di enfasi in colori contrastanti, cioè complementari (un colore per lo sfondo ed uno per le enfasi) o triadici (un colore per lo sfondo, uno per i contenuti ed uno per le enfasi):

 

Coordinazione dei colori per generare performance

 

Un altro modo di affrontare l’argomento è quello di utilizzare sfondo (background), base (base) ed enfasi (accent) creando una gerarchia, che sul vostro sito “spieghi” ai clienti quale colore abbia il ruolo di indicare un’azione o un’area importante per la navigazione:

 

Colori e call to action

 

Perché questa tematica è così importante: anche se state iniziando a sentirvi come dei decoratori di interni, dopo aver letto questo articolo, queste informazioni sono in realtà incredibilmente importanti per riuscire a comprendere il perché degli incrementi e/o dei crolli dei tassi di conversione sui nostri siti.

Considerate per esempio questo tipico esperimento di A/B test in cui si ottiene un notevole incremento del tasso di conversione esclusivamente intervenendo sul colore del bottone della call to action:

 

A/B Testo sulle call to action

 

Modificare il colore del bottone rendendolo rosso ha incrementato, in questo specifico caso, i tassi di conversione del 21%, ma questo non significa che il colore rosso abbia una sorta di potere magico che induca le persone al click.

Guardiamo più da vicino l’immagine: è evidente che il resto della pagina sia colorata con una tavolozza di varianti di verde. In questo contesto una call to action verde semplicemente si mimetizzava con ciò che aveva intorno. Il rosso, invece, fornisce un forte contrasto visivo (e non a caso è anche il colore complementare al verde).

E’ possibile trovare ulteriori evidenze empiriche dell’Effetto Isolamento in una miriade di multivariate test, incluso quello riportato qui di seguito, originariamente pubblicato sul magazine Smashing. L’obiettivo del test era quello di massimizzare i download del software PDFProducer, ed ha incluso 12 varianti di call to action:

A/B Test - call to action

Secondo voi quale combinazione ha performato meglio? (ricordate che i contrasti sono importantissimi).

Ecco i risultati:

Risultati multivariate test

Come potete vedere, l’esempio #10 ha sovraperformato rispetto agli altri con un ampio distacco in termini percentuali. Probabilmente il fatto che questo esempio abbia ricreato il maggior contrasto rispetto a tutti gli altri non è solo una coincidenza. E’ utile notare infatti di come il testo PDFProducer sia piccolo e in grigio chiaro, mentre la call to action (“Download for Free”) sia molto grande e rossa, ricreando il contratto necessario per raggiungere il massimo rateo di conversioni (arrivati a questo punto se siete publisher Adsense dovreste sentire un campanellino risuonare nella vostra testa, e questo tool vi sarà utilissimo per l’individuazione dei colori complementari e triadici per i vostri annunci).

Anche se questo è solo uno dei moltissimi studi sul tema, l’Effetto Isolamento dovrebbe essere tenuto sempre in considerazione quando, in ambito di web design, si definiscono le tavolozze dei colori di un sito, al fine di creare i giusti contrasti necessari a guidare gli utenti verso le aree di pagina che riteniamo più importanti.

3 Commenti

  1. Nice post. I learn something new and challenging on sites
    I stumbleupon on a daily basis. It’s always helpful to read through articles from other authors and
    practice a little something from other websites.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here