Viviamo in un mondo ad alta velocità: il lavoro e il tetris della vita spesso ci impongono di alimentarci in maniera fast. Allora perché non trarre profitto dalla velocità dello scorrere dei nostri giorni con l’apertura di un franchising fast food?

Come? Perché proprio scegliere un franchising? Oggi come oggi, aprire un hamburgeria significa entrare in un settore altamente competitivo, e difficilmente potrai diventare da solo un competitor di un certo livello. Banalmente, l’unione fa la forza e la scelta di un fast food franchising potrebbe rivelarsi un business vincente!

Oggi la filosofia di fast food non è solo più sinonimo di hamburger, ma si estende ad altre specialità culinarie che vanno dai fish and chips ai prodotti vegani.

Gli stessi franchising si sono adeguati a questa diversificazione commerciale: potrai aprire un franchising kebab, oppure aprire un take away, o ancora, aprire un franchising fast food americani affiliandoti direttamente ad un grosso marchio.

Cosa serve per aprire un fast food in franchising?

Per aprire un fast food, aldilà di una comprovata esperienza nella ristorazione, saranno fondamentali le competenze in management aziendale. Investire in un franchising nella ristorazione veloce significa confrontarsi con una realtà aziendale spesso di grandi dimensioni, e valutare diversi aspetti per la gestione e la crescita del proprio business.

Ad esempio, qualora avessi intenzione di affiliarti ad un marchio leader, come McDonald’s, le tue competenze di gestione e la tua pregressa esperienza saranno un fattore determinante.

L’importanza del business plan

Un fast food franchising come qualunque altra azienda richiede un’accurata pianificazione della proprio attività. Proprio per questo motivo non potrai esimerti dalla redazione di un business plan.

Sviluppando il tuo business attraverso un fast food franchising, spesso l’azienda fornitrice ti darà anche un supporto tecnico per comprendere meglio su cosa puntare per la gestione e per la crescita del tuo punto vendita.

La locacion

L’apertura di un franchising fast food richiede, come avrai già intuito, la messa a disposizione di un locale con una metratura piuttosto ampia.

L’azienda fornitrice valuterà poi se il tuo locale avrà i requisiti adatti per esser utilizzato per lo sviluppo di un nuovo punto vendita.

I fast food sorgono nelle zone più disparate: centri cittadini e centri commerciali, ma anche presso le intersezioni di grande arterie stradali, e in alcuni punti di rifornimento lungo le autostrade.

Quanto costa aprire un franchising fast food?

Parliamo subito di cifre per rendere lo scenario il più limpido possibile.

Partiamo dai 15.000 euro per affiliarsi ad un franchising fast food italiano fino ad oltre 800.000 euro per entrare in collaborazione con uno dei grandi marchi d’oltreoceano.

Aldilà delle quote di affiliazione dovrai tener conto di tutte le diverse spese di gestione comprendenti le utenze e gli stipendi per il personale.

Prima di intraprendere la tua attività di franchising fast food dovrai sbrigare tutti quegli adempimenti previsti dalla nostra legislatura. Quindi ti dovrai occupare dell’apertura della partita iva, dell’iscrizione al Registro delle Imprese, e della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) presso il comune competente. Dovrai anche aprire una posizione presso l’Inps e l’Inail sia per te, che per i lavoratori alle tue dipendenze.

Il locale prima di esser aperto al pubblico dovrà essere conforme alle norme igienico-sanitarie, le quali verranno certificate dall’Asl competente.

Come finanziare l’apertura di un fast food?

Come ti sottolineavo nel paragrafo precedente le cifre d’investimento sono diverse nel caso che tu voglia aprire un kebab in franchising oppure un Burger King.

A meno che tu non disponga di capitali personali, le modalità di finanziamento rimangono essenzialmente 3:

  • Richiedere un mutuo presso un istituto di credito;
  • Richiedere un prestito a fondo perduto;
  • Avviare la tua attività con uno o più soci in grado di contribuire finanziariamente.

Sappi comunque che alcuni franchisor, in base ai contratti stipulati, ti permetteranno comunque di ottenere dei mutui agevolati per il versamento della quota di affiliazione.

Quanto guadagna un fast food?

Il settore comprende moltissimi marchi, e perciò si passa da un incasso nell’ordine dei milioni di euro per quanto riguarda le principale catene americane e non, per poi scendere a qualche decina di migliaia di euro per quanto riguarda un piccolo franchising a base regionale.

Perché aprire un franchising fast food?

La scelta del franchising fast food comporta tutta una serie di vantaggi. La principale è la possibilità di avvalersi di un marchio già affermato e conosciuto sul mercato, il quale avrà già conquistato il proprio mercato di riferimento.

Oltre allo sfruttamento del marchio, l’azienda fornitrice si occuperà direttamente dell’allestimento del tuo locale e della pubblicità, formerà il tuo personale, e ti darà supporto in sede amministrativa e legale.

I ritmi della civiltà globalizzata sono frenetici, e i fast food hanno conquistato i palati mondiali. Non lasciarti scappare questa opportunità, ma prima di tutto fai subito il Quiz di Intraprendere, ti aiuterà a trovare il business davvero adatto a te





Redazione di Intraprendere.net
La redazione di Intraprendere è formata da un team specializzato in ogni aspetto riguardante il mondo dell’imprenditoria: da come acquisire il giusto mindset per iniziare alle migliori tecniche per promuovere il tuo business.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here