aprire officina meccanica, requisiti officina meccanica




Prima di guardare insieme cosa serve per aprire un’officina meccanica, facciamo un attimo di chiarezza. Sono in molti a pensare che aprire una carrozzeria o aprire un gommista equivalga a dar vita ad un’autoriparazioni.

In realtà le differenze tra questi 3 tipi di esercizi sono importanti:

  • La carrozzeria si occupa delle riparazioni inerenti la scocca dell’autovettura. In questo caso parliamo di interventi di verniciatura, cambio pezzi esterni come paraurti, cofani e così via.
  • Il gommista si occupa del cambio e della riparazione delle gomme auto. Offre anche altri servizi come l’equilibratura delle ruote oppure la convergenza.
  • L’autofficina si occupa della manutenzione e riparazione delle parti meccaniche della vettura. Quindi, in questo caso parliamo d’interventi sul motore, sulla frizione, sui freni e così via.

Esistono poi officine che si occupano di cambio gomme, oppure carrozzerie che fanno riparazioni meccaniche. Nonostante ciò da un punto di vista prettamente professionale, le tre attività sono ben distinte.

Aprire un’officina meccanica: le caratteristiche

Dopo aver fatto questa distinzione, diamo un’occhiata ai requisiti per aprire officina meccanica. Prima di tutto bisogna aver una formazione adeguata. Esistono diverse scuole di formazione professionale che offrono corsi da meccanici e possono essere sia istituti pubblici che privati.

A partire dal nuovo millennio il vecchio percorso di studi da meccanico si è evoluto nel corso di meccatronico.

Questo è dovuto proprio all’evoluzione delle auto che con il passare degli anni si sono arricchite sempre più di componentistica elettronica.

Il meccatronico oltre ad avere competenze meccaniche, ha appunto anche competenze nella sistemistica elettronica.

Dopo aver conseguito la certificazione, il meccanico dovrà anche avere alcune caratteristiche:

  • Ottima manualità
  • Capacità di problem solving
  • Gestione della clientela
  • Puntualità nelle consegne
  • Praticità con la fatturazione (soprattutto nel caso che l’officina sia di propria proprietà)
  • Attenzione agli aggiornamenti in merito ai nuovi modelli di autovettura

L’importanza del business plan

Non possiamo certamente svegliarci una mattina, e mossi dall’entusiasmo, decidere di aprire officina meccanica. Dobbiamo in primis avere un quadro d’insieme di tutti i dettagli necessari all’avvio della nostra attività.

Lo strumento fondamentale per pianificare qualunque genere di attività è il business plan.

Esso dovrà essere redatto in maniera semplice e coincisa, e dovrà contenere le seguenti voci:

  • Una descrizione specifica dell’attività che abbiamo intenzione di creare;
  • Struttura e management: come sarà composto il nostro team e il ruolo che ogni elemento ricoprirà;
  • La strategia e il posizionamento sul mercato: bisogna individuare in primo luogo il target principale, e partendo da questo conquistare la propria nicchia di mercato;
  • Il piano operativo: cosa faremo concretamente per sviluppare la nostra impresa;
  • Risorse e finanziamenti: dove reperiremo i capitali necessari per avviare la nostra attività;
  • Proiezioni di risultato: le prospettiva di crescita della nostra impresa nel futuro.

La location

Per aprire officina meccanica uno degli aspetti rilevanti è lo spazio: più ne abbiamo a nostra disposizione e meglio è. Solitamente locali ampi si trovano nelle zone periferiche, dove inoltre i canoni d’affitti sono contenuti.

Certamente in un locale di grande metratura saremo in grado di accogliere maggiori autovetture, piuttosto che un piccolo capannone.

Oltre allo spazio, la location deve essere preferibilmente lungo un’arteria di traffico e possibilmente ben visibile e ben segnalata, magari avvalendosi anche della cartellonistica stradale.

Le spese iniziali per partire

Quando ci apprestiamo ad aprire officina meccanica , dobbiamo tenere in considerazione il disbrigo di tutte quelle pratiche necessario per l’apertura di qualunque esercizio commerciale. Il nostro ordinamento legislativo prevede:

  • L’apertura della partita iva
  • L’iscrizione al Registro delle Imprese
  • La Segnalazione Certificata di Inizio Attività presso il comune competente
  • L’apertura di una posizione Inps ed Inail sia per il titolare che per il personale alle sue dipendenze.

Una volta sbrigata la noiosa burocrazia, dovremmo conteggiare la spesa per l’acquisto o l’affitto di un capannone. Ed ora veniamo alle noti dolenti. Le uscite più ingenti saranno per l’allestimento officina meccanica. Bisognerà acquistare i ponti per le auto, i diversi attrezzi finalizzati alle riparazione e tutta la strumentazione per la diagnostica.

Le spese di gestione

Dopo aver finalmente inaugurato la nostra autofficina, bisognerà considerare le varie spese di gestione. Tra queste sicuramente spiccano il canone d’affitto e le utenze. Poi in base alle richieste dei clienti dovremmo acquistare dai fornitori i pezzi di ricambio per le riparazione.

Nel settore è bene anche creare buoni rapporti con le autodemolizioni.

Qui spesso è possibile trovare pezzi di ricambio ad un prezzo ridotto rispetto ai fornitori ufficiali.

Infine bisognerà pagare gli stipendi al personale a nostra disposizione. Spesso è necessario contemplare anche l’assunzione di una segretaria, la quale gestirà telefonicamente e di persona la clientela e la contabilità.

Le modalità di finanziamento

Ecco come poter finanziare la tua attività:

  • Rivolgersi all’istituto di credito di fiducia e accendere un mutuo o richiedere un prestito. Dopo che la banca avrà accertato la presenza delle dovute garanzie, concederà un finanziamento soggetto al versamento di un tasso d’interesse variabile a seconda dell’istituto.
  • Partecipare al programma “Nuove Imprese a tasso zero” promosso da Invitalia (Agenzia nazionale per lo Sviluppo d’Impresa). L’ente pubblico farà proprio l’onere del 75 % del finanziamento della somma prevista per la realizzazione del progetto presentato. I requisiti sono essere giovani imprenditori tra i 18 e i 35 anni, oppure essere semplicemente donne.
  • Affiliarsi ad un franchising officina meccanica.

Quanto guadagna un’officina meccanica

Prima di parlare di cifre è bene porsi una domanda: come organizzare un’officina meccanica? L’organizzazione è importante, soprattutto per capire quali servizi offrire. Essa dipende soprattutto dallo spazio a nostra disposizione.

Ad esempio se noi volessimo offrire un servizio tipico della carrozzeria come la verniciatura, avremo bisogno di un forno per auto, il quale occuperà una stanza intera. Più differenzieremo la nostra offerta, e maggiori saranno le possibilità di guadagno.

Arrivando alle tanto attese cifre, aprire un’officina meccanica significa avviare un business capace di creare un giro d’affari tra i 20.000 e i 50.000 euro annui.

Perché aprire un’officina meccanica in franchising?

L’officina meccanica è senza dubbio un’attività che non elemosina clientela, ma al tempo stesso la concorrenza nel settore è molto agguerrita. Per questo motivo, la scelta di un franchising potrebbe essere la soluzione migliore per contenere i nostri rischi.

Inoltre nel campo delle riparazioni auto sono presenti franchisor consolidati da tempo sul mercato e molto noti. Che cosa offre un franchisor?

  • Trasmissione del know how: il franchisor garantirà una formazione tecnica e amministrativa;
  • Supporto nell’allestimento dell’officina, accollandosi anche parte delle spese;
  • Un marchio già affermato e con una rete di clienti affezionati;
  • Esclusività di zona: non saranno presenti altri franchisee dello stesso brand nella nostra area di competeza;
  • Canali privilegiati per le forniture;
  • La casa madre si occuperà direttamente della promozione pubblicitaria, sia attraverso i canali classici che attraverso il Web.

Per entrare a far parte della rete del franchisor è usualmente richiesta una fee d’ingresso, ed in seguito una royalty fissa oppure calcolata sul fatturato.

Spero che questa guida su come aprire officina meccanica ti sia stata d’aiuto. Ora non ti resta che accendere il motore, dare gas e raggiungere il prima possibile il tuo business vincente. Ma prima fai subito il Quiz di Intraprendere per trovare l’idea imprenditoriale davvero adatta a te





Redazione di Intraprendere.net
La redazione di Intraprendere è formata da un team specializzato in ogni aspetto riguardante il mondo dell’imprenditoria: da come acquisire il giusto mindset per iniziare alle migliori tecniche per promuovere il tuo business.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here