aprire una pensione per cani, come aprire una pensione per cani

Adori gli animali? Vuoi aprire una pensione per cani?

Non è una cattiva idea, una pensione o un asilo per cani è un servizio molto richiesto, specialmente in città.

La popolarità di questa attività nel tempo sta aumentando, proprio perché sono tanti i proprietari di un animale domestico che hanno bisogno di un ricovero per cani, quando non sono in casa e quando vanno a lavoro.

Chi lavora e viaggia all’estero, chi desidera fare una vacanza e non può portare con sé il cane, ma non solo.

Pensa, devi andare fuori città per fare un servizio e non puoi portare il tuo cagnolino con te! Cosa fare? Puoi scegliere di affidare il tuo cane a un ricovero, dove se ne possano prendere cura.

Come puoi vedere dunque questo è un servizio molto utile, oltre che richiesto.

Se ami molto gli animali e possiedi le giuste competenze allora questa può essere l’attività adatta a te. Forse, ti stai chiedendo “Come aprire una pensione per cani”, effettivamente il percorso non è semplicissimo.

Però ci sono diverse alternative che puoi vagliare, per riuscire ad aprire attraverso un percorso semplificato la tua pensione per cani. Ad esempio, puoi scegliere di affidarti a un franchising!

Stai pensando seriamente a questa opportunità? Ecco qui troverai tutte le informazioni necessarie per aprire una pensione per cani.

Aprire una pensione per cani: le caratteristiche

Le pensioni per cani vengono chiamate anche con altri nomi come: asili, alberghi per cani, ricoveri ecc… Quest’attività può essere molto remunerativa ma deve essere svolta con professionalità ed è necessario portarla avanti con le giuste certificazioni.

Lavorare con i cani e dirigere una pensione o aprire un asilo per cani prevede alcune conoscenze specifiche. Innanzi tutto, è necessario seguire un corso per l’addestramento dei cani, in questo modo è possibile comprendere le dinamiche comportamentali canine.

Quest’attività prevede anche che si segua un corso o si abbia personale addestrato per il primo soccorso canino.

Infine, potrebbe facilitarti il lavoro avere esperienza come pet o dog sitter, o magari aver lavorato presso un ricovero per animali. Quest’attività può essere portata avanti anche con l’aiuto di un veterinario, per assicurare anche un servizio sanitario d’emergenza.

Negli asili e nelle pensioni per cani infatti, non bisogna solo giocare con loro, ma devi anche prendertene cura.

Per prenderti cura dei cani e dei cuccioli devi alimentarli nel modo giusto, chiedendo anche al padrone quale sia l’alimentazione che segue il cane. Inoltre, dovresti separare i cani per taglia e farli giocare in ambienti separati.

Un albergo per cani è una struttura che deve essere suddivisa anche in diverse aree ossia: quelle di gioco, le aree di sosta, delle aree esterne con giardino per farli correre e giocare. Inoltre, gli ambienti devono avere la giusta temperatura sia durante il periodo invernale sia in estate.

Tra le caratteristiche essenziali per una pensione per cani c’è la pulizia e la sicurezza, oltre un personale qualificato che possa prendersi cura di loro.

Gli asili o i ricoveri per cani possono essere aperti giornalmente, con orari che prevedono il ritiro del cane in serata. Oppure è possibile gestire una pensione o albergo per cani nei quali questi possono anche dormire ed essere sorvegliati durante la notte.

Puoi anche scegliere di aprire un ricovero per cani che offra servizi extra. Ad esempio, puoi scegliere di offrire un servizio di toelettatura, o dei corsi per l’obbedienza e l’addestramento o altri servizi dedicati.

Perché bisogna avere un business plan

Per aprire una pensione per cani è necessario occuparsi di diverse questioni sia dal punto di vista commerciale sia strutturale.

Devi pensare anche alla questione economica, ai possibili guadagni e come ottenere un finanziamento per l’apertura dell’attività. Per aprire una pensione per animali dunque hai bisogno obbligatoriamente di un business plan.

Il business plan ti permette di scoprire quali siano gli svantaggi e i vantaggi di questa attività. Puoi comprendere se ti conviene stabilire una ditta individuale, una società a responsabilità limitata o una società a nome collettivo e inserire i relativi costi.

Nel business plan vanno inserite tutte le spese iniziali necessarie per l’apertura, quelle previste per la gestione, le spese fisse e variabili da sostenere mensilmente.

Dovresti considerare anche i costi di una polizza assicurativa, necessaria per aprire una pensione per animali, e i costi del commercialista, del locale ecc…

Oltre ai costi con il business plan puoi fare delle proiezioni sui guadagni futuri e le entrate previste sul medio e lungo periodo.

Fare un business plan non è semplice, ma puoi sempre scegliere di farti aiutare dal commercialista o da un consulente finanziario (o dare un’occhiata a questo modello). Qualora decidessi di aprire un franchising, invece, potresti essere sostenuto da un consulente specifico.

La location

Una delle cose più difficili quando si apre un ricovero per cani è la scelta della location. Infatti, per gestire un’attività del genere c’è bisogno di molto spazio.

Devi considerare che avrai bisogno di uno spazio aperto per far giocare i cani, avrai la necessità di acquistare diversi box cani prefabbricati oppure costruirli in loco.

Dovresti scegliere un locale che disponga di diversi ambienti per farli giocare, una piccola area per il pronto soccorso, un’eventuale zona per la toilettatura, e un’ambiente per farli mangiare.

La location per una pensione per cani deve avere tutte queste caratteristiche logistiche. Per questo motivo è necessario fare molta attenzione al luogo prescelto.

Inoltre, in base alle dimensioni del locale, dovete considerare che potrete accogliere più o meno clienti canini. I cani non devono vivere in un’ambiente troppo ristretto ma avere una buona libertà di movimento.

La location è molto importante per un’attività come questa, in quanto per aprirla dovrai ottenere la certificazione di idoneità e il permesso del comune.

Il permesso di Idoneità viene rilasciato dall’ASL solo dopo che i dottori abbiano seguito un’ispezione scrupolosa. Inoltre, sarà necessario richiedere la licenza comunale; anche questa viene data solo dopo che avrai scelto la location.

Le spese iniziali per partire

Quali sono le spese iniziali per aprire una pensione per cani? Fare un prospetto preciso delle spese necessarie ad aprire una pensione per cani è difficile ma devi considerare alcuni fattori, ossia:aprire una pensione per cani, aprire asilo per cani

• Spese per l’affitto o l’acquisto del locale.
• Commercialista per l’apertura della P.IVA, iscrizione all’INAIL e l’INPS.
• Acquisto degli arredi e dell’attrezzatura specifica.
• Spese per gli allacci o per le eventuali volture dell’energia elettrica, gas e acqua.
• I lavori di ristrutturazione per rendere la struttura adatta ad accogliere i cani secondo le norme vigenti.

Le spese iniziali per riuscire ad aprire quest’attività sono davvero molto alte. Infatti, servono all’incirca tra i 50 mila e gli 80 mila euro circa. In base ai servizi che vuoi offrire e soprattutto a seconda del numero di cani che desideri ospitare nella struttura.

Al fine di risparmiare sulle spese iniziali, potresti considerare di aprire un’attività in franchising. In questo caso il costo della pensione per cani potrebbe essere inferiore, e aggirarsi tra i 20 mila e i 40 mila euro.

Le spese di gestione

Le spese di gestione di un’attività sono estremamente importanti e devono essere sempre calcolate nel momento in cui si desideri aprire una pensione per animali.

Al fine di stabilire le spese di gestione puoi avvalerti del Business Plan, o comunque puoi scegliere di realizzare un documento nel quale riporti tutte le spese mensili fisse e quelle variabili.

Le spese di gestione fisse prevedono:

• Affitto del locale
• Costo mensile del commercialista
• Stipendi dei collaboratori e contributi mensili in base al loro inquadramento

Le spese di gestione variabili sono:

• Manutenzione del locale
• Eventuali corsi di aggiornamento
• Acquisto dei prodotti necessari alla cura degli animali
• Gestione della pulizia dei locali
• Utenze dell’energia elettrica, gas e acqua potabile

Le spese di gestione possono essere stilate con l’aiuto di un commercialista, di un’assistente finanziari oppure, se in franchising, è possibile avvalersi della loro consulenza interna.

Le modalità di finanziamento

Aprire una pensione per cani prevede come hai visto una capacità finanziaria non indifferente. Per questo motivo potrebbe essere necessario chiedere un finanziamento presso una banca.

Ottenere un finanziamento non è semplice, in quanto bisogna presentare i documenti per l’avvio dell’attività, i documenti del commercialista che dimostrano l’apertura di una Partita IVA e il business plan.

Per ottenere un finanziamento potrai recarti in una delle banche del territorio che offre un prestito per l’apertura delle nuove attività.

Le banche locali sono le migliori per ottenere un finanziamento, in quanto queste cercano di stimolare e finanziare l’imprenditoria locale.

Altrimenti potresti trovare un socio, questo potrebbe essere di capitale e quindi contribuirebbe soltanto dal punto di vista finanziario, oppure di gestione; in questo caso oltre a contribuire con il proprio capitale entrerà a far parte della gestione dell’esercizio.

Quanto si può guadagnare con una pensione per cani

Quanto è possibile guadagnare con una pensione per cani? Una pensione o albergo per cani è un’attività che può essere al quanto remunerativa.

Conoscere i guadagni che si ottengono mensilmente con precisione è molto difficile, ma si può fare una proiezione in base ad alcuni fattori.

Ad esempio, questa è un’attività molto più ricercata nelle grandi città e devi considerare se eventualmente c’è o meno molta concorrenza nel campo.

I guadagni possono variare anche a seconda dei servizi offerti. Il guadagno con un ricovero per cani può essere superiore a quello che si ottiene rispetto a uno stipendio tradizionale.

In ogni caso, devi considerare che potrai richiedere un compenso che varia tra i 20 e i 60 euro al giorno, per ogni cane del quale ti prendi cura. Inoltre, potresti chiedere un compenso maggiore per alcuni servizi extra come la toilettatura.

Perché aprire una pensione per cani in franchising

Come hai visto aprire una pensione per cani non è una passeggiata. Ci vogliono competenze specifiche è necessario ottenere i permessi del comune e dell’Asl.

Farlo da soli senza alcun sostegno e con poca conoscenza delle pratiche burocratiche potrebbe rivelarsi una strada al quanto tortuosa.

Per questo motivo sono sempre più le persone che scelgono di aprire una pensione per cani in franchising.

Cosa offre il franchising?

Scegliere il franchising per aprire una nuova attività ti permette di ottenere diversi vantaggi:

• Una consulenza costante sulle pratiche tecniche e burocratiche per l’avvio dell’attività.
• Arredi, le attrezzature necessarie e i database di gestione.
Corsi di aggiornamento e corsi iniziali che ti aiutano a capire come gestire l’attività con successo.
• Sostegno continuo di un consulente per monitorare nel tempo l’andamento di una tua attività.
• Costi di accesso minori, rispetto all’apertura di un’attività da soli e senza aiuti.

Oltre a tutti questi vantaggi logistici e formativi, un franchising offre una maggiore visibilità verso i tuoi futuri clienti. Aprire un’attività da zero prevede un grande sforzo dal punto di vista pubblicitario, bisogna lavorare sul nome e devi far comprendere alla tua clientela il tuo valore e la tua professionalità.

Con un’attività in franchising i clienti avranno una maggiore fiducia in te in quanto conosco il marchio e percepiscono più facilmente la tua professionalità.

Inoltre, con il supporto del franchising potrai seguire dei corsi di aggiornamento che non solo ti aiuteranno a gestire meglio l’attività ma anche a imparare a pubblicizzarla, a fissare i costi e quindi al contempo assicurarti un maggiore guadagno.

Se non si ha esperienza nel settore o comunque è la prima volta che si apre un’attività, il franchising è la soluzione migliore per vivere quest’avventura con un sostegno professionale costante.

Adesso sai tutto ciò che è necessario sapere per aprire la tua pensione per cani, ma se vuoi essere sicuro del successo del tuo prossimo business fai subito il quiz di Intraprendere!





LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here