unique selling proposition, usp, unique selling points
data-full-width-responsive="true">



Come puoi far percepire al cliente la tua attività come unica e diversa dalla concorrenza?Una risposta a questa domanda può arrivare dalla USP, ossia dalla Unique Selling Proposition.

La Unique Selling Proposition è un’argomentazione di vendita, che ti aiuta nella pubblicizzazione del tuo brand concentrandoti su un elemento caratterizzante, che ti differenzi dalla concorrenza. 

La USP o Unique selling proposition, conosciuta anche con il nome di unique value proposition, o value proposition, in italiano può essere tradotta come proposta di vendita unica, che ti permetta di distinguerti dalla massa e dalla concorrenza.

Ma per riuscire a comprendere al meglio come funziona la usp marketing, vediamo insieme cos’è e quali sono le migliori strategie per mettere in atto la tua USP, e convincere i clienti a scegliere te invece che un tuo diretto concorrente. 

Cos’è una Unique Selling Proposition?

Cos’è la Unique Selling Proposition?

Definizione a parte, posso dirti che questa afferma un principio specifico, ossia che la pubblicità per essere realmente efficace è necessario che punti ad un argomento di vendita unico che non sia ad appannaggio della concorrenza.

L’USP quindi ti offre la possibilità di rispondere a quella domanda implicita che si pongono tutti i clienti ossia: “perché dovrei acquistare da questo sito, o in questo negozio, o perché avvalermi di tale servizio e non di un altro?”.

Perché è necessario trovare la tua USP

Rispondere in modo rapido a questa domanda è necessario, perché se non dai agli utenti una ragione differenziante per sceglierti i tuoi clienti potenziali passeranno oltre, senza pensarci troppo a lungo.

Trovare la tua Unique Selling Proposition però non vuol dire essere il migliore, ma semplicemente avere un elemento differenziante rispetto alla concorrenza da sfruttare per promuovere la tua attività.

Quindi non basta dire: “Ehi! Io sono tra i migliori, i miei prodotti sono fantastici!”, ma piuttosto:

Ehi, noi facciamo le cose in modo differente, abbiamo qualcosa che non trovi dai nostri concorrenti, noi ti offriamo un’esperienza davvero unica.

Ma come trovare la tua Unique Selling Proposition? Ecco 5 suggerimenti utili

1. Annota tutte le caratteristiche che rendono il tuo prodotto unico

La prima cosa che devi fare per riuscire ad attuare una strategia di unique selling proposition è fare una valutazione di tutti gli elementi che caratterizzano il tuo prodotto o servizio.

Quindi prendi un bloc-notes e inizia a scrivere qualunque cosa pensi ti possa differenziare, anche quei dettagli che al momento ti sembrano insignificanti. Stilando questa lista potresti trovare in tempi brevi l’anello mancante del tuo USP.

Inoltre, per espandere la ricerca della tua argomentazione di vendita unica, dovresti rispondere anche a delle domande che ti aiutano a entrare nella mente dei tuoi potenziali clienti.

Tra le domande da porti vi sono:

  • Cosa sta cercando il mio cliente? Quali sono i suoi bisogni principali?
  • Come possono soddisfare questa necessità o esigenza? Come posso risolvere i loro problemi?
  • In che modo il mio servizio/prodotto risponde a questo bisogno meglio della concorrenza?
  • Perché il mio cliente dovrebbe scegliere il mio prodotto invece di quello dei miei concorrenti?

Il risultato che puoi ottenere attraverso una giusta strategia USP è l’aumento delle tue entrate in tempi relativamente brevi, grazie alla creazione di campagne pubblicitarie mirate.

Inoltre potrai trovare una clientela più affezionata e pronta a proporre i tuoi prodotti e servizi anche alla sua cerchia di conoscenze.

2. Restringi il tuo pubblico, non puoi rispondere alle esigenze di tutti

Quando si crea un prodotto o si apre un’attività si può pensare di dover piacere obbligatoriamente a tutti.

Ma se provi a piacere a chiunque, finirai per non piacere più a nessuno.

Questo vuol dire che se vuoi che il tuo prodotto abbia successo allora ti devi focalizzare su un target specifico e ristretto, meno saranno le persone di cui vuoi soddisfare un bisogno o un’esigenza, maggiori saranno le possibilità di riuscirci (magari anche meglio della concorrenza).

Quindi la prima cosa che devi fare è individuare un target ristretto di persone, restringere il tuo pubblico di destinazione e identificare tra i due e i tre clienti tipo. In questo modo sarà più semplice trovare e perfezionare la tua USP, trovando più facilmente l’elemento differenziante.

Per approfondire:

3. Riempi il vuoto lasciato dalla concorrenza

Per riuscire a identificare la tua Unique Selling Proposition, devi sopratutto studiare cosa fa la concorrenza, come si comporta, e soprattutto quali sono i suoi punti deboli.

Ad esempio: il loro prodotto è disponibile solo su alcune piattaforme, non sono bravi nel servizio clienti, hanno delle lacune sulla grafica, non comunicano bene sui social network, non hanno belle vetrine, ecc…

Trova il punto debole della tua concorrenza e volgilo a tuo vantaggio, offrendo un servizio migliore dove il tuo concorrente è lacunoso.

4. Mostra al cliente come puoi aiutarlo a risolvere i suoi problemi

Una volta commercializzare il proprio prodotto era molto più semplice, i clienti vedevano cosa proponeva un’azienda e l’acquistava, senza porsi troppe domande, e soprattutto la concorrenza era molto più bassa.

Oggi con internet, la globalizzazione e la saturazione di moltissimi mercati, i clienti vogliono essere attratti da un brand ma anche rassicurati sul fatto che il loro problema verrà realmente risolto.

Quindi, ora per creare un USP efficace devi scoprire quali sono i desideri e le speranze dei tuoi clienti, e devi essere in grado di rassicurarli riuscendo a comunicare loro che potrai aiutarli, grazie al valore aggiunto che può offrire il tuo brand.

Iniziare una relazione con il cliente può essere difficile, ma se t’impegni a creare un percorso di fiducia nel tempo, senza che se ne accorgano, diventerai per loro un punto di riferimento, così quando avranno nuovamente bisogno di un prodotto inerente al tuo mercato si rivolgeranno a te senza pensarci troppo su.

Se sei in grado di creare fiducia nel tuo marchio o nel tuo prodotto aumenteranno nel tempo anche i tuoi profitti grazie a un pubblico affezionato.

Ti faccio un esempio, conosci MailChimp, uno dei più popolari servizi per l’e-mail marketing?

Il suo target inizialmente sono proprio i principianti del settore, tant’è che ha un entry level gratuito che permette di gestire sino a 2 mila abbonati alla propria newsletter.

La USP di MailChimp sta proprio nelle fasi iniziali, perché a differenza di altre piattaforme attrae il cliente e investe in prima persona nel suo successo. Insomma, MailChimp crede nei suoi clienti e l’incoraggia offrendo un piano gratuito.

5. Renditi riconoscibile

Value proposition, significato per te e per la tua azienda, qual è davvero? Semplice è essere riconoscibili.

Per essere riconoscibile puoi utilizzare il tuo punto differenziante e condensarlo al meglio in uno slogan di facile comprensione, in un logo riconoscibile, oppure in una campagna pubblicitaria caratterizzante che ti differenzi al meglio dalla concorrenza.

Unique Selling Proposition: i 3 errori da non commettere

La Unique Selling Proposition può essere molto utile, ma bisogna stare attenti a non fare degli errori!

Ma vediamo insieme quali sono i tre errori che dovresti evitare nella ricerca della tua Unique Selling Proposition:

1. Cadere nella banalità

Molti slogan sono troppo banali e generici, come ad esempio “Rivolgiti a noi, siamo i migliori”, tutti pensano di essere i migliori, ma non puoi semplicemente dire che sei il migliore, senza spiegare perché e come ti distingui sul mercato.

2. Confondere Unique Selling Proposition e caratteristiche del prodotto

Il tuo cliente, vuole che il prodotto funzioni e bene, non vuole leggere un elenco di caratteristiche.

Quindi non spiegare le sue funzionalità, ma fagli capire perché il tuo prodotto così com’è fatto può essergli utile e qual è l’elemento che lo distanzia dalla concorrenza.

3. Non essere in grado di sostenere le proprie affermazioni

I consumatori oggi sono davvero molto attenti, quindi se affermi di essere il più efficiente ad esempio nelle consegne, hai bisogno di prove a suo sostegno, come magari i commenti dei clienti.

Insomma, devi dimostrare che sei in grado di aiutarli realmente in modo migliore rispetto ad altri brand.

Unique Value Proposition: esempi utili

Come abbiamo visto la USP può essere davvero molto utile e devi sfruttarla a tuo vantaggio con molto impegno e cura. Agire subito, sin dall’inizio è il modo più semplice per riuscire a ottenere il meglio dalla tua unique selling proposition.

Per aiutarti nella tua ricerca ecco alcuni esempi di unique value proposition.

M&Ms

Ecco la promessa delle celebri praline: “Il cioccolato al latte che si scioglie in bocca, non nelle tue mani.

In un settore estremamente competitivo come quello degli snack dolci, M&Ms è riuscito a distinguersi proponendo un prodotto effettivamente differente da quello degli altri competitor: dei cioccolatini che non si sciolgono in mano e che quindi posso essere consumati in qualunque occasione senza rischiare di sporcarsi.

Pizza Domino

Infine, un marchio molto famoso in tutto il mondo che è riuscito a trovare il suo elemento differenziante da tutte le altre pizzerie d’asporto statunitensi è Pizza Domino. Pizza Domino ha concentrato il suo USP con lo slogan: “ricevi una pizza calda e fragrante in 30 minuti a casa tua, se superati, la pizza è gratis.”

Oggi, questa USP viene utilizzata anche da tanti altri concorrenti, ma è proprio Pizza Domino che ha lanciato questo nuovo concetto nella consegna della pizza. Domino così si è distinta nel mondo delle consegne offrendo un servizio più celere, nel momento in cui altre aziende impiegavano invece tra i 45 minuti e l’ora per la consegna.

Sostenendo questa promessa, Domino è riuscita a distinguersi dal mercato ed emergere in un settore già saturo.

Adesso che hai capito come trovare il tuo elemento differenziante, non ti resta che iniziare a lavorare sulla tua USP e sfruttarla al meglio per aumentare le tue vendite.

Un altro elemento importante per definire su quali punti dovrai costruire la tua strategia per importi sul mercato è senza alcun dubbio la mission. Clicca qui per scoprire di cosa si tratta e come costruirla.





Redazione di Intraprendere.net
La redazione di Intraprendere è formata da un team specializzato in ogni aspetto riguardante il mondo dell’imprenditoria: da come acquisire il giusto mindset per iniziare alle migliori tecniche per promuovere il tuo business.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here