SEMRush Webmaster Tools

In questo articolo ti sveleremo come utilizzare al meglio SEMRush per conquistare le prime pagine di Google e superare i tuoi competitor.

Sarai d’accordo con noi nel considerare la SEO è un lavoro impegnativo: curare i contenuti del sito e tutte le sfaccettature tecniche per non essere penalizzati non è semplice e alla portata di tutti.

E’ possibile però risparmiare tempo e fatica semplicemente copiando le strategie dei tuoi competitor. Attenzione: non ti stiamo consigliando di copiarne i contenuti, ma di capire quali strategie SEO adottino per farle tue e risparmiare tempo a studiare una strategia e verificare poi se sia realmente vincente o meno.

Resta quindi con noi per scoprire come funziona SEMRush e i trucchi per superare i tuoi avversari online! Prima di iniziare, per replicare direttamente sullo strumento i consigli che ti daremo, puoi registrare subito un account di prova gratuito cliccando qui.

Cos’è SEMRush e perché è fondamentale per te

SEMRush rappresenta un molo nel porto dei tuoi concorrenti. Non è una metafora esagerata: considera che con questo strumento hai accesso a tutti i dati relativi al traffico, al posizionamento e alle strategie web dei tuoi concorrenti.

Se sai come utilizzarlo saprà farti risparmiare moltissimo tempo: infatti potrai studiare le strategie dei competitor e cercare di utilizzare ciò che più sia meglio per il tuo business, sia in ambito SEO, ADs e Social.

Se sei qui è perché hai già capito che ci sono delle potenzialità enormi, quindi non ci resta che continuare e svelarti tutti gli strumenti utili a fare crescere il tuo business con SEMRush.

Cosa imparerai in questa guida su SEMRush

In questo articolo ti guideremo passo passo sul funzionamento di SEMRush e su tutti gli strumenti, ma lo faremo in maniera pratica e funzionale: non troverai la descrizione di tutte le funzionalità, ma troverai le tattiche migliori SEO e come metterle in atto grazie a SEMRush.

Per semplificare il percorso abbiamo diviso l’articolo in sezioni:

  • Il tuo sito: utilizza SEMRush per migliorare i tuoi contenuti e la struttura interna del tuo sito.
  • I tuoi competitor: scopri quali siano realmente i tuoi competitor sui motori di ricerca, identifica le strategia e scopri i talloni di Achille
  • Le keyword: identifica le keyword importanti per il tuo pubblico di riferimento
  • I trend Topic / le sezioni: scopri le aree di interesse e le nicchie dei tuoi competitor
  • La link building: impara dai tuoi competitor studiando le loro strategie di link building

Alla fine di ogni sezione troverai un riassunto con le azioni necessarie per mettere in atto la strategia e utilizzare gli strumenti in maniera efficace da subito.

Ma basta con le presentazioni: entra subito nel vivo degli strumenti e scopri le strategie vincenti!

Usa SEMRush per ottimizzare il tuo sito

Prima di guarda i tuoi competitor devi capire cosa puoi ottimizzare sul tuo sito. Insomma devi iniziare con delle buone basi per poi mettere in pratica le strategie che scoprirai relative alla tua nicchia di mercato.

Ecco come tenere in ordine casa tua

1. Controlla il tuo sito con lo strumento Audit tool

Il primo passo in assoluto da fare è un’analisi del tuo sito. Non stai utilizzando uno dei tanti tool gratuiti che trovi online, qui troverai informazioni realmente utili per migliorare il tuo sito e ottimizzare tutti gli aspetti.

Per farlo segui questi semplici passaggi:

Vai su progetti e clicca su + per aggiungere un nuovo progetto:

Inserire nuovo progetto SemRush

Quindi inserisci le informazioni richieste in questo box:

Crea Progetto SemRush

Ancora qualche minuto di pazienza e ti verrà presentata una visione completa del tuo sito, un quadro del dietro alle quinte.

Ecco cosa ti apparirà in questa schermata:

Site Audit Semrush tool
Può sembrarti che le informazioni non siano approfondite, ma in realtà stai vedendo tutto ciò che ti serve. Leggi con attenzione, prenditi un po’ di tempo oppure scarica il report in Pdf prima di passare alla fase successiva.

2. Raccogli i dati di Benchmark

Questa fase è semplicissima: ti basterà digitare il nome completo del tuo dominio e selezionare l’opzione “Panoramica” (che troverai nel menù a tendina). Il risultato che ti viene presentato ti da una visione completa di tutto ciò che è relativo alla tua nicchia di mercato dal punto di vista di Google.

Benchmark Semrush

3. Strumento di idee SEO

Secondo il team di SEMRush questo è uno dei tool più sottovalutato dagli utenti ma con maggiore potenziale. Con questo strumento viene analizzata ogni singola pagina del tuo sito e ti viene rifornita per ognuna di esse una consulenza SEO sia sugli elementi tecnici che semantici.

Per accedere a questa schermata devi selezionare il progetto in questione e cliccare su “SEO Ideas”.

Cliccando sul pulsante verde “idee” il sito ti riporta al dettaglio della pagina con tutti i suggerimenti dettagliati.

4. Strumento di controllo backlink

Il profilo di backlink è di fondamentale importanza per un website e non c’è da stupirsi se Google li monitora costantemente.

Uno fra i problemi più spinosi è la pulizia del profilo di backlink, che a volte vede procedure anche lunghe mesi prima di identificare ed eliminare link sbagliati al tuo sito.

Grazie allo strumento di SEMRush in pochi minuti invece puoi avere un’idea chiara dei tuoi backlink: infatti avrai visione del tuoi link di riferimento classificati secondo 30 diverse variabili per verificare immediatamente quali collegamenti siano tossici per il posizionamento del tuo sito.

Non è importante sapere quali siano i fattori che giudicano il profilo dei backlink, la cosa più interessante è che, una volta individuato il link che ritieni tossico, potrai segnalarlo direttamente da SEMRush.

5. Strumento di monitoraggio del brand

Il brand è sempre fondamentale, sia in una strategia di marketing offline che online. Grazie a questo tool avrai la possibilità di monitorare, misurare e ottimizzare la brandawareness del tuo prodotto per quanto concerne la rete.

Il tool mostra:

  • Menzioni: dove il tuo marchio – sia che tu sia il tuo nome, o il tuo nome commerciale – viene citato in Internet.
  • Backlinks: Dove i tuoi backlinks stanno provenienti, e le opportunità per voi di agire su di loro, come ad esempio modificare il testo di ancoraggio o la rete con il proprietario del sito.

Quando inserisci le informazioni sul tuo dominio, ti verrà chiesto le keyword associate al tuo brand. Ad esempio per il sito www.Goodbabyfood.it posso pensare di inserire:

  • www.goodbabyfood.it
  • Goodbabyfood
  • Goodbabyfood.it
  • Good Baby Food

Scoprira magari una citazione da parte di un blog che disconoscevi e con cui puoi iniziare a fare network o magari per scoprire nuove tematiche che possono interessare al tuo pubblico da trattare.

In breve – Utilizza SEMRUsh per ottimizzare il tuo sito

Grazie a questi strumenti che abbiamo appena visto assume, potrai in pochi minuti avere un resoconto completo del tuo sito e una strategia di ottimizzazione per migliorare tutti gli aspetti SEO.

Ma riassumiamo assieme i 5 passaggi per ottimizzare il tuo website

  • Esegui un’analisi approfondita del tuo sito per verificare subito dove necessita di ottimizzazioni. Progetti> Audit sito
  • Raccogli i dati di bencmark per verificare il posizionamento del tuo sito e monitorare i miglioramenti. Analisi di dominio> Panoramica
  • Esamina il tool Seo Ideas per migliorare le pagine e aumentare subito i risultati di ognuna di esse. Progetto> Sito> Idee SEO
  • Utilizza lo strumento di controllo dei backlink per capire il tuo profilo, individuare i link tossici e segnalarli direttamente dalla piattaforma. Progetto> Revisione del backlink
  • Imposta lo strumento di monitoraggio del brand per verificare la bontà dell tue strategie di branding. Progetto> Strumento di monitoraggio del marchio

Usa SEMRush per avere informazioni sui tuoi competitor

L’analisi dei competitor è di fondamentale importanza per definire la corretta strategia sul web di qualsiasi website. Grazie ai tool di SEMRush potrai identificare chi realmente siano i tuoi competitor, verificare le loro campagne, le statistiche e gli eventuali punti deboli per ottimizzare la tua strategia.

6. Identifica i tuoi principali competitor

Non sempre risulta semplice identificare i competitor sulla ricerca organica, ma grazie a questo strumento san un lavoro di pochi minuti.

Analisi di dominio> Ricerca organica > Competitor

Avrai una schermata che ti darà accesso alle seguenti informazioni:

  • Chi sono i tuoi competitor su Google
  • Livello di concorrenza
  • Keyword in comune
  • Dati di traffico dei competitor
  • Rappresentazione visiva del posizionamento dei player di settore

Nell’immagine trovi appunto la rappresentazione grafica e l’elenco dei competitor, una lista veramente lunga e completa di tutti i player che si trovano online e fanno parte della tua nicchia. te ne saresti immaginati così tanti?

STool SEMRush Competitor organici

Andiamo avanti, che gli strumenti incredibili sono ancora tanti!

7. Panoramica sui concorrenti

Dall’elenco visto nel punto 6 scegli 3 fra i tuoi principali competitor e clicca con il tasto destro per aprire una panoramica più dettagliata in un’altra finestra.

Tool SEMRush Analisi Competitor strumenti SEO

Ecco i dati che avrai a disposizione: backlink, keyword, classifiche..Tutte informazioni che puoi approfondire con gli strumenti che a breve ti mostreremo.

8. Analisi dei competitor

Per fare un’analisi più approfondita dei tuoi concorrenti puoi iniziare a studiare la stessa pagina, partendo proprio dalla parte in alto a destra.Analisi competitor SEMRush tool

Interessante anche capire le performance dei tuoi competitor sul mobile, device sempre più importante per chi è presente sul web.

Questi dati ti permettono di capire ad una prima vista se i tuoi principali competitor stanno investendo online, o e il loro traffico sta registrando una forte crescita per una strategia di content marketing particolarmente qualitativa.

9. Trova l migliori keyword dei tuoi competitor

Nella pagina di overwiev puoi anche trovare un elenco delle top keyword per cui il sito che stai analizzando è posizionato. Prenditi il tempo per studiare questi dati con cura perché potrebbero essere di ispirazione per la stesura del tuo prossimo piano editoriale.

Keyword competitor SEMRush tool SEO

Come vedi le informazioni sono molte: per ogni keyword puoi trovare principalmente i volumi di ricerca, la pagina con cui è posizionato il tuo concorrente e la stagionalità. Naturalmente questi elenchi sono infiniti e ricchi di parole chiave “long tail” o di brand, in alto puoi trovare dei campi per filtrare i risultati in maniera tale che l’elenco risulti più leggibile.

10. Scopri i contenuti migliori del tuo competitor

Per trovare le pagine più performanti del tuo principale competitor

Analisi di dominio> Ricerca organica > Pagine

Utilizzando questo strumento con alcuni dei tuoi competitor che hai selezionato in precedenza a breve avrai un’idea chiara dei contenuti con cui potrai arricchire il tuo sito.

In breve – Utilizza SEMRUsh per studiare i tuoi competitor

Questa è una sezione semplice, ma molto importante per studiare una strategia vincente di posizionamento per il tuo sito.

Riassumiamo in breve come capire chi siano i tuoi concorrenti e come trarne beneficio:

  • Trova i tuoi competitor. Analisi del dominio> Ricerca organica > competitor
  • Scegli i tuoi principali concorrenti e clicca sul dominio per aprire i dettagli in un’altra finestra.
  • Trova le migliori keyword.

  • Studia i contenuti più performanti dei tuoi competitor Analisi del dominio> Ricerca organica > Pagine

Ripeti per tutti i tuoi competitor e avrai tutti i dati e le informazioni che ti servono per il piano editoriale del prossimo anno.

Usa SEMRush per trovare le keyword

SEMRush è uno dei migliori strumenti per i SEO che ci sia al mondo, ma la sezione delle keyword rappresenta proprio un’eccellenza. E questo per un buon motivo.

Troverai, grazie agli strumenti di SEMRush, per ogni parola chiave: il volume di ricerca, la long tail, il costo per clic e la stagionalità.

Vediamo subito come fare e con quali strumenti ottenere tutte le informazioni.

11. Keyword magic tool

Questo strumento è estremamente utile perché oltre a dare i soliti dati relativi alle keyword di interesse, come volume e CPC, qui puoi trovare anche il grado di competitività di una determinata parola chiave e le caratteristiche della SERP.

Per raggiungere lo strumento devi accedere tramite il menù in alto a sinistra:

Analisi Keyword > Keyword magic tool

Inserisci nella barra di ricerca la keyword interessata e vedrai questa schermata

Avrai una panoramica delle keyword più interessanti collegate a quella che hai inserito e potrai esportarle su un file excel per lavorarci con tranquillità.

Con la colonna di sinistra puoi fare una selezione in macro categorie selezionando una parola che in comune alla long tail

Puoi entrare maggiormente nello specifico utilizzando i campi all’inizio dell’elenco e filtrare per tasso di concorrenza, CPC, difficoltà della parola chiave

Ricorda sempre di utilizzare questo tool: ti farà risparmiare un sacco di tempo!

12. Analizza la singola parola chiave

Ciò che contraddistingue realmente SEMRush dagli altri strumenti è il fatto che permetta un’analisi dettagliata di ogni singola parola chiave. Potrai trovare con questo strumento una long tail molto dettagliata senza “andare fuori tema”.

Analisi Keyword > Panoramica

Inserisci una keyword e guarda cosa ti appare

Ecco i dati che potrai analizzare:

  • Dati CPC
  • Trend di ricerca
  • Volume di traffico
  • Numero di risultati
  • Classifica dei correnti
  • Parole chiave corrispondenti
  • Parole chiave correlate

Puoi vedere gli stessi dati per mobile e scoprire i dati relativi alle ricerche da smartphone:

In pochi secondi puoi ottenere informazioni essenziali per definire  la tua strategia editoriale.

E puoi usare questo strumento per identificare la long tail, vediamo come nel prossimo punto!

13. Fai un’analisi della keyword più profonda…

Nella stessa pagina che hai aperto devi analizzare questi box:

Per entrambi i box sarà necessario cliccare sul tasto in basso a destra “visualizza report completo”.  In questo caso vediamo le keyword corrispondenti:

Qui trovi informazioni sufficienti relativi alla long tail o addirittura delle idee per il tuo prossimo piano editoriale.  Puoi esportare facilmente l’elenco per lavorarci con tranquillità e utilizzare i filtri in maniera tale che l’elenco sia maggiormente fruibile.

Avrai notato la possibilità di trovare keyword correlate passando anche dal menù in alto a destra, come vedi nell’immagine qui a fianco, ma come potrai ben immaginare i risultati che ti restituiscono questi due strumenti sono diversi: questo strumento si basa su come le persone ricerchino la tua parola chiave. Quindi si tratta di una ricerca semantica più specifica, vediamo perché nel prossimo punto.

14. …E sfruttala per creare il tuo piano editoriale

Questo strumento merita un approfondimento a parte perché è un tool di SEMRush che può essere sfruttato per creare dei contenuti SEO friendly. Naturalmente  possibile farlo con altri strumenti ma non nello stesso modo approfondito.

Dai un’occhiata alla prossima schermata: le keyword sono perfette per creare nuovi contenuti, possono essere considerate già delle tematiche assestanti di un unico specifico argomento

Se utilizzi questo strumento anche solo con 4 o 5 keyword avrei almeno un centinaio di idee per la creazione di nuovi contenuti, senza dover scervellarti troppo.

15. Approfondisci per trovare la migliore long tail

Hai visto da solo quanti risultati vengano offerti come risposta ad una ricerca generica. Ora ti mostreremo come sfruttare al meglio tutti i risultati della long tail.

Torna alla pagina precedente relativa alla parola chiave che stavi analizzando, seleziona dall’elenco una parola chiave che ti interessa più rispetto alle altre e cliccaci sopra: ti si aprirà un’altra schermata con la long tail di quella carrellata, insomma l’approfondimento dell’approfondimento.

E considera che puoi fare questa procedura all’infinito! Se combini l’approfondimento con l’utilizzo dei filtri in pochi minuti avrai un piano editoriale dettagliato per la tua nicchia di riferimento.

16. Analizza le keyword in tutti i paesi del mondo

Tutto ciò che abbiamo fatto fino ad ora può essere effettuato per ogni paese del mondo. Ad esempio torniamo indietro alla parola chiave “Vacanze in Sicilia” e immaginiamo che questo contenuto in realtà possa interessare tanto agli italiani quanto agli inglesi o francesi. Su panoramica puoi selezionare il paese di tuo interesse:

E’ una funzionalità carina anche se bisogna considerare che i volumi di ricerca della maggior parte di parole chiave nella nostra lingua in altri paesi del mondo possono essere insufficienti per la rilevazione di dati.

17. Trova keyword di cui non conoscevi l’esistenza

Arrivato qui dovresti avere più chiaro il quadro della tua nicchia di riferimento:

  • Quali sono i tuoi concorrenti
  • Quali sono le keyword per cui concorri con gli altri player
  • Dove puoi trovare un vantaggio competitivo

 Se hai capito come trovare queste informazioni, allora continuiamo per scoprire parole chiave che non hai mai tenuto in considerazione. Dimenticati per un attimo del “viaggio in Sicilia” e seguici attraverso lo strumento Dominio VS Dominio

Analisi dominio > Dominio VS dominio

Avrai la possibilità di mettere a confronto il tuo sito con altri domini (puoi metterne a confronto fino a 5)

Ignora i risultati che ti vengono presentati e passa subito a cliccare su “abilita grafici” in alto a destra

Ti apparirà un’immagine simile a quella che ti riportiamo di seguito:

Tutte le aree per cui il tuo sito (in questo caso il cerchio blu) non si sovrappone con gli altri rappresentano le keyword che utilizzano i tuoi competitor e che tu non hai trattato nei tuoi contenuti.

Per andare quindi a vedere solo le keyword per cui tu non sei posizionato ma i tuoi competitor si, ti basterà cliccare sopra alla parte del diagramma che ti interessa (ad esempio la parte verde che non si sovrappone con altre), una volta approdato sulla nuova pagina dovrai cliccare “visualizzazione tabella” per avere un elenco immenso di nuove parole chiave che non avevi mai preso in considerazione.

Ci sei ancora vero? Hai visto quante nuove idee? Vedrai che gli strumenti si faranno sempre più interessanti, continua a leggere!

18. Scopri su quali keyword i tuoi competitor sono posizionati meglio di te

Ora che abbiamo capito come trovare in maniera rapida ed efficace nuove keword per il tuo piano editoriale, vediamo assieme come capire per quali keyword i tuoi competitor sono posizionati meglio di te.

Torna alla schermata iniziale e vai sulla pagina dei competitor:

Analisi dominio > Ricerca organica > Competitor

Qui trovi moltissimi dati, ma quello che vogliamo mostrarti adesso fa riferimento alle parole chiave comuni

Clicca su un competitor e verifica quali keyword avete in comune.

keyword migliori competitor semrush

Ordina il file cliccando sul nome del tuo competitor in maniera tale da visualizzare prima i suoi posizionamenti migliori.

Qui troverai sorprese amare, ma anche sfide allettanti. Ad esempio per questa keyword potremmo sicuramente migliorare la nostra presenza.

Non leggere questi dati in maniera superficiale: prenditi del tempo, analizza tutte le keyword per cui il tuo competitor è posizionato meglio di te e cerca di capire come migliorare le tue pagine per superarlo.

Inizia a porti le seguenti domande:

  • cos’ha la sua pagina a livello SEO rispetto alla tua?
  • Ha dei backlink che non avevi individuato in precedenza?
  • fornisce maggiori e più accurate informazioni?
  • La pagina è più recente?

Una volta che avrai capito il motivo del posizionamento del tuo concorrente, potrai iniziare a modificare la tua pagina in maniera più strategica.

Ma prima di apportare delle modifiche leggi il prossimo punto

19. Quali sono le tue REALI possibilità di superare i tuoi competitor

Verrà il momento in cui dovrai accettare il fatto che la concorrenza ti abbi battuto, ma non sarà il giorno in cui buttare la spugna, anzi, dovrà spronarti a trovare un’idea più creativa per posizionare al meglio i tuoi contenuti.

In questo caso lo strumento difficoltà della keyword (su SEMRush è abbreviato con KD) può tornarti utile e farti risparmiare tempo e denaro.

Per trovare lo strumento fai questo percorso:

Keyword Analytics > Keyword difficulty 

Inserisci in questo strumento alcune delle parole chiave per cui vorresti provare a superare i tuoi competitor.

Keyword Difficulty SEMrush

 

 

Una volta che clicchi su “Mostra il livello di difficoltà” Semrush apre una tabella in cui ti mostra la difficoltà della parola chiave e la probabilità percentuale che hai di competere con gli altri player.Strumento Keyword SEMrush

 

Qui sei tu che dovrai guardare con occhio critico i dati. Le difficoltà cambiano sensibilmente da nicchia a nicchia di mercato. Ma fra le tante keyword che inserirai, con un po’ di pazienza, potrai trovare una parola chiave interessante su cui sarà più semplice rankare.

Una volta che hai individuato le long tail più interessanti puoi fare una ricerca avanzata utilizzando i filtri della parte superiore della pagina e aprendoli in una seconda finestra.

SEMRush keyword correlate

20. Ottieni il volume di ricerca specifico per ogni keyword

Sovente i volumi di ricerca vengono sottovalutati, invece questo risulta essere un indicatore fondamentale in particolare per scegliere la priorità dei contenuti nel tuo piano editoriale

SEMRush keyword correlate

21. Crea una lista di parole chiave che includano una keyword specifica

Un’idea tanto semplice quanto efficace. Ad esempio puoi incentrare la ricerca sui modificatori economici di una determinata parola chiave: quanto costa, prezzo.. Ti è sufficiente impostare i filtri in questo modo:

SEMRush keyword correlate Strumenti SEO

22. Ottieni una lista di parole chiave escludendo una Keyword specifica

Se hai bisogno di avere come risultato l’opposto nel punto 22, ti basterà escludere la keyword in questione in questo modo

keyword correlate SEMRush SEO Tool

23. Ottieni una lista di parole chiave che iniziano o concludono in un modo specifico

Utilizzando gli stessi filtri puoi scegliere che la tua lista keyword inizi o finisca in un modo specifico cosìSEMRUSH tool keyword correlate

oppure al contrario

SEo tool Keyword correlate SEMRush

Oppure ancora escludendo determinati modi di iniziare o concludere una ricerca specifica:

Keyword correlate semrush

24. Ottieni le kewyord in base ai volumi di ricerca mensili

C’è anche un filtro per impostare i volumi di ricerca mensili inferiori o superiori ad un determinato dato

keyword correlate SEO Tool

25. Trova le parole chiave che abbiano uno specifico numero di parole

Se hai delle preferenze sulla lunghezza delle keyword puoi impostare un filtro anche per selezionarle in base al numero di parole che contengono in questo modo:

Tool Keyword correlate SEMrush

26. Crea la lista di keyword in base al CPC

Puoi anche scegliere di creare una lista di parole chiave passando la tua ricerca sul CPC medio di ognuna di esse impostato i filtri sempre con maggiore/minore/uguale ad una determinata cifra

Tool SEO PArole chiave SEMRUSH

27. trova le keyword in base alla loro difficoltà

Stai affrontando una strategia per cui vuoi avere una lista di keyword con alto competitività o preferisci avere una lista di keyword dove non ci sia troppa concorrenza ?

Imposta il secondo filtro su Con.Tool parole chiave28. Filtra il numero di risultati

Ora hai una chiara idea di come utilizzare i filtri, ma devi sapere che hai anche la possibilità di inserire un filtro per il numero di risultati che il sistema ti deve restituire

SEO Keyword correlate tool SEMrush

In breve – Utilizza SEMRUsh per trovare le keyword 

Dopo questa carrellata di idee, avrai capito perché SEMRush è lo strumento migliore che esista attualmente per la selezione di keyword.

Vediamo di riassumere brevemente tutti i passeggi che hai appena letto:

Accedi allo strumento Keyword Magic

Analisi keyword > Keyword Magic Tool

Qui puoi trovare dei suggerimenti sulle parole chiave da utilizzare per la creazione della tua linea editoriale. Se invece stai cercando un’analisi più approfondita utilizza questo percorso

Analisi Dominio > Panoramica

Inserisci il tuo principale competitor e analizza il report completoREport keyword competitor SEMRush

Il sistema ti farà vedere tutte le keyword del sito che stai analizzando ed è molto utile per capire la strategia dei tuoi competitor e utilizzare queste keyword a tuo vantaggio.

Ora concentrati su una keyword che ti interessa e cliccaci sopra aprendo una nuova finestra e, in questa finestra, selezionando la tabella “correlate” e “visualizza rapporto completo”

keyword correlate Competitor SEMRush

Ripeti questa ricerca più volte, esportando a mano a mano le ricerche che ne escono fuori. Una volta che avrai un ricco elenco di keyword dovrai scegliere quelle che sono più utili per raggiungere il tuo obiettivo.

Scegli le parole chiave che vuoi analizzare e inseriscile in questo strumento

Analisi parole chiave > difficoltà parole chiave

Strumento Keyword Difficulty SEMrush

Qui puoi inserire fino a 100 parole chiave alla volta e, una volta cliccato su “mostra il livello di difficoltà”, grazie ai filtri, potrai scegliere le keyword che più sono in linea con la tua strategia editoriale.

Usa SEMRush per raccogliere informazioni tattiche relative al traffico organico

Utilizzando la classifica del traffico organico di SEMRush puoi vedere su quali keyword i tuoi competitor francano meglio di te e capire come e perché ci riescono.

Vediamo in maneira approfondita come raccogliere questi dati per sfruttarli in una strategia di attacco con l’obiettivo di superare gli altri player sulle serp che più ti interessano.

29. Studia la classifica dei tuoi posizionamenti

Anche se non hai ancora conquistato neanche una prima pagina, non ti preoccupare, utilizza questo strumento per verificare le reali posizioni per le keyword

Sidebare > Ricerca Organica > Posizioni

SEMrush Posizioni ricerca organica

Da qui puoi visualizzare la serp per ogni parola chiave in maniera tale da identificare bene i tuoi principali competitor.

SERP SEMRush

Ma perché fermarsi all’identificazione dei tuoi competitor se puoi capire la loro strategia e studiare nu modo per superarli?

Vediamo come nei prossimi punti, seguici!

30. Traccia le classifiche dei tuoi sottodomini

Molti player di svariati settori, specialmente se grandi, hanno siti complessi strutturati su diversi sottodomini e solitamente sono proprio i sottodomini che sono più vulnerabili. Risulta quindi essere molto efficace identificare i tuoi sottodomini o categorie su cui magari sei più debole in questo semplice modo:

Includi > URL > contenente > Sottodominio

Puoi vedere così immediatamente le keyword su cui puoi lavorare per guadagnare più posizionamenti.

31. Fai la classifica delle pagine

Ora iniziamo un’analisi più approfondita. Iniziamo a fare la classifica delle pagine. Hai l’opportunità di creare il report in due modi differenti.

Il primo è quello di seguire la ricerca che stavi effettuando al punto 30 e cliccare sull’URL di una pagina specifica.

Se invece conosci già l’URL di cui vuoi avere l’analisi puoi semplicemente digitarla nella barra di ricerca.

32. Crea la classifica delle sottocartelle

Se hai un blog o un sito particolarmente complesso, ti conviene verificare la classifica anche delle sottocartelle, ad esempio se hai un’altra lingua. Non è il caso di Intraprendere ma se prendiamo un sito come Ilfattoquotidiano.it troveremo il blog inserito come sottocartella e non come dominio di terzo livello:

33. Fai la classifica delle URL per una keyword specifica

Trovare dei domini che contengano una specifica parola chiave potrà aiutarti a scovare delle pagine su cui focalizzarti meglio.

Utilizza i filtri in questo modo

Ricerca keyword posizione organica SEMRush

Il sistema ti restituirà tutti i sottodomini, le cartelle e le pagine contenenti quella keyword specifica.

34. Trova pagine con uno specifico suffisso

Questo strumento è particolarmente utile se trovi una pagina di un tuo competitor molto ben posizionata con un suffisso particolare, ad esempio html e vuoi capirne la strategiaRicerca organica SEMRush

35. Trova una pagina con uno specifico ranking

Punti ad avere una determinata posizione? In questo modo puoi trovare la pagina che devi soppiantare nella serp:

Tool SEMRush Analisi ricerca organica

36. Trova pagine le con un ranking basso

Identifica le pagine con un ranking basso e prova a lavorare sull’ottimizzazione di queste: avranno sicuramente spazi di miglioramento

SEMRush Posizioni organiche

37. Trova le pagine con un fattore di ranking alto

Puoi fare esattamente l’opposto modificando solamente il filtro:

ricerca organica tool semrush

38. Trova queste informazioni a livello internazionale

Se pensi che il tuo prodotto possa funzionare all’estero, o magari è già così, pensa che puoi effettuare queste ricerche anche in altre lingue, ti basterà cambiare nazione nei filtri in alto alla pagina:

paesi analisi SEMRush

39. Crea la classifica nel tempo

SEMRush è lo strumento più potente del web per fare un report storico. utilizza il filtro in alto a destra per impostare il periodo che vuoi analizzare:

Analisi SEMRush storico

Puoi esportare questi dati e studiare con calma tendenze e strategie dei tuoi competitor.

In breve – Usa SEMRUsh per raccogliere info sul traffico organico

Las sezione relativa al traffico organico ti consente di studiare a fondo i tuoi competitor, analizzare le loro strategie e metterle in atto, ma anche di capire a fondo come ottimizzare al meglio i tuoi contenuti.

Ecco come ottenere l’audit di un sito:

La prima cosa da fare è identificare i tuoi competitor e verificare come francano rispetto al tuo sito in questo modo

Sidebar > Ricerca Organica > Posizioni

Il report ti mostrerà la lista dei tuoi principali competitor e le keyword per cui cercano di posizionarsi. In breve puoi vedere:

  • Le parole chiave più redditizie
  • le keyword per cui sono troppo ben posizionati e forse non vale la pena tenere in considerazione
  • I termini di ricerca per cui hai possibilità di rankare
  • Quale sezione del loro sito fa più traffico

Analizza le sezioni che generano maggiore traffico

Un blog, la pagina di prodotto, deterinate landignpage del tuo competitor performano particolarmente bene, analizzare queste pagine e capirne la strategia è di fondamentale importanza perché:

  • Puoi identificare le strategie di traffico
  • Puoi trovare keyword più pertinenti
  • Puoi capire le tattiche SEO e affrontarle per migliorare i tuoi posizionamenti

SE si tratta di carte o sotto cartelle ti sarà sufficiente impostare i filtri in questo modo

Includi > URL > Contenente > Sottodominio

Oppure

Includi > URL > Contenente > Sito.Sottocartella

Oppure puoi effettuare questa analisi inserendo direttamente una specifica parole chiave che ti interessa. In questo modo riuscirai a capire quali sono le pagine che si posizionano per determinate parole chiave e studiarne la strategia SEO.

Migliora la tua link Building

Come ben saprai la link building è una delle 3 metriche fondamentali per il posizionamento organico di un sito. E’ per questo motivo infatti che SEMrush ha creato una sezione apposita per analizzare i link.

Questo strumento vi permetterà di capire la strategia di link building dei vostri competitor e studiare delle tattiche SEO di conseguenza.

Ma iniziamo con il primo consiglio:

40. Analizza il profilo backlink del tuo competitor

Inserisci il dominio del tuo competitor nella barra di ricerca in alto e imposta a sinistra l’analisi dei backlink in questo modo:

Analisi backlink SEMRush

SEmrush ti riporterà ad una pagina con una panoramica di informazioni del profilo backlink del sito che vuoi analizzare:

Profilo backlink competitor SEMRush

Questa pagina ti offre moltissime informazioni: solo questa istantanea ti riporta il numero di link che riceve il dominio che stai analizzando, la qualità dei siti da cui prende i link e il pubblico di riferimento.

Già solo sapere il totale di backlink è un’informazione notevole. Nell’esempio riportato sappiamo ad esempio che questo dito ha 326 collegamenti da 58 domini di riferimento, cioè ogni dominio restituisce una media di circa 5 link al sito di riferimento.

41. Analizza i domini di riferimento dei tuoi competitor

La panoramica ti da molte informazioni ma scavando più a fondo potrai raccogliere delle informazioni veramente interessanti. Iniziamo a verificare i domini di riferimento da cui il sito che stiamo analizzando prende i link.

Nella schermata principale dei backlink seleziona la tab in alto

Analisi backlink SEMRush

Il sistema ti proporrà l’elenco di tutti i siti e il punteggio dato da SEMrush agli stessi. L’obiettivo principale di questa ricerca è verificare se possono esistere partnership fra il tuo competitor e altri siti.

Guarda ad esempio tutti i link che restituisce questo dominio: è probabile che abbiano instaurato una partnership

Profilo backlink SEMRush tool

Ti consigliamo di scaricare questo report per studiarlo con attenzione e provare ad instaurare le stesse o partnership similari proprio come ha fatto il tuo competitor.

42. Trova i backlink dei sottodomini

La procedura è la stessa del punto precedente, ti basterà inserire nella barra di ricerca il sottodiminio

Tool backlink SEMRush

Perché fare anche questa analisi? Molto semplice: solo in questo modo potrai avere realmente il profilo compete di backlink e capirne a fondo la strategia. Inoltre in questo modo potrai verificare se sezioni del sito del tuo competitor non siano carenti da questo punto di vista e quindi più facilmente superabili nelle serp con la giusta strategia di link building.

43. Trova i link di un URL specifico

Puoi ottenere un’analisi più specifica studiando una determinata pagina posizionata magari meglio delle tue pagine riportando l’URL nella barra di ricerca in alto così come segnalato nel punto precedente.

E’ un’idea geniale se stai cercando degli spunti per adattarli ad un link specifico.

44. Compara i backlink di 7 domini differenti

Utilizzando lo strumento di comparazione hai l’opportunità di analizzare la strategia di link building di più siti contemporaneamente.

Seleziona nella parte alta della pagina la tab “Comparazione” e inserisci i siti che vuoi studiare in questo modo

SEMRUsh tool linkbuilding

Questa è la panoramica che troverai:

analisi SEMRush backlink

I siti sono suddivisi per colore, quindi puoi capire subito chi ha un profilo link migliore rispetto agli altri player della tua nicchia. Ma non ti fermare a questa analisi superficiale, prenditi del tempo per analizzare ben a fondo tutte le informazioni e analizzale separatamente.

Verifica anche la TAB domini di riferimento in alto a destra che ti permette di analizzare da che tipologia di siti i tuoi competitor stanno acquisendo link.

Tool SEMRush analisi link

45. Analizza gli anchor text

Questa è una ricerca molto frustrante perché se non consoci il testo specifico utilizzato per creare un link difficilmente riuscirai ad individuarlo, ma con SEMRush puoi fare questo tipo di ricerca in questo modo:

SE hai il testo preciso utilizza il filtro “Exactly Match”

Analisi anchortext SEMRush

Se non hai il testo preciso utilizza il filtro in maniera inversa escludendo il brand:

Analizza anchor text backlink SEMrush

46. Trova il periodo di pubblicazione

Vuoi sapere quanto è vecchio un backlink? basta utilizzare il calendario

Backlinks Analytics SEMrush_

Non è uno strumento preciso al 100% ma ti da un’indicazione di massima che ti può essere utile.

47. Trova le informazioni sui testi ancora

Se vuoi avere una panoramica degli anchor text di un sito ti basterà selezionare la tab specifica nella sezione

Testi ancora analisi SEMRush

Il report ti farà vedere la lista completa dei testi ancora utilizzati dal tuo competitor

Lista anchortext competitor

Ora non ti resta che spulciare ogni parola per cercare qualcosa di veramente interessante che vada al di là del brand

48. Trova i backlink nelle immagini

Inserire i link all’interno di un’immagine è una pratica ancora molto utilizzata. Verifica se per la tua strategia sia meglio includerli o escluderli dalla tua analisi in questo modo:

linkbulding immagini analisi semrush

49. Analizza i link per tipologia: follow o nofollow

Nella stessa schermata potrai analizzare i backlink verificando se includere o escludere i nofollow che come ben sai hanno un valore completamente differente per Google che li percepisce solo come citazione analisi link follow

50. Inclusi o escludi un determinato dominio referring

Nella tua analisi puoi decidere se includere solo un determinato dominio, ad esempio se vuoi verificare se un sito abbia creato una partnership con un tuo competitor, oppure se escluderlo dalla tua ricerca in questo modo

Analisi reffering domain SEMRush

 

In breve – Usa SEMRUsh per migliorare la tua link building

Cercare di riassumere questa sezione sarà dura, ma cercheremo comunque di scrivere poche righe che potrai usare subito per la tua analisi.

In questa sezione di SEMRush puoi vedere in tempo reale la strategia di link building dei tuoi competitor, i domini referral migliori da cui hanno ricevuto dei collegamenti e i testi ancora più utilizzati.

Ecco un semplice processo da seguire per avere le informazioni più importanti:

Confronta i domini principali della tua nicchia per sapere:

  • come si comportano i tuoi competitor
  • Chi fra loro ha il migliore profilo di backlink
  • Quali sono i link su cui ti devi concentrare per competere con gli altri player

Ora che hai questa panoramica approfondisci l’analisi cercando dei punti di debolezza nella strategia dei concorrenti su cui puntare. Da questa schermata fai click sul numero di collegamenti e potrai vedere il profilo di backlink di un determinato sito.

Qui puoi iniziare a identificare le strategie di ogni singolo player del tuo settore per studiare le migliori tattiche di attacco.

La prima cosa che devi fare è individuare se un tuo competitor ha qualche partnership e con quale sito. Verifica poi la media dei qualità dei siti da cui riceve link e i testi ancora e su quali aree del sito sono concentrai.

Ora puoi iniziarti a porti queste domande:

Qualche tematica hai trascurato?
Da quali altri siti puoi ottenere link?
Quali sono i contenuti che meritano ricevere dei link?

E’ sicuramente un processo noioso ma utile e indispensabile per una buona strategia di link building.

Ora che SEMRush non ha più segreti per te, se non lo hai già fatto ti consigliamo di cliccare qui e provarlo gratuitamente per ottimizzare al meglio il tuo website.





LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here