Start up Innovative Italiane

Il mondo delle start up innovative cresce ogni giorno anche grazie agli esempi positivi, a quelle realtà aziendali che, dopo aver raccolto i capitali necessari, si sono proposte come realtà innovative e in grado di trainare e guidare il settore.

Oggi parleremo proprio di questo, ovvero cos’è una start up innovativa, e quali sono le 15 start up innovative italiane che sono riuscite a comportarsi al meglio sul mercato, con un occhio ovviamente di riguardo a quelle che, almeno a nostro modesto avviso, presentano il profilo più interessante per il prossimo futuro.

1. Alfred – dispositivi intelligenti per la casa

Partiamo con una start up innovativa che è entrata con la proverbiale gamba tesa sul mercato dei dispositivi intelligenti per la casa e del controllo degli stessi.

Alfred offre infatti un sistema intelligente per il controllo degli elettrodomestici di casa, potendo analizzare al tempo stesso il comportamento degli utilizzatori, raccogliendo dati che possono essere poi ceduti ad aziende terze per analisi di marketing e proposte mirate.

Alfred è un’azienda che si pone all’intersezione tra smart home e big data, due dei più interessanti mercati del presente e del futuro

2. Wise – elettrodi e neurostimolatori contro Parkinson ed Epilessia

Wise è una start-up italiana attiva nel campo del biotech e che propone sul mercato microcircuiti biocompatibili su gomma, nonché elettrodi da applicare su cervello e midollo spinale, e in grado di gestire i segnali e di produrli. Questa categoria di prodotti potrebbe essere la soluzione definitiva per patologie che prevedono dolori cronici, ma anche per epilessia e morbo di Parkinson.

Wise ha già raccolto sul mercato 4,65 milioni di euro, con la partecipazione di importanti venture italiani. Una delle realtà più interessanti del nostro Paese e quella che, nel settore biotech, sta guidando l’arrembaggio.

3. CharityStars – piattaforma per le aste di beneficienza

Ha appena raccolto 2 milioni di euro e si appresta a diventare una delle maggiori start up innovative del nostro paese. CharityStars offre una piattaforma per aste di beneficenza, che da oggi in poi, oltre che coinvolgere esclusivamente personaggi famosi, potrà essere alla portata di tutti.

Il progetto ha già avuto come sponsor Valentino Rossi, che ha messo a disposizione parte dei suoi oggetti personali per le prime aste, così come ha fatto Lionel Messi. Un progetto molto interessante, che può davvero avere un impatto importantissimo sul mondo della raccolta fondi per operazioni di beneficenza.

4. Genenta Science – tra le start up innovative per l’ingegneria genetica

Quello che Genenta si propone di fare ha forse del fantascientifico. Sì, perché si tratta di sviluppare terapie che si basino sulla possibilità di introdurre geni con potenzialità terapeutiche all’interno delle cellule staminali del midollo osseo.

Ingegneria genetica sopraffina, per un progetto che promette molto bene e che ha già raccolto 11 milioni di euro di investimento. Segnati Genenta Science, perché ne sentirai sicuramente parlare nel futuro prossimo.

5. Archon – per il controllo da remoto di squadre di droni

Archon propone al mercato un sistema per il controllo di più droni in simultanea, gestendo operazioni completamente automatizzate. La piattaforma proporrà inoltre tutta una serie di applicazioni preconfezionate, che permetteranno il coordinamento e le operazioni di diversi tipi di droni, per diversi scopi.

L’obiettivo di Archon è di offrire controlli automatizzati per operazioni pericolose o complesse, utilizzando i droni davvero come forza lavoro aggiuntiva. Archon è una delle start up da tenere d’occhio, soprattutto se siete appassionati di tecnologia.

6. Athonet – la rete mobile trasportabile – pronta in 30 minuti

Sorprende parlare di Athonet come se si trattasse ancora di una delle start up innovative che sta muovendo i primi passi. Athonet ha dato prova della sua tecnologia in contesti molto sorprendenti, come nel caso del terremoto del 2012 che ha colpito l’Emilia.

Il sistema offerto da Athonet è relativamente facile da capire: un box in grado di portare LTE e 3G in zone in emergenza, attivabile in 30 minuti. Athonet è interessante anche per le potenziali applicazioni in territori particolari, come quello africano, dove la copertura telefonica non è ancora diffusa in modo capillare.

7. Credimi – fintech per la cessione del credito

Credimi offre un sistema molto interessante, che permette alle aziende di cartolarizzare i crediti in modo pressoché istantaneo, immettendo sul mercato crediti da riscuotere e ottenendo pagamento per questi entro 48 ore.

È un servizio finanziario alternativo al circuito bancario e che permette a moltissime imprese, anche le più piccole, di ottenere credito basato sui crediti vantati verso altre aziende. Credimi è una delle fintech più interessanti a livello europeo. Da seguire assolutamente, anche se il fintech non è un settore di tuo interesse.

Siamo solo alla settima delle start up innovative italiane e la lista continua. Posegui nella lettura per scoprire le prossime.

8. EgoProject – il backup contro il cloud

Mentre tutti si muovono verso il cloud, con i nostri dati che sono condivisi da decine di data center sparsi in tutto il mondo, EgoProject ha deciso di soddisfare una domanda molto particolare, in modo intelligente e andando controcorrente. EgoProject offre infatti un servizio di backup fisico, con un dispositivo da collegare direttamente alle macchine, senza collegamento ad internet.

Una sorta di libreria backup privata, da tenere lontana da occhi indiscreti, per conservare tutti i dati più riservati, che si tratti di dati personali o aziendali. EgoProject è pronto ad arrivare sul mercato, non facendo la guerra al cloud, ma offrendo una soluzione alternativa per un problema concreto, quello della privacy dei propri dati.

9. Xnext – il sistema a raggi X che individua la composizione chimica

Xnext è destinato a rivoluzionare il mondo della sicurezza e dei controlli in aree sensibili come possono essere concerti, aeroporti e stazioni. Grazie al sistema messo insieme da questa start up italiana infatti, tramite raggi X è possibile individuare l’esatta composizione chimica di un enorme numero di composti e di oggetti.

I risultati sono facili da ottenere e il sistema può essere anche impiegato per controllare ex-post eventuali problemi di produzione che riguardano determinate merci. Un sistema rivoluzionario che potrà davvero fare la differenza nel mondo che viviamo tutti i giorni.

10. D-Eye – lo screening retinico da smartphone

Le start up innovative italiane sono molto attive nel settore biotech, e non solo con sistemi molto costosi e da impiegare su larga scala. La riprova ne è D-Eye, una periferica da collegare direttamente al proprio smartphone e che permette di avere un dispositivo professionale per effettuare lo screening retinico.

Lo screening in questione permette di individuare in modo rapido eventuali patologie a carico degli occhi, nonché di segnalare immediatamente eventuali anomalie. Si tratta di un progetto italo-americano, che è stato sviluppato in Italia. Ha raccolto già fondi interessanti. Da tenere d’occhio!

11. Tensive – protesi al seno hi-tech

Tensive è un sistema nato e sviluppato in Italia, che propone un’autentica rivoluzione nel mondo degli interventi di mastoplastica additiva. Tensive ha infatti messo a punto una protesi per il seno che si inserisce in un solo intervento, per poi degradarsi naturalmente ed essere sostituita da tessuto adiposo.

Tensive ha già raccolto fondi interessanti, ed è riuscita a coinvolgere Unicredit con il suo Start Lab, Invitalia Ventures e anche Banca Esperia. Il sistema brevettato potrebbe rapidamente conquistare il mondo della chirurgia estetica e ricostruttiva.

12. Scent – strumenti di screening non invasivi

Interessantissimo anche il progetto proposto da Scent, tra le start up innovative italiane attive nel settore biotech. Il problema a cui questo sistema offre soluzione è quello dell’invasività degli screening. Scent lo risolve offrendo una diagnosi basata sull’analisi dei gas emessi dal corpo, con un alto grado di precisione per quanto riguarda la diagnosi di diverse forme tumorali.

Scent potrebbe diventare rapidamente un’alternativa molto interessante alle biopsie e alle forme di screening invasivo. Altra start up da seguire, una di quelle di cui si parlerà sicuramente nel futuro più prossimo.

13. Cloud4Wi – piattaforma per monetizzare wifi

Cloud4Wi è un sistema che crea strategie di ultima generazione che permettono agli esercizi commerciali e alle attività di monetizzare i servizi wifi offerti dai propri clienti. Può essere utilizzato per promuovere diverse iniziative commerciali, nonché per l’analisi del comportamento degli utenti, per campagne marketing future che siano mirate e profilate.

La start up ha già raccolto 8 mlioni di euro direttamente dai venture della Silicon Valley. Un sistema innovativo, di cui sentiremo parlare anche nei prossimi anni.

14. Eucardia – assistenza ventricolare per l’insufficienza cardiaca

Torniamo a parlare di start up innovative attive nel biotech con Eucardia – sistema pensato per aiutare chi soffre di insufficienza ventricolare. Il sistema è costituito da un piccolissimo dispositivo, che può essere inserito a ridosso del ventricolo con una incisione altrettanto ridotta.

Un sistema che può rivoluzionare la cura e la terapia per questo tipo di patologie. È stato sviluppato a Mirandola, in Emilia Romagna.

15. Flazio – siti web per tutti

Flazio è nata nel 2011 e si è da subito proposta come piattaforma CMS alternativa al pur popolarissimo WordPress. Permette di creare pagine web e interi siti con una piattaforma intuitiva e facile da usare, anche se non si hanno conoscenze tecniche specialistiche. Flazio è un sistema che continua a tenere duro e che con i nuovi finanziamenti ricevuti potrebbe finalmente fare il salto che merita.

Sono moltissime in realtà le start up innovative italiane che hanno sicuramente qualcosa da dire per il futuro, e anche per il presente. Oggi vi abbiamo presentato le 15 che almeno secondo noi hanno una maggiore chance di creare un impatto significativo nel settore di riferimento.

Se hai trovato la tua ispirazione di seguito ti presentiamo i 48 Consigli Infallibili per Fondare la Tua Startup in Modo Strutturato.

UNISCITI AGLI OLTRE 35.000 E DIVENTA IMPRENDITORE DI TE STESSO
Ogni settimana inviamo una email a 35.000 imprenditori smart. Azioni giuste portano giusti risultati: Impara da chi ce l’ha già fatta! Iscriviti e ricevi subito la roadmap di Intraprendere!
Noi ODIAMO lo spam. Leggi la Privacy Policy.


LEGGI ANCHE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here