come aumentare autostima

Niente influenza di più la tua vita, sia privata che professionale, della tua autostima: se hai infatti un’alta opinione di te, è più facile che tu raggiunga obiettivi importanti.

Se hai invece una bassa autostima, questo di sicuro non ti aiuterà a crescere.

Ciò nonostante, oggi è molto più facile perdere la fiducia in sé stessi che riuscire a conservare nel tempo un’alta opinione di sé. Ecco dunque che diventa di fondamentale importanza aumentare la fiducia in sé stessi per affrontare al meglio tutte le sfide che la vita ti propone.

Ma cosa s’intende di fatto per autostima? Il modo più semplice di definire il significato di autostima è quello di “amore verso sé stessi”. In altre parole l’autostima è quel sentimento che ti permette di percepire te stesso come una persona al pari degli altri, con tutte le carte in regola per interagire con le altre persone, realizzare i propri progetti e crescere professionalmente. Questo ti permetterà di:

  • Vivere la tua vita in modo più semplice e leggero.
  • Non avere il bisogno di ricevere continue conferme da parte degli altri.
  • Riuscire a portare a termine i tuoi progetti con più entusiasmo e motivazione.
  • Avere rapporti più stabili e duraturi con partner, datori di lavoro, colleghi.
  • Essere in generale più felice.

Ma come aumentare l’autostima in modo pratico? Ecco 12 metodi davvero efficaci che abbiamo tratto da alcuni libri sull’autostima che puoi utilizzare per migliorare e mantenere la fiducia in te stesso.

1. Dire stop al tuo critico interiore

Un buon punto di partenza per aumentare autostima è quello di imparare a gestire il proprio critico interiore, vale a dire quel giudice interno che continua a inviarti messaggi autodistruttivi e/ o a suggerirti di adottare alcuni comportamenti solo per avere l’accettazione da parte degli altri. Si tratta, infatti, di una voce interna che non fa altro che precipitare verso il basso la tua autostima.

Ci sono molti modi pratici per arginare questo critico interiore: uno di questi consiste nel creare degli stop mentali quando dalla tua voce interiore arrivano determinate parole e/o frasi in grado di condizionare in modo negativo l’opinione che hai di te stesso.

2. Motivare te stesso evidenziando i benefici di alcune azioni

Ricordare a te stesso che alcune azioni hanno dei benefici alimenterà la tua motivazione a compiere quelle stesse azioni. Questo è un modo semplice ma davvero efficace per rafforzare la tua motivazione e facilitarti il compito di raggiungere un nuovo obiettivo, incrementando così la tua autostima.

Se non ci credi, prova a scrivere su un foglio o su una lavagna che terrai sempre davanti agli occhi alcune delle cose che intendi fare, evidenziandone solo gli aspetti positivi: potrebbe essere il guadagnare più soldi, ottenere una promozione o avere più tempo per viaggiare.

Focalizzando la tua mente sui vantaggi effettivi di queste azioni, sarà molto più semplice sentirti ogni giorno sempre più motivato a realizzarle, ricorrendo ovviamente al metodo degli stop mentali che abbiamo descritto sopra ogni qual volta un pensiero negativo dovesse scoraggiarti o distoglierti dall’andare avanti.

3. Prendere una pausa di 2 minuti per pensare alle tue qualità

Questa è un’abitudine molto semplice e divertente che ti consigliamo di ripetere 2 minuti al giorno per almeno un mese. Fai un respiro profondo, chiudi gli occhi e poniti mentalmente questa domanda: “quali sono le 3 cose che apprezzo di più di me”?

Se ti cimenterai in questa pratica, riuscirai facilmente ad individuare alcuni aspetti di te per cui essere fiero.

4. Annotare ogni sera 3 aspetti di te che ritieni apprezzabili

Si tratta di una variante all’abitudine precedente ma ugualmente utile a dare una spinta alla tua autostima allenandoti un po’ per volta ogni giorno.

Tutto quello che devi fare è chiederti “quali sono le 3 cose che posso apprezzare su di me” annotandole ogni sera su un diario o sul file del tuo computer. Dopo qualche settimana, potrai rileggere tutte le risposte che hai dato per ricevere un buon impulso ad aumentare la fiducia in te stesso.

5. Stimolare te stesso a fare la cosa giusta

Se sai che andare in palestra o rispondere alle mail ogni mattina prima di cominciare la tua giornata lavorativa è la cosa giusta da fare, perché non farlo? Iniziando ogni giorno con il piede giusto, sarai quasi certamente invogliato a continuare in questa direzione, sentendoti poi gratificato dai risultati e aumentato così la tua autostima.

Anche se a volte potrebbe essere difficile capire quale sia la cosa giusta da fare, in molti casi è possibile migliorare l’opinione di sé stessi anche solo vedendo di riuscire a comportarsi in maniera coerente.

Prova con la strategia delle piccole cose e riuscirai a cambiare vita in pochi giorni! 

6. Non ambire alla perfezione

Il perfezionismo, cioè l’ambizione a voler essere perfetti, in realtà ha un effetto perverso in quanto facilmente è in grado di distruggere o riportare verso il basso la tua autostima. Potresti sentirti paralizzato proprio perché non riesci a raggiungere lo standard che ti sei imposto.

Come fare allora a superare il perfezionismo se sei già caduto in questa trappola? La cosa migliore è di porsi sempre obiettivi alla propria portata, non troppo bassi ma neppure così alti da essere irraggiungibili.

La vita infatti non è un film, possono accadere molti imprevisti che non puoi controllare e ponendoti di fronte mete troppo elevate, rischi di fermarti per cause non previste, facendo precipitare verso il basso la fiducia in te stesso.

7. Considerare i fallimenti come incidenti di percorso

Ogni qual volta si compie un percorso, è possibile inciampare e cadere lungo la strada. Questo è del tutto normale, soprattutto se il cammino è pieno di ostacoli. Quindi ricordatelo: se sbagli o commetti un errore non è sempre colpa tua.

Impara ad essere il migliore amico di te stesso: questo ti impedisce di cadere nel pozzo della disperazione e ad avere un atteggiamento più costruttivo anche di fronte ai fallimenti.

8. Essere più gentile verso gli altri

Comportarsi in modo gentile nei confronti degli altri ti aiuterà a vedere e pensare te stesso in modo più gentile.

Non solo, le persone che sono intorno saranno più pronte ad aiutarti e a trattarti con maggiore gentilezza quando sarai tu ad avere bisogno: la solitudine è infatti una delle concause che alimenta la crisi di autostima in caso di difficoltà. Aiutare anche solo per qualche minuto al giorno un amico o un parente ti farà sentire meglio e gli effetti sulla fiducia in te stesso saranno tangibili.

9. Provare qualcosa di nuovo

Tentare qualcosa di nuovo, oppure mettere alla prova se stessi in qualcosa che sta al di fuori della propria zona di comfort, può senz’altro contribuire ad innalzare l’opinione che hai di te stesso.

Sapendo di aver provato almeno a fare qualcosa che va oltre la tua sfera di azione, ti aiuterà ad apprezzare molti aspetti di te di cui magari ignoravi l’esistenza.

Non dimenticare però di essere sempre clemente: in questo caso infatti non è importante riuscire a fare qualcosa di grande, ma almeno di provarci!

10. Non mettere a confronto la tua esperienza con quella di altri

Quando si confronta la propria vita, privata o professionale, con quella di altri, ci sarà sempre qualcuno che ha fatto qualcosa di più di te e meglio.

È dunque auspicabile evitare di fare confronti, sostituendo questa abitudine distruttiva con qualcosa di più utile, vale a dire il confronto che te stesso: guarda in dietro, quanta strada hai fatto per arrivare dove sei? Questo è ancora più importante dei risultati conseguiti e di sicuro ti motiverà ad aumentare l’autostima.

11. Passare più tempo con le persone positive

Anche le persone di cui ti circondi possono aiutarti a mantenere su livelli più elevati la tua autostima. Se le persone che hai intorno sono perfezioniste, nervose, poco gentili per non dire scortesi, questo potrebbe ledere l’opinione che hai di te. Vale sia nelle relazioni face to face che in quelle virtuali.

Anche stare coi bambini potrebbe aiutarti a farti stare bene con te stesso, così come leggere dei libri o ascoltare la musica che preferisci.

Se sul lavoro ci sono dei colleghi che col loro modo di fare tendono ad alimentare la tua insicurezza, la cosa migliore da fare in questo caso è di passare oltre. Qui trovi le dritte per farsi rispettare sul lavoro.

12. Ricordare i motivi per cui è importante avere un’alta autostima.

Qual è il modo migliore per convincersi a rimanere coerenti con il fare qualcosa? Come accennato in precedenza: ricordare le ragioni più importanti per cui la si sta facendo! Ricordando quindi i “perché” è importante avere un’alta stima di sé come descritto all’inizio di questo articolo, sarà davvero facile rimanere motivati a lavorare sulla propria autostima, trasformandola in una priorità essenziale della tua vita sia professionale che privata. 

Ora che hai gli strumenti per aumentare la tua autostima, leggi anche i 7 metodi per essere felici: il tuo atteggiamento e di conseguenza la tua vita miglioreranno visivamente di giorno in giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here