franchising ludoteca, ludoteca in franchising

Se stai leggendo questo articolo, probabilmente ami stare a contatto con i bambini. Perché non trasformare allora le tue doti nel tuo futuro lavoro? Aprire una ludoteca permette di dedicarsi ad attività ricreative e di insegnamento.

Impegnandoti, potrai ottenere non soltanto guadagni ma, soprattutto, grandi gratificazioni personali.

Definizione di ludoteca

Nella legislazione italiana, la ludoteca viene definita come attività privata che si prefigge obiettivi formativi e socio-educativi. Attraverso il gioco, si favorisce infatti la crescita psicofisica dei bambini.

Una ludoteca è dunque un luogo nel quale i più piccoli possono trascorrere il loro tempo, magari dopo la scuola, quando i genitori si trovano a lavoro.

L’accesso può essere di tipo mensile attraverso il pagamento di una retta, ma anche sotto forma di baby parking giornaliero o orario.

Le caratteristiche della ludoteca

Esistono diverse tipologie di ludoteca, ognuna differisce infatti nello stile dei locali, dei giocattoli o dei servizi offerti.

Potrai adattare questa impresa al tuo estro creativo, rendendo la tua ludoteca assolutamente unica.

L’età dei bambini spazia solitamente dai 3 ai 13 anni e, a differenza dell’asilo nido, non sono previsti veri e propri percorsi didattici. Nella maggior parte delle regioni, infatti, per aprire una ludoteca non sono richiesti particolari titoli accademici.

In ogni caso, è fondamentale essere predisposti al lavoro con i bambini e possedere spiccati doti in ambito educativo. Consigliamo di frequentare eventuali corsi, spesso offerti da enti regionali.

Le attività possono spaziare dal gioco, inteso come attività ricreativa o pedagogica, allo svolgimento dei compiti sotto forma di doposcuola. Potresti offrire anche servizi extra, come l’organizzazione di feste a tema con animazione.

A seconda delle dimensioni, potresti prevedere aree parco giochi alle quali accedere ad ore, in presenza degli adulti accompagnatori. È fondamentale, infatti, prevedere una vasta gamma di giocattoli di qualità.

L’iter burocratico per aprire una ludoteca

Probabilmente ti chiederai come aprire una ludoteca anche dal punto di vista burocratico. Questo è un aspetto che si differenzia a seconda delle legislazioni regionali. Potrebbero esistere forme di finanziamento o fondi per ludoteche, ti suggeriamo quindi di chiedere maggiori informazioni presso il tuo Comune.

Più avanti, valuteremo anche l’opportunità di avviare una ludoteca in franchising.

Per l’apertura della tua impresa dovrai comunque compiere alcuni step fondamentali: aprire una Partita Iva o scegliere una forma societaria (associazione culturale, cooperativa, srl); iscriverti al Registro delle Imprese; presentare la dichiarazione di inizio attività presso il tuo comune; richiedere l’autorizzazione per l’eventuale collocazione di un’insegna.

L’importanza di avere un buon business plan

Qualsiasi idea imprenditoriale non può fare a meno di stilare un business plan. Si tratta infatti di uno strumento preliminare che ti permetterà di analizzare ogni aspetto: stimare le spese di avviamento e gestione, studiare la concorrenza sul territorio, insomma pianificare al meglio il tuo investimento.

Ti consigliamo di approfondire l’argomento attraverso la nostra guida.

La location

La location ideale per una ludoteca sarà un ambiente spazioso, che garantisca la sicurezza e il comfort dei bambini.fondi per aprire una ludoteca

A questo scopo, la legislazione impone alcune caratteristiche. I locali devono:

  • Avere una superficie minima di 80 mq (senza considerare segreteria, bagni e zone di servizio, come gli spogliatoi). Dev’essere garantito, idealmente, uno spazio minimo di 4 mq per ciascun bambino. Una ludoteca di 80 mq potrà ospitare dunque un massimo di 20 bambini.
  • Trovarsi al piano terra o comunque in una posizione facilmente accessibile, in modo da evitare problemi nell’ottenere la licenza.
  • Non presentare barriere architettoniche e possedere attrezzature idonee ad accogliere persone disabili.
  • Essere dotati di servizi igienici adatti a bambini in età prescolare.

Più in generale, trattandosi di un’impresa, la tua ludoteca dovrà godere di buona visibilità. L’ideale potrebbe essere un quartiere ove non siano presenti attività concorrenti e dove ci sia una forte affluenza. O ancora, vicino scuole o quartieri commerciali: i genitori potrebbero portare i piccoli dopo l’orario scolastico o nel tragitto per il lavoro.

Il tuo baby parking dovrà trasmettere un’atmosfera allegra e accogliente. Potresti giocare una carta vincente predisponendo un’area giochi, coperta o all’aperto: scivoli, dondoli, altalene, tappeti gommosi.

Dovrai garantire naturalmente la massima sicurezza dei bimbi, fa’ dunque molta attenzione a porte, cancelli ed eventuali spigoli.

Le spese iniziali per partire

La prima spesa per aprire una ludoteca è rappresentata, quindi, dall’acquisto o dalla caparra per l’affitto della sede.

Dovrai mettere in atto eventuali lavori di ristrutturazione o adeguamento dei locali (ed eventualmente modificare la destinazione d’uso dei locali a ludoteca, operazione da effettuare presso il catasto).

In seguito dovrai prevedere ulteriori spese:

  • Polizza assicurativa (anche se, naturalmente, il personale dovrà vigilare sul corretto utilizzo dei giocattoli, in modo da scongiurare qualsiasi pericolo).
  • Servizi igienici.
  • Arredamento: librerie, tavoli, sedie, tappeti, attaccapanni e così via.
  • Eventuali dispositivi tecnologici audiovisivi.
  • Libri adatti alle varie fasce di età.
  • Giocattoli di alta qualità, pupazzi, costruzioni, giochi di società: tutto ciò che possa stimolare la coordinazione e la creatività. Presta la massima attenzione alle fasce d’età consigliate e alle indicazioni di sicurezza, riportate per legge.
  • Articoli di cancelleria (colori, materiale per dipingere o per attività manuali).
  • Spese promozionali. Come qualsiasi nuova attività, avrai bisogno di farti conoscere attraverso pubblicità online e offline (volantini, cartelloni, pubblicità su quotidiani locali).

L’investimento iniziale per l’avviamento di una ludoteca è stimato intorno ai 10.000/20.000 euro, a seconda dell’ampiezza. Per questo, potrebbe essere il caso di valutare l’apertura di una ludoteca in franchising.

Le spese di gestione

  • Le spese da affrontare nel tempo riguarderanno, anzitutto, il personale. A seconda della grandezza della ludoteca e del numero di bambini, dovrai prevedere l’assunzione di impiegati part-time o full-time e addetti alle pulizie. Consulta i regolamenti vigenti nella tua regione, per conoscere il numero di ludotecari previsto.
  • Nel caso il locale non fosse di tua proprietà, calcola la spesa per l’affitto mensile.
  • Considera tasse e costi per le utenze: energia elettrica, acqua, gas nel caso tu voglia predisporre una mensa.
  • La polizza assicurativa di cui abbiamo parlato, avrà un costo annuale.
  • Predisponi un fondo per spese impreviste (es. riparazioni) o ricorrenti, come la consulenza fiscale o legale.

Le modalità di finanziamento

Per avviare la tua attività, potresti accedere a fondi per ludoteche, che vengono talvolta stanziati da enti comunicali o regionali. Verifica la presenza di eventuali bandi, prestando attenzione alle scadenze e alla documentazione richiesta.

Un’idea per la tua start-up potrebbe essere raccogliere materiali donati direttamente dalle famiglie.

In alternativa, potresti pensare ad ulteriori modalità di finanziamento.

  • Finanziamento in banca, che potrai richiedere avvalendoti del business plan stilato in fase preliminare.
  • Potresti cercare un socio di capitale, che acquisti quote della tua impresa al solo fine di trarne profitto, cioè senza prendere parte alla gestione dell’attività. O, ancora, un vero e proprio socio che contribuisca attraverso capitali, ma si occupi anche della gestione.

Quanto si può guadagnare con una ludoteca

Trattandosi di un’attività imprenditoriale, dovrai effettuare scelte oculate. Dovrai far conoscere la tua ludoteca, sfruttando la pubblicità e il passaparola. Potresti proporre promozioni per i primi iscritti o stipulare convenzioni con scuole ed enti locali.

Oltre all’attività di baby parking, potresti prevedere lezioni private o laboratori per tutte le età.

Una ludoteca richiede indubbiamente grande impegno, ma potrà darti grandi soddisfazioni.

Potrebbe volerci un po’ di tempo prima di rientrare in possesso dei capitali investiti. Per questo, potresti valutare l’apertura di una ludoteca in franchising.

Perché aprire una ludoteca in franchising

Aprire un franchising ludoteca consiste nello stipulare un contratto con un’azienda partner.

A fronte di un investimento iniziale e di una somma annuale, potrai affiliarti a una catena. In questo modo, verrai aiutato nelle fasi iniziali e nella gestione dell’attività. Spesso, la somma iniziale può essere rateizzata.

Avvalendoti dell’esperienza dell’azienda, potrai aprire la tua ludoteca in tempi brevi.

Verrai infatti aiutato nell’individuare la sede più adatta e ti saranno fornite le attrezzature necessarie.

Ti avvarrai di un marchio già conosciuto, che non ti lascerà mai solo in ogni scelta di marketing. Inoltre, tu e il tuo personale vi avvarrete periodicamente di corsi di aggiornamento, tenuti da esperti del settore.

Per saperne di più, consulta la nostra guida in merito al franchising.

Terminata la lettura di questo articolo disponi di tutte le informazioni su come aprire una ludoteca. Adesso non perdere tempo, completa il nostro quiz!





LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here