mystery shopper
data-full-width-responsive="true">



Il mystery shopper, client o customer è un lavoro flessibile molto conosciuto all’estero che sta prendendo piede anche in Italia, con sempre maggiori agenzie interessate ad assumere giovani o persone che vogliono generare una seconda entrata senza vincoli troppo ristrettivi.

Le idee che si possono adottare oggigiorno per generare un’entrata secondaria sono davvero molte. Tra le più recenti e innovative, perché no anche divertenti, troviamo proprio il mystery customer o mystery shopper.

Lavorare come mystery shopper permette di fare acquisti, partecipare a sondaggi, verificare servizi o partecipare a cene ed eventi, in qualità di cliente misterioso per carpire informazioni, o giudicare un determinato servizio o negozio.

Ma vediamo nel dettaglio il mistery client cos’è e come iniziare a lavorare nel settore!

Cosa fa il mystery shopper

Il mystery shopping è un lavoro retribuito molto flessibile che prevede la visita anonima di un cliente misterioso (la persona assunta per svolgere il lavoro) che possa verificare come operano alcune imprese, negozi e ristoranti facendo riferimento a specifici standard.mystery shopper

Di solito un mystery shopper ha come obiettivo il controllo di alcuni parametri come pulizia del negozio, servizio clienti, approccio al cliente, packaging del prodotto, qualità della cucina, ecc…

Una volta verificati questi parametri in qualità di cliente misterioso, deve fare rapporto all’agenzia che l’ha assunto per il lavoro.

Insomma si tratta dunque di testare prodotti e servizi per conto di alcune agenzie o di aziende che vogliono verificare come si comporta la concorrenza o come lavorano i propri dipendenti. Oppure per effettuare recensioni e ricerche. I fini del mystery shopping sono diversi e cambiano a seconda dell’agenzia per la quale si lavora.

Questo è un lavoro flessibile che non prevede un impegno costante, ma vede semplicemente, l’accettazione o meno in base alle tue esigenze di tempo, di una missione di verifica all’interno di un negozio, di un ristorante e così via.

In linea generale dopo essere stati contattati dall’agenzia si ottengono delle linee guide da usare per la valutazione e un elenco di attività o servizi da testare, e le indicazioni sul lavoro da svolgere. Ogni volta portato a termine un lavoro si viene pagati a cottimo e si ottiene il rimborso delle spese sostenute.

Oltre a controllare fisicamente negozi, attività e servizi, un mystery client può essere richiesto anche per altre attività come:

  • Verifica e recensione di app per smartphone;
  • Monitoraggio della posta: iscrizioni a cataloghi e verifica dei tempi di consegna della brochure o dei prodotti;
  • Shopping telefonico: ad esempio, potrebbero richiederti di contattare un negozio per la vendita di beni al telefono e verificare il servizio clienti, la semplicità di pagamento e i tempi di consegna;
  • Sondaggi online: in questo caso, l’azienda ti può pagare al completamento di un sondaggio generico, oppure ti invia un prodotto a casa, non ancora in commercio, da testare prima di rispondere al sondaggio dedicato.

Chi lavora come mystery shopper

Chi può lavorare come personal o mystery shopper? È davvero un lavoro che si adatta a tutti? Questa professione è pensata principalmente per coloro che vogliono generare una seconda entrata o per gli studenti.

Infatti, essendo un lavoro flessibile che non richiede la presenza fissa giornaliera ma si adatta ai propri tempi e dipende dalle richieste ricevute dalle agenzie, questo non genera un’entrata fissa.

Per questo motivo la maggior parte dei mystery shopper sono o persone giovani che vogliono generare un’entrata mensile per le loro spese, oppure persone che lavorano ma vogliono una seconda entrata facendo un’attività piacevole come può essere lo shopping, il test di un ristorante, di un hotel o di un servizio.

Come diventare mystery shopper

Come diventare un mystery shopper? Per intraprendere questa professione non c’è bisogno di particolari skills o di seguire un corso professionalizzante.

Anche se non c’è bisogno di particolari competenze ci sono sicuramente dei comportamenti e delle capacità apprezzate dalle agenzie che cercano dei clienti misteriosi.

Tra queste troviamo:

  1. Lavorare regolarmente: certo è un lavoro flessibile, ma se si rifiutasse troppo spesso i lavori offerti dall’agenzia non si potrebbe essere richiamati. Quindi più commesse si prendono maggiori sono le possibilità di ottenere nuove chiamate;
  2. Avere una buona memoria: non puoi essere un cliente misterioso se ti porti dietro un block notes. Per questo motivo riuscire a ricordare a memoria i vari dettagli è sicuramente una skill che ti aiuterà ad ottenere il meglio da questo lavoro;
  3. Iscriviti a diverse agenzie: iscrivendoti a diverse agenzie hai la possibilità di prendere un maggior numero di lavori e di conseguenza puoi guadagnare di più.

Per diventare mistery shopper ricordati che fino a 5 mila euro all’anno basteranno le ricevute con ritenuta d’acconto da parte dell’agenzia che ti offre il lavoro. Superata questa cifra dovrai aprire una partita IVA nel regime forfettario. In questo modo, non ci saranno problemi con il pagamento delle tasse.

Ricordati inoltre che per diventare client mystery devi rispettare le direttive che ti invia l’agenzia e soprattutto comportarti in modo professionale.

Innanzitutto, non devi fare tardi se ti viene dato un orario e un giorno per consegnare il rapporto ti consiglio di farlo nei tempi previsti e non in ritardo. Cerca di non dimenticare i dettagli che devi descrivere all’azienda e di non inventare nulla, ma attenerti semplicemente ai fatti.

Quanto guadagna un mystery shopper

Quanto può guadagnare un client mystery? Non è facile fare una previsione precisa dei guadagni di un cliente misterioso. In quanto, come accennato, questo è un lavoro flessibile che dipende dal numero delle commesse ottenute, dal tipo di pagamento proposto dalle agenzie, ecc…

In linea generale possiamo dire che un personal shopper può avere uno stipendio variabile che va da qualche centinaio di euro al mese, sino a mille euro se si riesce a lavorare per più agenzie e si ottengono diverse commesse.

Ricorda comunque che in Italia questo è un lavoro che sta vedendo ora i suoi sviluppi quindi all’inizio i guadagni potrebbero non essere altissimi.

Per quanto riguarda il tipo di pagamento. Buona parte delle aziende che offrono questo tipo di lavoro offre un rimborso delle spese per l’acquisto dei prodotti oppure per la cena, il pranzo o la notte in hotel durante la prova e un piccolo compenso extra. Il compenso extra può andare dai 10 euro in su in base all’attività o al servizio testato.

Molto dipende anche dal tipo di redazione o di sondaggio al quale bisogna rispondere dopo aver testato un lavoro o servizio. Nel caso in cui l’attività da testare non si trova vicino al vostro domicilio, l’azienda potrebbe rimborsare anche i costi sostenuti per raggiungere il luogo prescelto, dandovi un buono per la benzina o ripagandovi il biglietto del treno o dell’autobus.

Dove trovare lavoro

Dove candidarsi per diventare mystery shopper?

In Italia, il mystery shopping è un’attività non molto conosciuta, che però sta prendendo piede molto velocemente specie nell’ambito del servizio di marketing, per comprendere come sta andando un’attività ecc…

Ma come candidarsi per fare il client shopper in Italia? Sicuramente la soluzione migliore è cercare tra le bacheche di annunci che si trovano in città e quelle che ci sono online come Indeed o Subito.it ecc…

Oppure puoi scegliere di rivolgerti direttamente alle agenzie che eseguono ricerche di mercato e di costatazione del servizio clienti come: Helion Research, Mystery Client, International Service Check, Mystery Customers, Market Force, Doxa e Ipsos. Per candidarsi a queste offerte basta inviare il proprio Curriculum Vitae all’azienda e proporsi per la posizione di client shopper.

Cerchi altri modi per arrotondare le tue entrate? Clicca qui per scoprire i migliori modi per assicurarti una seconda entrata.


Aspetta! Scopri 7 idee di business su misura per te!


Cerchi una idea di business che ti renda un vero imprenditore e che ti calzi a pennello?

Quello che ti propongo infatti non è solo un modo per arrotondare, ma per dare vita ad una vera e propria attività commerciale su misura per te.

Scopri 7 idee di business per metterti in proprio






Redazione di Intraprendere
La redazione di Intraprendere è formata da un team specializzato in ogni aspetto riguardante il mondo dell’imprenditoria: da come acquisire il giusto mindset per iniziare alle migliori tecniche per promuovere il tuo business.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here