Warren Buffett uomini più ricchi del mondo

Ladies and Gentlemen, the legendary investor Warren Buffett!

Questa è la formula usata molto spesso per presentare gli interventi del multimiliardario ottantaseienne americano Warren Buffett, anche detto “l’oracolo di Omaha”. Tale nomea proviene dai suoi brillanti investimenti che l’hanno portato, ad oggi, a posizionarsi al quarto posto nella classifica degli uomini più ricchi del mondo, con un patrimonio personale di ben 77 miliardi di dollari.

Ma scopriamo assieme la sua storia piena di aneddoti curiosi!

La Biografia di Warren Buffet

Warren Edward Buffett nasce ad Omaha in Nebraska nel 1930, il padre Howard Buffett era un esponente repubblicano del Congresso degli Stati Uniti. Il precoce Warren si dimostrerà interessato al mondo del business sin dalla tenera età di sette anni, quando prenderà in prestito nella biblioteca di Omaha il libro “Mille modi per guadagnare 1000 dollari” di Frances Minaker.

A soli undici anni comincerà a far fruttare il suo incredibile fiuto per gli affari acquistando tre azioni della Cities Service Preferred a 38 dollari l’una.

A tredici anni, con il trasferimento della famiglia a Washington, comincerà a consegnare quotidiani e riviste e lavorerà talmente alacremente che arriverà a guadagnare circa 175 dollari al mese.

Inoltre durante quel periodo compilerà la sua prima dichiarazione dei redditi, arrivando a chiedere una detrazione di 35 dollari per la sua bicicletta. Nel 1945 acquisterà con un suo amico un flipper a 25 dollari per poi posizionarlo in un negozio di barbieri: pochi mesi dopo i flipper posizionati in altri saloni saranno tre e, per 1200 dollari, finirà per vendere la sua attività ad un veterano di guerra.

Diplomatosi alla Woodrow Wilson High School, tenterà senza successo di accedere ad Harward e, infine, entrerà alla Columbia Business School dove ritroverà quello che sarà uno dei principi ispiratori della propria formazione: Benjamin Graham, guru del value investing.

E sarà proprio Graham che, nel 1954, offrirà a Buffett un lavoro alla Graham-Newman Corp. di New York, per poi, due anni dopo, chiedergli di diventare socio.

A questo punto Buffett rifiuterà l’offerta, tornerà ad Omaha e fonderà la Buffett Partnership Ltd dove metterà in pratica i principi di value investing appresi da Graham. Nel 1962 diventerà ufficialmente milionario accumulando un patrimonio di 1.025.000 dollari e comincerà ad acquistare azioni al ribasso di una azienda tessile, la Berkshire Hathaway di cui finirà per acquisirne il controllo.

Ben presto cambierà la natura dell’azienda orientandola verso investimenti in svariati campi, dalle assicurazioni all’editoria (Washington Post Company e Abc tanto per citarne alcuni), passando per il settore energetico e dei trasporti.

Ma quello che si rivelerà essere l’investimento più lucroso di Buffett avverrà nel 1988: l’acquisto, per 1.02 miliardi di dollari della quota del 7% della Coca Cola Company. Con il tempo la Berkshire Hathaway (e di conseguenza il patrimonio di Buffett) continuerà a crescere a dismisura, annoverando quote delle più importanti multinazionali del pianeta come Heinz, IBM, American Express, GEICO, Johnson & Johnson, Duracell, Procter & Gamble e Fruit of the Loom.

Vorresti seguire la strada di Warren Buffet? Inizia ad approfondire tutte le tematiche relative agli investimenti nella nostra sezione dedicata, clicca qui.

Le abitudini di un miliardario

Ma la smisurata ricchezza accumulata negli anni, incredibilmente, non ha modificato la vita di Buffett: vive ancora nella vecchia casa nella periferia di Omaha comprata nel 1958 per 31.500 dollari e disdegna le grandi ville o i lussuosi parchi macchina, basti pensare che l’auto attualmente in suo possesso è una Cadillac XTS del 2014!

E’ un leader altamente “analogico”: nella sua scrivania non c’è posto per un computer e il suo cellulare, di cui va fiero, è un vecchio modello Nokia con lo sportellino.

Ma questa ritrosia per il digitale non è da ricercare solo nelle sue abitudini personali, ma anche nella scelta dei suoi investimenti: petrolio, olio, tabacco, industria farmaceutica ed alimentare piuttosto che investimenti in aziende digitali come Google e Facebook.

Come Bill Gates, anch’egli membro del consiglio di amministrazione della Berkshire Hathaway e grande amico di Buffett, ha deciso di destinare la quasi totalità del suo patrimonio ad attività filantropiche entrando a far parte della Bill and Melinda Gates Foundation. Inoltre il suo carisma è tale che durante alcune aste benefiche annuali su Ebay, in cui in palio vi è la possibilità di pranzare con lui, alcune persone sono arrivate ad offrire ben 3.4 milioni di dollari.

Libri sull’investitore più conosciuto al mondo

Se la vita di uno dei più grandi investitori di sempre ti incuriosisce, qui potrai trovare qualche approfondimento interessante:

I 5 Consigli di Warren Buffet

Ma quali potrebbero essere i 5 consigli ed input più utili che questo geniale businessman ha disseminato nelle varie interviste da lui concesse o raccolte nelle ormai famose lettere agli azionisti della Berkshire Hathaway che fa recapitare loro annualmente?

  • W la lettura! Durante una intervista alla domanda su quale fosse la chiave del suo successo Buffett ha indicato una pila di libri dichiarando: “Leggere 500 pagine ogni giorno. È cosi che si crea la conoscenza. Io leggo e penso ed abituare la mente al pensiero mi permette di evitare di prendere decisioni d’impulso.
  • Sii paziente.Bisogna essere pazienti: non si produce un bambino in un mese mettendo incinte nove donne.” A parte suonare l’ukulele, uno dei suoi hobby preferiti è giocare a bridge, un gioco che, a suo dire, lo ha abituato ad avere pazienza e a saper calcolare guadagni e perdite.
  • Seleziona le tue cerchie. “E’ meglio frequentare persone migliori di te. Scegli associati le cui norme di comportamento siano più virtuose delle tue e sarai portato ad orientarti in quella direzione.
  • Non essere impulsivo.Acquistate un’azione come acquistereste una casa. Comprendetela e apprezzatela in modo da esserne soddisfatti anche in assenza di un mercato in cui venderla.” Analizza bene i rischi perché dopotutto: “Il rischio deriva dal non sapere cosa stai facendo.
  • Analizza i fallimenti. “Mi piace studiare il fallimento. Bisogna capire perché le imprese sono andate male. La cosa più grande che le uccide è la compiacenza. Il pericolo si annida quando si tende a riposare sui propri allori.

Infine terminiamo con quella che può essere definita una regola aurea alla Fight Club del mondo degli investimenti “made in Buffett”: “La prima regola: non perdere denaro. La seconda: non dimenticare mai la prima.

Se ti ha incuriosito scoprire come Warren Buffet si sia arricchito, qui puoi trovare alcuni consigli utili per diventare ricco.





LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here