Elon Musk uomini più ricchi al mondo

 “C’è bisogno di svegliarsi la mattina ed essere eccitati riguardo il futuro.

Questo è lo spirito di uno degli imprenditori che sta facendo storia, stiamo parlando di Elon Musk, CEO di SpaceX, Tesla Motors, OpenAI e Neuralink.

La Biografia di Elon Musk

Elon Musk nasce a Pretoria, in Sudafrica, nel 1971 da Errol Musk, ingegnere elettromeccanico sudafricano e Maye Haldeman, dietologa canadese. Ad appena dieci anni si interesserà alla programmazione e due anni dopo venderà, per 500 dollari, il codice in linguaggio BASIC per il videogame da lui creato chiamato Blastar.

Terminate le scuole superiori a Pretoria deciderà di spostarsi in Canada per frequentare la Queen’s University a Kingston, in Ontario. Nel 1992 entrerà alla University of Pennsylvania, dove nel marzo del ’95, riceverà una laurea in fisica dal College of Arts and Sciences e una laurea in economia dalla Wharton School of Business.

Nello stesso anno inizierà un dottorato in fisica applicata e scienza dei materiali alla Stanford ma abbandonerà tutto dopo appena due giorni per seguire le sue aspirazioni nel campo delle energie rinnovabili, internet e l’esplorazione dello spazio.

Fonderà quindi con il fratello la Zip2, una sorta di Google Maps che puntava a creare una presenza online delle attività commerciali al fine di legarle ad una mappa. Stipuleranno dei contratti con il New York Times e Chicago Tribune e, nel febbraio del ’99, venderanno Zip2 a Compaq per 307 milioni di dollari in contanti e 34 milioni di dollari in azioni.

Un mese dopo fonderà la X.com, una compagnia di servizi finanziari e pagamenti online tramite e-mail. La successiva fusione con Confinity darà vita a Paypal, la quale verrà venduta ad Ebay per 1.5 miliardi di dollari.

In quel periodo comincerà ad elaborare il modo per riuscire ad raggiungere uno dei suoi progetti più visionari: creare un’oasi su Marte con una serra sperimentale dove far crescere colture alimentari, così da innescare l’interesse dell’opinione pubblica per le colonizzazioni spaziali.

Fra il 2001 e il 2002 effettuerà dei viaggi in Russia per tentare di acquistare un razzo, ma l’affare non andrà in porto perché ritenuto troppo caro.

A quel punto Musk calcolerà che sarebbe stato molto più conveniente acquistare i materiali grezzi e costruire un razzo da se e, a maggio 2002, fonderà la Space Exploration Technologies Corporation, ovvero la SpaceX.

Si tratta della prima azienda aerospaziale privata a progettare e costruire lanciatori spaziali a razzo riutilizzabili e spacecraft per il trasporto umano e di merci.

Il 22 maggio 2012, all’interno del programma Commercial Orbital Transportation Services della NASA, verrà effettuato il lancio di uno spacecraft che attraccherà con successo alla Stazione Spaziale Internazionale.

Nel 2003 si orienterà verso l’industria automobilistica associata ai motori elettrici fondando la Tesla Motors insieme a JB Straubel, Martin Eberhard e Marc Tarpenning.

Il primo modello rilasciato dall’azienda sarà la Tesla Roadster la quale, con i suoi 2500 modelli venduti, andrà a sfatare l’equivalenza “motore elettrico = macchina lenta” frutto dell’immaginario collettivo.

La Tesla Motors verrà incoronata da Forbes nel 2015 come “Azienda più Innovativa del Mondo”, con un fatturato che si aggira attorno ai 7 miliardi di dollari.

Le energie rinnovabili e l’intelligenza artificiale

Nell’ambito dello sviluppo delle energie rinnovabili investirà anche nella SolarCity, fondata dai cugini Lyndon and Peter Rive e ad oggi il secondo fornitore di pannelli solari degli Stati Uniti.

Investirà anche nell’industria delle biotecnologie e nel 2015 fonderà OpenAI, una compagnia di ricerca no profit che punta a creare una intelligenza artificiale benefica per l’umanità, mentre l’anno dopo fonderà Neuralink, una startup di neuro tecnologie che si occupa di connettere il cervello umano all’intelligenza artificiale.

Libri sul visionario CEO di Tesla Motors e SpaceX

I 7 Consigli di Elon Musk

Ritenuto il nuovo Steve Jobs, l’idealista e sognatore Elon Musk è un tipo estremamente ironico ed è stato d’ispirazione per la creazione del personaggio Tony Stark interpretato da Robert Downey Jr. in Iron Man.

Ecco i 7 consigli e abitudini che hanno fatto di Elon Musk, l’uomo dal patrimonio personale di 20.8 miliardi di dollari (qui la classifica degli uomini più ricchi del mondo):

  • Lavora, lavora, lavora. Alla domanda su quale fosse il segreto più grande del suo successo Musk non ha avuto dubbi sulla risposta: “Lavorare come l’inferno. Devi lavorare dalle 80 alle 100 ore ogni settimana. Ciò migliorerà le tue probabilità di successo. Se le altre persone lavorano 40 ore a settimana e tu stai lavorando 100 ore alla settimana allo stesso tipo di lavoro, otterrai in 4 mesi ciò che solitamente si raggiunge in un anno.
  • Dormi almeno 6 ore. Durante un Reddit AMA ha dichiarato che si sveglia ogni mattina alle 7 e dorme tassativamente 6 ore (se hai problemi di insonnia ti consigliamo di cliccare qui).
  • Costruisci delle buone basi. Alla domanda su quali processi mentali gli permettessero di imparare a districarsi con cosi tanta efficienza fra cosi tante diverse discipline la sua risposta è stata: “È importante considerare la conoscenza come un albero semantico. Bisogna assicurarsi di comprendere i principi fondamentali, cioè il tronco e i rami grandi, prima di entrare nelle foglie/dettagli altrimenti non ci sarà nulla da appenderci su.
  • Trova il tempo per la lettura. Nonostante la sua frenetica vita, ha anche abbastanza tempo per leggere. Alcuni dei suoi titoli preferiti includono il fantasy classico “Il Signore degli Anelli”, biografie di innovatori come Benjamin Franklin e Albert Einstein e un misterioso libro di storia vecchio di 87 anni su degli avventurieri chiamato “Dodici contro gli Dei”.
  • L’importanza dell’igiene. Quando un utente di Reddit ha chiesto a Musk quale delle sue abitudini giornaliere avesse avuto l’impatto più positivo nella sua vita la sua semplice risposta è stata lapidaria:“Lavarmi.”
  • Sii multitasking. Avendo una vita cosi frenetica e piena di impegni Musk ritiene necessario sapersi districare fra la vita professionale e il family time con i suoi 5 figli, ecco perché ha sviluppato un sistema che gli permette di lavorare perlopiù tramite e-mail. Qui trovi dei consigli su come migliorare questa capacità.
  • “Guida galattica per autostoppisti”. In una recente intervista a Vanity Fair ha dichiarato che il libro cult di Douglas Adams è stato un punto di svolta per lui. Ne è rimasto talmente impressionato da lasciarne addirittura un riferimento nel software della Tesla.

Se leggere della vita di questo elettrizzante imprenditore ti ha caricato abbastanza allora è arrivato il momento di lanciarti e scoprire con quali di queste 10 innovative idee imprenditoriali potrai diventare il nuovo Elon Musk.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here