personal branding
data-full-width-responsive="true">



Personal branding: che cosa è?

Tutti infatti ne parlano ma, di fatto, pochi sanno come costruire un marchio personale. Tradotto spesso come marketing di sé stessi, in realtà il personal branding non è altro che un insieme di strategie che mirano a farti posizionare come esperto per attirare clienti verso la tua attività.

Il personal branding è utilizzato soprattutto dai liberi professionisti, ma è utile anche agli imprenditori per riuscire a differenziarsi dalla concorrenza.

Perché è importante fare personal branding?

Capiamo insieme perché ogni imprenditore dovrebbe fare personal branding.

Se stai costruendo un business intorno alla tua area di competenza (ad esempio come autore, relatore, coach o consulente), fare self branding è la cosa più naturale del mondo perché ti aiuta a distinguerti dai tuoi concorrenti, contribuendo a formare un’impressione duratura nella mente del tuo pubblico e dei tuoi clienti.

Se stai avviando una società che ha il suo marchio (ad esempio un franchising), la costruzione di un marchio personale ha comunque i suoi vantaggi in quanto risulteresti essere una ulteriore forza magnetica per i clienti.

Pertanto, costruire un pubblico per il tuo brand personale può effettivamente aiutare ad aumentare i clienti della tua attività.

Non ci credi? Ecco qualche esempio: Elon Musk ha più follower su Twitter delle 3 delle sue società (Tesla, SpaceX e SolarCity) messe insieme, lo stesso vale per Richard Branson (fondatore della Virgin) ed innumerevoli altri imprenditori di grande successo che hanno sfruttato il loro brand personale per aumentare l’esposizione e attirare più clienti verso le loro aziende.

Quali sono dunque i vantaggi della costruzione di un brand personale? Te li riassumo qui:

  • Più fiducia: costruire un forte personal brand ti aiuta a infondere più fiducia nel tuo pubblico e a posizionarti come autorità e leader di pensiero nel tuo settore.
  • Più visibilità: ti consente di avere subito maggiore visibilità all’interno dei media.
  • Più clienti: posizionarti come esperto di riferimento in un settore specifico ti aiuta senza dubbio ad attirare più clienti.
  • Più rete: quando hai un personal brand che comunica chiaramente chi sei, cosa fai e come aiuti gli altri puoi costruire la tua rete, sia online che offline, in modo rapido ed efficace.
  • Più guadagno: avere un personal brand forte aiuta a giustificare l’addebito di prezzi più alti per i tuoi prodotti e servizi.

Ora che abbiamo chiarito cosa significa personal branding e perché è così importante, resta con me perché nei prossimi paragrafi ti spiegherò per filo e per segno come fare personal branding.

7 step per fare del personal branding convincente e redditizio

Potrei parlarti a lungo del personal branding significato e farti tantissimi esempi di personal branding, tuttavia è più importante scendere nel vivo dell’argomento e darti quante più dritte possibile per aiutarti a costruire un marchio personale avvincente e soprattutto redditizio. Pronto? Allora andiamo!

1. Costruisci le fondamenta del tuo personal branding

“Un grande marchio inizia con la comprensione di chi sei, cosa rappresenti, la comprensione del tuo mercato e la comprensione del posizionamento. Qual è la percezione che devi creare per fare appello al pubblico target a cui stai cercando di fare appello?”.

Il primo passo per creare il tuo marchio personale è gettare le basi su cui iniziare a costruire. Il principio ispiratore qui è l’autenticità. Molti pensano, infatti, che costruire un marchio personale significhi creare un personaggio. Niente di più sbagliato.

Un personaggio non è altro che una maschera, una facciata, non un vero riflesso di chi sei realmente. Il tuo personal brand deve invece collegarsi al tuo io più autentico.

Self branding non significa posizionarti come qualcosa che non sei. Si tratta di mostrare strategicamente le tue qualità più autentiche al tuo pubblico e ai tuoi clienti.

Il tuo personal brand deve quindi essere un vero riflesso delle tue capacità, passioni, valori e credenze.

Quindi poniti queste domande:

  • Quali abilità ho acquisito nel corso della tua vita?
  • Che tipo di formazione, certificazioni o premi ho ricevuto?
  • Quali settori e/o argomenti mi interessano di più?
  • Cosa mi appassiona?
  • Quali sono alcuni i valori fondamentali in cui credo?

Dopo aver identificato tutti questi aspetti relativamente a te stesso, non devi far altro che mettere insieme gli elementi chiave del tuo personal brand. Questi ti aiuteranno a guidare le tue decisioni mentre costruisci il tuo personal brand:

  • La vision del tuo marchio: per quale argomento ti piacerebbe essere riconosciuto come esperto?
  • La mission del tuo marchio: perché vuoi costruire un personal brand? Qual è il tuo scopo? Chi vuoi influenzare? Cosa vuoi realizzare?
  • Il messaggio del tuo marchio: qual è il messaggio chiave che vuoi comunicare? Quale messaggio vuoi rafforzare costantemente nei tuoi contenuti e nel tuo marketing? Se potessi dare un solo consiglio al tuo pubblico, quale sarebbe?
  • La personalità del tuo marchio: quali sono alcune delle tue caratteristiche personali che puoi tessere nel tuo brand? Vuoi essere percepito come molto raffinato e professionale oppure eccentrico e avventuroso?

2. Scegli il tuo pubblico di destinazione

“La base di un forte personal brand è la comprensione del pubblico e dei problemi che devono affrontare”.

Uno dei più grandi errori che puoi commettere mentre costruisci un personal brand è cercare di attirare tutti. In realtà, non tutti possono e potranno mai essere tuoi clienti.

Per attirare i tuoi clienti perfetti, devi identificare un target specifico e costruire un brand che sia attraente soprattutto per lui.

Questo può sembrare controproducente, ma se cerchi di essere apprezzato da tutti, non attirerai nessuno. Devi rivolgerti ad un pubblico specifico per distinguerti. Non tutti coloro che entreranno in contatto con te e vedranno il tuo messaggio ti sceglieranno. A limite potranno darti una risposta tiepida destinata a svanire presto.

Solo quelli che sentiranno di aver qualcosa in comune con te e si riconosceranno nelle tue caratteristiche saranno i tuoi clienti perfetti su cui costruire un’attività di successo.

Fai dunque questo esercizio: crea su un foglio il profilo del tuo cliente. Questo ti aiuterà a comprendere meglio quali sono i suoi desideri e bisogni, facilitandoti anche la scelta di quali prodotti e servizi creare per lui. Ecco alcune domande per aiutarti a sviluppare il profilo dei tuoi clienti:

  • Dati demografici: età, sesso, istruzione, stato di relazione, reddito, professione?
  • Desideri e aspirazioni: sogni, obiettivi e aspirazioni per il futuro?
  • Punti dolenti e sfide: con cosa sta lottando? cosa impedisce lui di raggiungere i suoi obiettivi?

3. Crea un’offerta irresistibile

Per costruire un personal brand redditizio, devi avere qualcosa da offrire al tuo pubblico di destinazione. Hai bisogno di un’offerta irresistibile che aiuti il ​​tuo pubblico a risolvere un problema specifico o a raggiungere un risultato specifico.

Un sacco di imprenditori fanno l’errore di creare il prodotto o il servizio che loro stessi vogliono, solo per scoprire che nessun altro lo vuole o è disposto a pagare per averlo.

Ecco perché è così importante identificare il tuo cliente perfetto prima di creare un prodotto o un servizio a lui destinato.

Solo quando saprai esattamente chi vuoi aiutare, potrai creare un’offerta che è la soluzione perfetta per lui.

Ecco quali sono i passaggi per creare un’offerta che possa piacere ai tuoi clienti:

  • Il primo passo per creare un’offerta irresistibile è posizionarti come specialista e non generalista. Prometti ai tuoi clienti un risultato molto specifico e progetta un’offerta mirata per aiutarli a raggiungere tale risultato. Un’offerta generica che suona come una vaga promessa non è assolutamente irresistibile.
  • Arrivato a questo punto, trova la sovrapposizione tra ciò che ami, ciò che fai meglio e ciò che i tuoi clienti ideali desiderano di più e crea un’offerta che si colloca nell’intersezione tra questi criteri.

Riepilogando, questa è la formula dell’offerta irresistibile: cosa ami fare + cosa fai meglio + cosa desidera di più il tuo pubblico = Offerta irresistibile

4. Ottimizza il tuo sito web personale

Avere un sito web personale è una componente importante per la creazione di un marchio personale.

Le prime impressioni sono fondamentali. Quando il tuo pubblico di destinazione visita il tuo sito web, deve essere in grado di capire immediatamente chi sei e come puoi aiutarlo. Dove sentire subito di essere capitato nel posto giusto. Se ciò non accade in pochi secondi, la maggior parte dei nuovi visitatori lascerà il tuo sito web.

Ecco gli elementi fondamentali che dovrà avere il tuo sito web:

  • Un logo professionale.
  • La descrizione della tua proposta di valore (chi aiuti e come li aiuti) visualizzata in modo prominente sulla tua home page, possibilmente nella parte superiore.
  • Foto professionali (questo vale anche per i social media).
  • Elementi di prova sociale quali testimonianze di clienti, recensioni, news di premi, riconoscimenti, collaborazioni e partecipazioni ad eventi importanti.
  • Un chiaro invito all’azione, ad esempio l’iscrizione alla tua newsletter, la registrazione ad un webinar gratuito o la richiesta di una consulenza gratuita.

Oltre alla tua homepage, ecco gli altri elementi importanti che il tuo sito web dovrebbe contenere:

  • Pagina del “Chi sono”: se hai una storia da raccontare, raccontala! Non essere timido, tutto quello che può aiutare le persone a capire chi sei e come puoi aiutarle deve essere aggiunto come informazioni di base circa la tua attività.
  • Elenco prodotti/ servizi: per fare in modo che i visitatori del tuo sito web diventino più velocemente clienti paganti è necessario che tu descriva in modo esaustivo e completo quali sono i tuoi prodotti e servizi, inserendo anche dei link per ciascun prodotto e ciascuna attività in modo che possano approfondire.
  • Contenuti e / o risorse gratuite: aggiungere post di blog, puntate di podcast, video utili o check list di consigli è sicuramente molto utile a fidelizzare le persone e incoraggiarle a tornare più spesso sulle tue pagine.
  • Pagina di contatto: non dimenticare infine di dare ai visitatori del tuo sito web l’opportunità di contattarti fornendo loro diversi canali (telefono, e-mail, chat line, modulo di contatto) in base al motivo per cui ti stanno contattando. Volendo rubare l’idea ad alcuni esperti di marketing, potresti ad esempio creare diversi moduli di contatto per diversi tipi di richieste.

5. Crea una content strategy

La creazione e la distribuzione di contenuti gratuiti è uno dei modi più efficaci per costruire il tuo marchio e guadagnare la fiducia del tuo pubblico di destinazione.

Se non sai come fare ecco i consigli di Intraprendere:

  • Crea un elenco di tutti i potenziali argomenti che potrebbero essere utili per il tuo pubblico di destinazione, analizzando anche le query di ricerca più cliccate su internet relativamente al tuo settore per scoprire i tempi più popolari.
  • Una volta che avrai creato un elenco di argomenti su cui creare contenuti, il passo successivo è decidere quale tipo di contenuto creare (articoli, video, podcast, webinar, corsi online, guide PDF, check list, fogli di lavoro, infografiche, casi studio) e dove pubblicherai quel contenuto (blog, sito web, directory dei podcast come iTunes e Stitcher, Youtube, altri blog e pubblicazioni online, Social media, E-mail).

Ultimo consiglio a tal proposito è quello di concentrarti sempre su qualità e coerenza dei tuoi contenuti con i valori del tuo brand.

Il content marketing è un gioco a lungo termine, ma paga dividendi incredibili se fatto correttamente. E dato che si tratta di un’attività abbastanza dispendiosa in termini di tempo, ti consigliamo di iniziare dai contenuti più semplici da dare come post di Blog e video, passando poi a quelli più complessi (guide lunghe, tutorial, programmazione podcast).

6. Aumenta la tua visibilità

La pubblicazione di contenuti sulle tue piattaforme è un ottimo modo per costruire il tuo pubblico, ma richiede anche molto tempo. Un modo più veloce per costruire il tuo pubblico è attraverso l’esposizione diretta al pubblico.

Ecco alcuni modi comuni per aumentare rapidamente la tua visibilità:

  • Interviste e PR: se ti chiedono di farti intervistare come esperto ospite di podcast, summit virtuali e per media tradizionali come TV, radio e riviste di stampa, non rinunciare perché si tratta di un ottimo volano di pubblicità.
  • Guest Blogging: anche scrivere articoli per altri blog e pubblicazioni online letti dal pubblico di destinazione è sicuramente un’attività molto utile per avere visibilità.
  • Public speaking: se ricevi inviti per parlare ad eventi dal vivo, gruppi Meetup locali e conferenze a cui il tuo pubblico di riferimento partecipa, cogli subito la palla al balzo per promuover il tuo personal branding.
  • Partnership e joint venture: la creazione di relazioni reciprocamente vantaggiose con altre persone e aziende può portare a una serie di opportunità tra cui blog degli ospiti, interviste, joint venture , partnership e referenze dei clienti.

7. Costruisci una comunità

Invece di cercare di costruire un vasto pubblico, sposta la tua attenzione su come diventare leader di una comunità in una nicchia specifica. Definisci il tuo pubblico di destinazione e crea una community per interagire tra loro, condividere idee, supportarsi a vicenda e contattarti direttamente.

Non sai come fare? Ecco alcuni modi in cui puoi creare una community attorno al tuo marchio e al tuo business:

  • Gruppi Facebook: crea un gruppo Facebook privato per il tuo pubblico e/o i tuoi clienti. Questo ti darà l’opportunità di impegnarti in conversazioni significative con il tuo pubblico su base giornaliera e, altrettanto importante, dare loro un ambiente in cui possono interagire e supportarsi a vicenda.
  • Eventi dal vivo: organizza eventi dal vivo in modo che il tuo pubblico e/o i tuoi clienti possano trascorrere del tempo con te di persona. Meetup casuali, cene private, workshop, sono tutti ottimi modi per consolidare le relazioni a lungo termine con il tuo pubblico.
  • Contenuti in abbonamento: crea un abbonamento in cui, in cambio di un canone mensile, i tuoi clienti possono avere accesso a contenuti esclusivi, chiamate in diretta e/o webinar integrativi periodici.

Iniziare a fare personal branding è un’ottima opportunità, d’altronde quando costruisci un personal brand, non esiste una vera concorrenza. Certo, ci potrebbero essere altre persone e aziende che vendono prodotti e servizi simili a te, ma non sei tu. In realtà, non esiste altra persona al mondo esattamente come te. Come individuo, sei unico al 100%.

Ecco perché la costruzione di un personal brand è così potente. Un altro aspetto che non dovrai assolutamente sottovalutare durante la costruzione del tuo personal brand è la social reputation. Scopri di cosa si tratta cliccando qui!


Aspetta! Scopri 7 idee di business su misura per te!


Cerchi una idea di business che ti renda un vero imprenditore e che ti calzi a pennello?

Quello che ti propongo infatti non è solo un modo per arrotondare, ma per dare vita ad una vera e propria attività commerciale su misura per te.

Scopri 7 idee di business per metterti in proprio






Redazione di Intraprendere
La redazione di Intraprendere è formata da un team specializzato in ogni aspetto riguardante il mondo dell’imprenditoria: da come acquisire il giusto mindset per iniziare alle migliori tecniche per promuovere il tuo business.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here