marketing automation

Esistono numerosi elementi che si integrano nella tua strategia di comunicazione e che contribuiscono alla costruzione del tuo brand: uno di questi è sicuramente la scelta del software di marketing automation ideale per il tuo business.

Il percorso verso il successo di ogni azienda che intenda trovare il suo spazio nel mercato vede tra le attività centrali l’acquisizione di lead proficue e la costruzione di un valido processo che li trasformi in clienti effettivi.

A prescindere dal prodotto o servizio offerto dalla tua impresa, sfruttare appieno l’email marketing ed i software di automazione è uno dei segreti che dovresti fare tuo, per gestire in maniera snella e time-saving l’intera relazione con il pubblico a cui ti rivolgi in modo che risulti stimolante, coinvolgente e soprattutto performante a livello di risultati.

Cos’è la marketing automation?

Sarà sicuramente capitato anche a te di effettuare l’iscrizione alla newsletter di un sito per restare aggiornato sui suoi contenuti o di fornire il tuo contatto al fine di ottenere in cambio un prodotto o servizio gratuito quale un ebook, la prima lezione di un corso, l’anteprima di un workshop o altri simili prodotti digitali.

Il flusso di comunicazioni email che hai ricevuto in seguito fa esattamente parte delle strategie di marketing automation messe in atto da molte aziende e brand.

Gli scopi ultimi di queste tattiche sono quelli di ottenere leads e creare un rapporto diretto con l’audience di riferimento, che consenta poi un efficace lead nurturing: il processo cioè di coltivazione dei contatti al fine di condurli verso la conversione desiderata

Tali strategie non possono basarsi ovviamente sull’invio di una singola email, ma necessitano di strutturate catene di comunicazioni via mail che nutrano il pubblico, gli forniscano materiale di valore e lo invoglino infine ad acquistare il prodotto o il servizio proposto al termine del workflow, che si tratti di un corso, un libro, un oggetto o un abbonamento.

A questo punto ti starai chiedendo:

a cosa serve l’email marketing automation nel dettaglio e quali sono gli strumenti digitali da usare per implementarla?

Il suo obiettivo principale è proprio quello di gestire l’intero processo visto sopra in maniera completamente automatica: è chiaro quanto sarebbe assolutamente proibitivo, a livello di tempo e risorse, rispondere manualmente ad ogni singolo utente ed inviare ad ogni lead comunicazioni customizzate.

Soprattutto quando i contatti raccolti diventano decine, centinaia o migliaia, l’utilizzo dell’email automation marketing diventa nella pratica un imperativo.

Come funziona la marketing automation?

L’automation marketing si fonda sull’utilizzo di piattaforme volte ad inviare a utenti in target, comunicazioni mirate e personalizzate.

Generalmente ciò si traduce nell’uso di cosiddetti workflows, ovvero sequenze di mail specificamente studiate e strutturate ad hoc, che di sovente rispondono anche in maniera attiva all’interazione dei destinatari con le comunicazioni stesse, ad esempio triggerando reazioni e nuovi flussi di messaggi al click di un utente su un determinati link.

Esistono numerose piattaforme che permettono di inserire questa tipologia di servizi nel tuo marketing mix e molte di queste oltre alle features basilari appena viste offrono ulteriori funzionalità, quali la possibilità di creare in modo rapido di landing pages, ossia pagine di atterraggio per la presentazione di prodotti e servizi, o anche di costruire diverse liste contatti, avviare A/B tests o sfruttare interessanti funzioni di analisi del rendimento.

Quali sono le migliori piattaforme di digital marketing automation? 

La risposta concreta a questa domanda è che non può esistere una risposta univoca ad un quesito del genere: molto dipende dal tipo di attività che vuoi intraprendere e da quali sono i servizi che vuoi integrare all’interno della tua strategia di comunicazione.

Alcune caratteristiche sono comuni a tutte le piattaforme e vengono proposte da quasi tutti gli attori che si affacciano a questo mercato; altri protagonisti dell’automation marketing invece invece si distinguono offrendo servizi più mirati, che permettono un utilizzo più ampio e articolato delle loro piattaforme.

Esistono comunque alcuni nomi che spiccano nel panorama di opzioni a disposizione e tra questi si possono senza dubbio menzionare Hubspot, Pardot, MDirector, Marketo e Mautic: ognuna rivolta a esigenze sottilmente differenti, sono tutte valide opportunità per utilizzare a tuo vantaggio i più moderni digital tools.  

HubSpot

Quella offerta da Hubspot è una piattaforma di marketing automation decisamente completa che grazie alla sua vasta gamma di funzionalità sta conquistando un pubblico sempre più ampio di fruitori. Per la sua complessità tuttavia, prima di integrarla della tua quotidianità aziendale è consigliabile seguire una preventiva formazione, così da padroneggiare questo strumento e sfruttare in toto tutte le sue potenzialità.marketing automation

Tra i suoi servizi principali ci sono:

  • La creazione di landing pages funzionali;
  • La gestione di campagne di comunicazione e dell’advertising;
  • La possibilità di creare e gestire live chat e bots;
  • La creazione di specifici form e la relativa gestione dei workflows di email marketing;
  • La gestione di retargeting e follow-up;
  • La segmentazione delle liste;
  • Avanzati sistemi di statistica e reportistica;
  • A/B tests.

La piattaforma conta già decine di migliaia di clienti in tutto il mondo e continua a migliorare costantemente le sue funzionalità, ampliando le sue capacità di rispondere ad ogni bisogno delle aziende e dei professionisti che operano online, nonché quella di integrarsi con software di terze parti per una gestione del marketing a 360°.

Pardot

Acquistata nel 2012 da Salesforce, Pardot è una piattaforma di marketing automation estremamente professionale ed integra al suo interno diverse funzioni imprescindibili per la gestione del marketing aziendale ed estremamente flessibili, che possono semplificare di molto il lavoro dei team di vendita

Tra le sue molte features, Pardot può:marketing automation

  • Aiutare nella creazione di landing pages grazie al suo builder;
  • Gestire A/B teste;
  • Classificare i lead ed assegnarli automaticamente al team vendita;
  • Inviare notifiche relative all’attività dei potenziali clienti in real time;
  • Essere utilizzato sia da piattaforma desktop che da mobile, per gestire le attività di marketing sia dall’ufficio che in mobilità;
  • Personalizzare l’esperienza di acquisto per i clienti potenziali e creare efficienti flussi di lead nurturing.

Si tratta però di un software particolarmente costoso e maggiormente rivolto a realtà strutturate che necessitano di potenti funzionalità con una predilezione particolare per chi opera nel campo B2B.

MDirector

È un ottimo software di marketing automation, perfetto per la creazione di comunicazioni e messaggi personalizzati sui diversi canali sincronizzabili all’interno della piattaforma.Cosa può fare?

Tra le altre cose può:marketing automation

  • Creare landing pages e form personalizzati;
  • Creare diversi flussi, in base a scenari preimpostati e gestire messaggi personalizzati per i potenziali clienti;
  • Gestione i diversi utenti della piattaforma in maniera personalizzata, assegnando ruoli specifici e customizzabili;
  • Integrarsi con numerosi CRM;
  • Usare API per l’integrazione con molti altri applicativi e software.

È una ecosistema completo per la gestione delle automazioni di marketing che riesce però a mantenersi piuttosto semplice nel suo utilizzo, pur avendo al suo interno un ottimo numero di funzionalità specifiche ed avanzate.

Marketo

È una piattaforma particolarmente innovativa, tanto da stimolare l’interessa di Adobe che l’ha acquistata per 4,75 miliardi di dollari, cosa che le ha permesso un’ulteriore crescita ed evoluzione. Viene spesso menzionato tra i migliori software per il coinvolgimento dei clienti sia per la sua integrazione con tools come Salesforce che per i suoi potenti strumenti di analisi e gestione dell’audience.

Tra le sue funzionalità si possono evidenziare ad esempio:

  • La possibilità di automatizzare in maniera raffinata le campagne di email marketing;
  • L’opportunità di gestire ed automatizzare dalla piattaforma interi processi di vendita;
  • L’integrazione con il social media marketing e la gestione dei canali social aziendali;
  • La capacità di strutturare una una perfetta customer experience per i potenziali clienti grazie alla segmentazione puntuale della clientela.

La sua forza sta anche in un’ottima community di marketer che condividono le loro esperienze e le loro migliori strategie di comunicazione consentendo ai nuovi iscritti di trarre il massimo da Marketo.

Mautic

È senz’altro una piattaforma di marketing automation particolare, in quanto è l’unica ad essere open source. Utilizzandolo potrai infatti scaricare l’interno codice sorgente del software e farlo girare sui tuoi server: il risvolto della medaglia è che non si tratta di uno dei tools più semplici da imparare a padroneggiare.

Sono comunque più di 200.000 le aziende ed i team di lavoro che hanno scelto Mautic, anche grazie alle oltre 35 lingue disponibili per l’applicativo.

Possiede una gamma di funzionalità piuttosto completa, anche se non dà modo di generare flussi di lavoro ed è per questo considerato più vicino ad un potente un CMR. Può in ogni caso: 

  • Segmentare i contatti in maniera eccellente e precisa;
  • Effettuare A/B test;
  • Monitorare i comportamenti degli utenti sui siti web;
  • Analizzare i dati degli investimenti ed il relativo ROI;
  • Formulare un lead scoring degli utenti.

La sua natura open source permette in ogni caso un’ampia customizzazione, a patto però che tu disponga di specifiche conoscenze tecniche di programmazione o di risorse capaci di svolgere un simile compito all’interno del tuo team.

Qual è il software di marketing automation perfetto per te?

Queste sono solo alcune delle piattaforme di marketing automation sul mercato. Come hai potuto constatare, spesso molte delle funzionalità sono comuni a tutte le piattaforme, mentre alcune società hanno preferito col tempo di specializzarsi su determinati servizi.

Per selezionare il miglior software di automazione per il tuo business, dovrai prima di tutto capire nel dettaglio come funziona la marketing automation per valutare poi le tue reali esigenze e scegliere l’applicativo che più fa al caso tuo, anche in relazione al budget che desideri investire nell’attività di marketing.

Con ognuna delle piattaforme sulla piazza in ogni caso, unendo le potenzialità da esse offerte alle tue competenze in tema di comunicazione nonché alle skills di vendita della tua squadra, sarai certamente in grado di strutturare campagne efficaci in grado di convertire in maniera ottimale i tuoi leads in clienti affezionati.

A questo punto, dopo aver scoperti quali sono i migliori software di marketing automatico non ti resta che cliccare qui e scoprire quali sono i passi da fare per sfruttare il potenziale dell’email marketing per il tuo business.

Redazione di Intraprendere
La redazione di Intraprendere è formata da un team specializzato in ogni aspetto riguardante il mondo dell’imprenditoria: da come acquisire il giusto mindset per iniziare alle migliori tecniche per promuovere il tuo business.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here