agenzia di servizi alla persona, agenzia di servizi ai disabili, servizi agli anziani

Un’ agenzia di servizi alla persona è un’attività che presenta buone possibilità di guadagno, in quanto risponde all’esigenza di assistenza di una fascia di popolazione che è in continua crescita grazie all’aumento dell’aspettativa di vita.

Oggi il numero delle agenzie di servizi alla persona, in realtà non è sufficiente per coprire le richieste di tutti i cittadini. Infatti, essendo un’attività relativamente nuova, ci sono parecchi centri scoperti, che quindi non presentano agenzie in grado di offrire diversi servizi di assistenza domiciliare.

Un’agenzia di servizi alla persona, invece, permette di offrire un buon numero di attività di sostegno, in questo modo si possono aiutare le famiglie su vari piani, permettendogli di affidarsi ad un’unica figura.

Ma vediamo nel dettaglio come aprire un’agenzia di servizi alla persona, e quali sono le loro caratteristiche.

Le caratteristiche di un’agenzia di servizi alla persona

Un’agenzia di servizi alla persona, presenta una formula multi-settore che prevede l’impiego di diverse figure che siano in grado di assistere le famiglie nelle varie attività quotidiane.

Le principali attività proposte da un’agenzia di questo tipo sono:

  • Assistenza anziani e assistenza disabili: sia in ambito casalingo per le attività quotidiane, sia in ambito medico.
  • Servizi a domicilio per la gestione della casa, con attività come: la pulizia della casa, acquisti quotidiani o preparazione dei pasti.
  • Servizi di baby-sitting.
  • Servizi generali come: trasporto in auto di disabili e anziani, in specifiche occasioni, attività di assistenza burocratica e fiscale, ritiro delle medicine o prenotazione di visite specialistiche, dog sitting, dopo scuola per i bambini o supporto degli stranieri in Italia. Sono davvero tantissime le attività che si possono condurre mediante quest’agenzia poliedrica.

Naturalmente, ti consiglio di scegliere di specializzarsi in un numero di attività limitato. Ad esempio, è meglio iniziare con 4 o 5 attività specifiche, e man mano integrare altri servizi avvalendosi di dipendenti con competenze diversificate tra loro. Infatti, più attività offri maggiori sono i dipendenti di cui hai bisogno di avvalerti.

Scegliere all’inizio potrebbe essere difficile, ma ti consiglio di optare per attività specifiche e delle quali c’è maggiore richiesta.

Come aprire un’agenzia di assistenza alla persona

Per aprire un’agenzia di assistenza alla persona c’è un percorso burocratico preciso da seguire.

Come per la maggior parte delle attività la prima cosa che devi fare è aprire la partita IVA con il giusto codice ATECO e provvedere alle iscrizioni al: registro delle imprese, all’Inps e all’Inail, ed effettuare la comunicazione di inizio attività al Comune.

Tutte queste attività devono essere effettuate mediante la consulenza di un commercialista, che può seguire le varie pratiche in modo completo, professionale e soprattutto corretto.

Un’attività di servizi alla persona ha bisogno anche di varie autorizzazioni e assicurazioni. In genere, si ha l’obbligo della stipula di un’assicurazione contro i rischi e la responsabilità civile. Questa è molto importante per avere una copertura in caso di incidenti ed eventuali problemi con i futuri clienti.

Le autorizzazioni invece possono cambiare a seconda della regione in cui apri la tua attività, infatti, queste sono di competenza regionale.

Quindi prima di avviare l’attività dovresti informarti al SUAP del tuo comune, e alle associazioni di settore. Anche per le autorizzazioni comunque è consigliabile effettuare i documenti con il supporto di un commercialista.

Infine, il locale dev’essere a norma e ottenere il nulla osta sanitario della Asl, devi richiedere l’agibilità e creare un ingresso ad hoc per i disabili. Nel caso in cui scegli di offrire anche un servizio di assistenza medica devi avvalerti di collaboratori che abbiano tutti i requisiti professionali per espletare questo compito.

Come per le agenzie di assistenza ai disabili, anche quelle di servizi che offrono questo tipo di supporto hanno bisogno di professionisti come OSS, e assistenti che abbiano una preparazione adeguata alle esigenze di chi soffre di disabilità.

Aprire invece un franchising assistenza domiciliare e alla persona, risulta essere più semplice. Infatti, quando si opta per questa formula, accedi a un sostegno continuo che va dalla formazione sino al supporto per l’apertura vera e propria dell’attività. Anche in franchising, bisognerà comunque provvedere ad aprire la partita IVA, e le varie posizioni all’Inps e all’Inail.

Perché bisogna avere un business plan

Quando si apre un’attività di servizi alla persona è molto importante provvedere alla stesura di un business plan. Questo documento permette di effettuare uno studio approfondito delle aree in cui ci si vuole specializzare, ma anche della location sulla quale si punta, delle opportunità di guadagno ecc…

La creazione di un business plan serve a effettuare una corretta pianificazione dell’attività, un’analisi precisa dei costi e del mercato.

Il business plan è essenziale dunque per riuscire ad avviare un’attività e gestirla seguendo una guida ben delineata e per fare una previsione dei ricavi e soprattutto dei tempi di rientro che servono una volta effettuato l’investimento iniziale.

Questo documento permette anche di comprendere come gestire l’aspetto comunicativo, e di come organizzare le campagne pubblicitarie che ti serviranno per riuscire a crearti un bacino di clienti, necessari all’avvio positivo della tua attività.

Infine, attraverso la strutturazione corretta di un business plan puoi fare un’analisi attenta della concorrenza e comprendere quali sono i punti di forza e quelli meno delle agenzie già presenti. In questo modo, potrai offrire dei servizi qualitativamente migliori rispetto a quelli dei tuoi futuri concorrenti.

La location

Un’agenzia di servizi alla persona non ha bisogno di un locale molto grande per lo svolgimento dell’attività, in quanto la maggior parte dei servizi vengono svolti a domicilio. Quindi basterà trovare un locale di circa 50 mq, e arredarlo come un ufficio con tutte le attrezzature e i software necessari per gestire la clientela e i dipendenti.

Ti consiglio, comunque, di scegliere di aprire un’attività di questo genere in comuni con più di 30 mila abitanti, per riuscire ad avere un bacino di clienti più estesi.

Inoltre, il locale dovrebbe avere una posizione facilmente accessibile, quindi è meglio scegliere una zona dove sono presenti altri uffici, oppure nelle vicinanze delle scuole, o degli ospedali, in genere è meglio scegliere una zona trafficata.

Le spese iniziali per partire

L’investimento iniziale per riuscire ad aprire un’agenzia di servizi alla persona, varia in base ai tipi di attività che si vogliono offrire alla propria clientela. Innanzi tutto, devi considerare i costi per gli adempimenti burocratici e la consulenza del commercialista, che sono di circa 2000 mila euro.

Dopo aver aperto tutte le posizioni necessari al corretto avvio dell’attività, devi calcolare le spese per l’affitto di un locale da adibire ad ufficio e quelle necessarie per l’arredo e l’acquisto di PC e cancelleria.

In genere, questa tipologia di attività ha bisogno anche di uno o più mezzi di trasporto per fornire un buon servizio a domicilio.

Le auto devono essere assicurate in base all’attività che si compie, e il costo potrebbe essere all’incirca sui 30 mila euro, per l’acquisto e personalizzazione di più mezzi.

Infine, devi considerare i costi per le attrezzature di cui puoi avere bisogno per svolgere correttamente alcuni servizi a domicilio, e quelli per l’allaccio delle utenze e per la stipula dell’assicurazione contro i rischi e per la responsabilità civile.

Il costo totale potrebbe essere tra i 40 e 50 mila euro. Nel caso in cui invece si scelga un franchising servizi alla persona, si riuscirebbe sicuramente ad avviare un’attività di questo tipo con un investimento minore.

Le spese di gestione

Tutte le attività devono sempre considerare le spese di gestione. Queste sono essenziali per comprendere il guadagno medio mensile che serve per riuscire a coprire tutte le spese e al contempo a ottenere un compenso adeguato.

Le spese di gestione prevedono diverse voci da prendere in considerazione, le prime sono quelle che servono a mantenere aperto il locale quindi devi calcolare i costi di:

  • Affitto
  • Utenze come luce, gas, acqua
  • Spese di mantenimento dei mezzi di trasporto
  • Cancelleria e spese per la pulizia degli ambienti
  • Manutenzione dell’attrezzatura necessaria

Data la natura dell’attività, tra le spese di gestione è necessario considerare quelle che servono per avere un personale qualificato che si occupi dell’assistenza alle persone. I costi, in questo caso, sono variabili, e dipendono da inquadramento, ore settimanale svolte e tipologia di contratto.

Le modalità di finanziamento

Esistono diverse modalità per riuscire a finanziare l’attività, se non disponi di fondi personali, ad esempio, puoi scegliere di rivolgerti alle banche, società finanziarie o agli istituti di credito.

Per finanziare la tua attività è necessario seguire un iter di richiesta ben preciso, e solitamente le banche vogliono visionare il business plan, per comprendere le potenzialità della tua futura attività, ma ciò non basta.

Accedere a un finanziamento ordinario per ottenere il capitale necessario ad avviare l’attività prevede inoltre la possibilità di fornire delle garanzie reali alla banca. Ad esempio, puoi fornire uno stipendio fisso di un garante, oppure attivare un’ipoteca su una proprietà immobiliare. Inoltre, devi avere anche un profilo di affidabilità bancaria, quindi sarà difficile che la banca eroghi un prestito ai protestati o cattivi pagatori.

Un’altra soluzione per il reperimento di liquidi per la tua attività sono i finanziamenti a fondo perduto concessi se si hanno determinati requisiti sotto forma di prestito d’onore.

Esistono diverse tipologie di prestito d’onore, alcuni sono destinati alle microimprese, altri all’apertura delle attività in franchising. In entrambi i casi, devi partecipare a un bando di concorso, inviando il progetto per l’attività e il business plan. In Italia, i finanziamenti a fondo perduto per le imprese sono salvaguardati ed erogati da Invitalia.

Quanto si può guadagnare con un’ agenzia di servizi alla persona?

Un’agenzia di servizi alla persona, se gestita in modo ottimale, può portare ottimi guadagni. Certo non è semplice preventivare quanto guadagni un’agenzia di servizi alla persona, in quanto bisogna conoscere esattamente quali sono i servizi che vorresti offrire ai clienti, e i prezzi da applicare.

In linea generale è possibile affermare che un’agenzia di servizi alla persona, permette comunque di guadagnare cifre soddisfacenti che sicuramente possono superare quelli che avresti con un normale stipendio.

Naturalmente, aumentano anche le responsabilità quando si svolge un’attività in proprio, e bisogna porre sempre molta attenzione alla contabilità per riuscire a generare percentuali di guadagno ottimali.

Perché aprire un’agenzia di servizi alla persona in franchising

Aprire un’agenzia di servizi alla persona senza l’ausilio di un franchising, può essere molto costoso, come abbiamo visto i costi di apertura possono raggiungere i 50 mila euro.

Uno dei principali vantaggi delle agenzie per assistenza ai disabili e alle famiglie in franchising, è sicuramente la possibilità di avviare l’attività con costi nettamente inferiori.

Infatti, un franchising assistenza anziani e disabili ha costi di accesso che vanno dai 5 mila ai 10 mila euro, in base alla compagnia di franchising alla quale ti affidi.

Il fee d’ingresso per aprire un’agenzia di servizi alla persona in franchising prevede inoltre un sostegno non indifferente in campo formativo per la gestione dell’attività.

Quando ti affidi alla formula in franchising hai anche a disposizione:

  • Sostegno pre e post apertura.
  • Costanti corsi di aggiornamento.
  • Gli allestimenti.
  • I software necessari per gestire un’attività di questo genere.

Infine, non bisogna mai sottovalutare il know how e l’esperienza di un’azienda che è sul campo da diversi anni, le loro competenze in campo pubblicitario e soprattutto la possibilità di ottenere una clientela giù fidelizzata, in quanto si affida a un nome conosciuto e pubblicizzato sul suolo nazionale.

Adesso sai come muoverti se vuoi davvero aprire un’agenzia di servizi alla persona, ma prima di tutto fai il quiz di Intraprendere per scoprire il business fatto su misura per te





LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here