agenzia matrimoniale, come aprire un'agenzia matrimoniale
data-full-width-responsive="true">



La vita corre, e spesso rimaniamo vittime dei ritmi della metropoli. Il lavoro, gli svariati impegni e così, non c’è neanche più il tempo per coltivare la parte sentimentale della propria vita. L’orizzonte del Web è pressoché illimitato, e aldilà che sia o meno eticamente giusta, offre una soluzione anche per questa eventualità: l’ agenzia matrimoniale.

Si è sempre un pò diffidenti nell’aprire le porte della nostra sfera più intima a qualcun altro, e soprattutto a lasciare che un estraneo si occupi di intessere le nostre nuove potenziali relazioni.

Lo so che ti starai chiedendo se aprire un’agenzia matrimoniale sia una valida scelta di business, continua a leggere per saperne di più.

Aprire un’agenzia matrimoniale: le caratteristiche

L’instabilità della fase storica che stiamo attraversando gioca sicuramente a tuo favore, i giovani hanno una vita sempre più precaria, le possibilità di emanciparsi si riducano, e irrimediabilmente tutto ciò si riflette anche sulla sfera sentimentale.

Il numero dei single, soprattutto per quanto riguarda quel range di età compreso tra i 25 -35 anni è alto, se non altissimo.

Per aprire un’agenzia matrimoniale, a differenza di molte altre attività, non avrai bisogno di alcun genere di qualifica.

Una delle caratteristiche fondamentali per questo genere di lavoro però risulterà essere una spiccata sensibilità. Chi accede ai servizi offerti da un’agenzia matrimoniale può essere soggetto a difficoltà di relazione con gli altri causate da blocchi emotivi e psicologici.

Potrai ben capire che trattare con clienti con tali caratteristiche richieda molto tatto, ed è necessario farli sentire costantemente a proprio agio. La loro insicurezza deve essere salvaguardata, ed è necessario trasmettere un senso di protezione.

In rete l’offerta di siti di dating è molto alta. Ti consiglio di trovare una tua nicchia di riferimento per iniziare. Starai pensando che un single è semplicemente un single, ma in realtà hanno esigenze diverse. Non esiste un single tipico, ma tanti modelli.

Troverai il single preso dalla frenesia della sua vita, che non ha il tempo di crearsi occasioni di incontro, ma al tempo stesso è stanco di buchi nell’acqua. Troverai il single web dipendente che è amante delle chat, e vorrà incontrare l’anima gemella attraverso queste modalità virtuale.

Oppure potrai incontrare il single irrimediabilmente romantico che ritiene che l’amore sia sinonimo di casualità, e perciò ti richiederà di partecipare ad incontri organizzati, tipo un meeting di gruppo, dove potrà incontrare “casualmente” l’anima gemella.

Cosa serve per aprire un’agenzia matrimoniale

Aprire un’agenzia matrimoniale significa dare vita ad un’impresa, ed ogni attività imprenditoriale che si rispetti ha come punto di partenza la redazione di un business plan, dove calcolerai nel dettaglio gli iniziali costi di investimento, come ad esempio l’affitto di un locale e la creazione di un sito Web.

Insomma, il business plan è il tuo documento di pianificazione attraverso il quale esporrai nero su bianco la tua strategia vincente per raggiungere i tuoi obiettivi aziendali.

Successivamente dovrai assolvere tutte quelle pratiche burocratiche previste dalla legislazione vigente. Sto facendo riferimento all’apertura della partita Iva, all’inscrizione presso il Registro delle Imprese, e alla Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) presso il comune d’appartenenza.

Nel caso tu voglia creare un ufficio per la tua agenzia matrimoniale sarà necessario una certificazione dell’Asl locale che otterrai dopo un’apposita ispezione.

Quanto costa aprire un’agenzia matrimoniale

Le spese per l’apertura di un’agenzia matrimoniale sono variabili. Questo genere di attività ti permette di lavorare anche esclusivamente online. Se opterai per questa scelta, ovviamente verrà meno l’investimento per la creazione di una location fisica.

Per aprire un’agenzia matrimoniale i costi possono essere relativamente contenuti, soprattutto se decidi di intraprendere questo business da solo. Oltre alle già citate spese per gli adempimenti burocratici, le prime uscite riguarderanno la creazione di un sito web.

L’acquisto di un dominio internet si attesta intorno ai 60 euro annui, mentre ti consiglio per lo sviluppo del sito di avvalerti di un professionista. La spesa in questo caso sarà compresa tra i 500 e i 1000 euro.

Per rendere più appetibile la tua agenzia matrimoniale, ti consiglio di sviluppare anche un app parallela, che permetterà ai tuoi clienti di utilizzare in qualunque momento dei servizi da te offerti. Ad esempio, potrai inserire nella tua app un servizio di chat affinché gli iscritti possano iniziare a conoscersi virtualmente e lanciare le basi di un nuovo rapporto.

Altra spesa fondamentale a livello tecnico è l’acquisto di un software necessario per gestire il database dei tuoi clienti.

Sarà poi fondamentale crearsi una reputazione e far conoscere il proprio marchio. Quindi dovrai investire in maniera consistente sulla pubblicità, e anche sulla crescita di visibilità sui diversi social. Non ti spaventare, ma l’investimento iniziale in pubblicità è stimato intorno ai 5000 euro.

Per far crescere e affermare la tua agenzia matrimoniale, però ti consiglio di creare un team di lavoro. Si sa che l’unione fa la forza, e tu da solo non potrai sobbarcarti in eterno il peso di tutte le mansioni. Stress e difficoltà organizzative incideranno negativamente sulla tua attività.

Dai vita ad un gruppo di lavoro composto da un valido web editor che curerà e aggiornerà i contenuti del tuo sito, un social media manager in grado di analizzare i social e darti sempre più visibilità su essa, e almeno un addetto alla gestione del database clienti.

Come finanziare un’agenzia matrimoniale

Le modalità di reperimento fondi per un’agenzia matrimoniale sono diverse. Per ottenere un prestito da parte di qualche ente finanziario, come al solito dovrai essere in possesso di determinate garanzie per la concessione del finanziamento.

Se hai un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, oppure sei una donna, potrai accedere al programma di Invitalia (Agenzia Nazionale per lo Sviluppo d’Impresa) “Nuove imprese a tasso zero”, che una volta valutato il tuo progetto, potrà finanziare la tua attività fino al 75%.

Infine anche in questo settore c’è la possibilità di aprire un’agenzia matrimoniale in franchising.

Quanto si può guadagnare con un’agenzia matrimoniale.

Il proprietario di un’agenzia matrimoniale ottiene principalmente i suoi proventi dalle sottoscrizioni di abbonamenti ai servizi messi a disposizione. Se il tuo database contiene 1000 clienti fidelizzati e ognuno di loro versa ogni mese 5 euro, la tua entrata mensile sarà 5000 euro.

Per rendere più proficuo il tuo business, ti consiglio di occuparti anche della creazione di eventi con cadenza ad esempio settimanale, i quali risulteranno un occasione di incontro per i tuoi clienti, e saranno soggetti al pagamento di un extra per la partecipazione.

Il fine di un’agenzia matrimoniale è creare delle relazioni, e se sarai bravo e fortunato, queste potranno ricoprirsi di fiori d’arancio. Aumenta le tue entrate offrendo anche un servizio di wedding planning.

Perché aprire un’ agenzia matrimoniale in franchising

Una delle soluzioni d’investimento più semplice è il franchising. Le cifre per affiliarsi sono stimate tra i 3000 e i 15000 euro.

Perché aprire un’agenzia matrimoniale in franchising? Il vantaggio principale è quello di potersi avvalere di un marchio già affermato sul mercato, e versando la quota di affiliazione, l’azienda madre ti offrirà assistenza commerciale e un aiuto nella ricerca dei clienti.

Alcuni franchising si occupano direttamente della creazione del sito web, e lasciano già in dotazione i software necessari alla gestione della clientela.

Inoltre molti franchising danno l’opportunità di scegliere se affiliarsi solo in modalità online o con la creazione di una location. Nel primo caso la quota d’investimento iniziale sarà più bassa, mentre nel secondo caso l’azienda madre provvederà all’allestimento dei locali.

L’utilizzo di un servizio franchising richiederà il versamento di una royalty mensile. I costi non sono elevati. Per renderti tutto più chiaro ti dico che sto parlando di cifre intorno ai 250 euro.

Dopo tutta questa pappardella stai ancora pensando che Tinder ha monopolizzato il settore? Tinder è sicuramente l’app di dating più famosa a livello mondiale, ma è una di quelle app di “hooking-up”, ovvero per rimorchiare.

Ricorda sempre che un agenzia matrimoniale offre un servizio personalizzato, e estremamente riservato, adatto a coloro che non hanno intenzione di sbandierare la propria situazione sentimentale, e tanto meno sono interessati a crearsi una rete di incontri occasionali.

Questa è la nicchia di mercato e il punto di forza che rende l’agenzia matrimoniale ancora un business appetibile.

Adesso sai come aprire un’agenzia matrimoniale, ma prima di rendere qualunque decisione ti consiglio di fare immediatamente il quiz di Intraprendere per trovare il business davvero adatto a te.


Aspetta! Scopri 7 idee di business su misura per te!


Cerchi una idea di business che ti renda un vero imprenditore e che ti calzi a pennello?

Quello che ti propongo infatti non è solo un modo per arrotondare, ma per dare vita ad una vera e propria attività commerciale su misura per te.

Scopri 7 idee di business per metterti in proprio






Anna Porello
Imprenditrice digital e cuore pulsante di Intraprendere. Fonda la sua prima startup di entertainment geolocal nel 2006 venduta a una nota azienda italiana. Dopo anni come consulente nei processi di digitalizzazione di grandi imprese, decide di dedicarsi a Intraprendere.net, che co-fonda nel 2016.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here