Ti sei mai chiesto come diventare organizzatore di eventi?

Nel suo libro più famoso “Il grande Gatsby”, Francis Scott Fitzgerald narrava la vita di un certo Jay Gatsby, personaggio avvolto da un alone di mistero, ma famoso presso la sua comunità per le meravigliose feste che organizzava nella sontuosa villa di sua proprietà a Long Island.

Ai suoi party era presente la creme della società statunitense di quegli anni, e il pubblico veniva ravvivato da ballerine professioniste ed esperti musicisti. In tutta Long Island non c’era individuo che non fosse a conoscenza della magnificenza delle feste di Gatsby. E tu saresti in grado di organizzare dei ricevimenti del genere?

Oggi vedremo tutti i passi necessari per diventare i nuovi Jay Gatsby e, magari, poter dare vita ad una vera agenzia di organizzazione eventi.

Come diventare organizzatore di eventi: i 4 elementi necessari

Come in qualunque settore lavorativo, sono necessarie delle conoscenze di base, anche se nello specifico una formazione di tipo professionale o universitaria non è obbligatoria. Il mio personale consiglio è di formarti il più possibile ed è proprio la formazione il primo punto necessario per diventare un vero organizzatore di eventi.

1. Formazione

In campo universitario numerosi corsi potrebbero fare al tuo caso: l’indirizzamento più appropriato è quello dei corsi di laurea in Scienze del Turismo, Relazione Pubbliche o Scienze della Comunicazione.

Da qualche anno sono stati anche attivati dei veri e propri master nel settore. Ad esempio a Milano, l’università Luiss ne ha attivato uno in Event management, così come l’Istituto Europeo di Design.

Se stai pensando a come diventare organizzatore di eventi la via accademica non è l’unica strada percorribile. Sul territorio sono presenti numerosi corsi promossi da istituti privati, i quali dopo il periodo di frequenza e il superamento degli appositi esami, rilasceranno una certificazione da event manager.

Aldilà di una formazione, che non si limiterà al semplice percorso di studi, ma dovrà essere continuamente alimentata attraverso corsi di aggiornamento, e magari anche workshop per confrontarsi con gli esperti del settori, un event manager dovrà avere altre importanti caratteristiche.

2. Sii multitasking

Se ti stai chiedendo come diventare party planner, una dei tratti essenziali sarà quello di essere multitasking”. Un organizzatore di eventi ha la necessità di confrontarsi frequentemente con dei professionisti, che si occuperanno delle varie attività utili al fine della riuscita dell’evento.

Dovrà stringere rapporti con fotografi, fornitori, addetti al servizio catering e tanti altri professionisti. Potrai ben capire che sarà necessario essere un pò “tuttologhi” per approcciarsi con tutte quelle realtà utili alla messa in piedi della manifestazione.

Per approfondire:

3. Crea una rete fidata di collaboratori

Gatsby per l’organizzazione delle sue fantastiche feste, avrà sicuramente potuto contare su una rete ben consolidata di collaboratori sia per l’organizzazione pratica, sia per la promozione.

Creare una propria rete fidata sarà uno dei tuoi principali obiettivi. Collaborare con professionisti stabilendo un rapporto di lunga durata, ti permetterà di ottenere un rapporto privilegiato, e magari anche sconti e flessibilità.

4. Sviluppa il problem solving

Altra caratteristica fondamentale è avere ottime capacità di problem solving. L’organizzazione eventi può risultare una sfida ardua. Pensa all’organizzazione di un matrimonio e a come possono cambiare nel corso dei mesi le richieste degli sposi.

Dovrai essere sempre molto abile a trovare la soluzione in grado di accontentare sia i tuoi clienti, ma al tempo stesso che non infici la realizzazione dell’evento. Come avrai già intuito tutto il processo di organizzazione richiederà una grandissima dose di pazienza, perciò armati di repellenti anti-stress!

Se a questo punto dell’articolo, la tua volontà di comprendere come diventare organizzatore di eventi è ancora viva, proseguiamo guardando nel dettaglio tutti gli step necessari per aprire un’agenzia eventi, oppure lavorare come freelance nel settore.

Per approfondire:

L’importanza del business plan

In qualunque attività commerciale, a partire dall’organizzazione eventi all’apertura di una boutique, il business plan è uno step imprescindibile. Nel campo dell’organizzazione eventi, è necessario pianificare ogni dettaglio il più possibile, anche perché avrai diverse spese date proprio dal rapportarti con esperti di diversi settori.

Programma le spese d’investimento per l’attrezzatura, e per una location, se hai intenzione di aprire un’agenzia organizzazione eventi. Tieni conto anche di tutte quelle spese iniziali necessarie per promuovere la tua attività.

Per essere competitivo sul mercato dovrai creare un proprio sito, dove elencherai i servizi offerti, e dove esporrai immagini dei tuoi lavori passati. Avvaliti anche di un valido grafico per creare un tuo logo che ti permetta di sviluppare un brand, in grado di distinguerti nell’oceano dei planner.

Quanto costa aprire un’agenzia di eventi

Come organizzare eventi? Prima di tutto sarà necessario adempiere a tutte quelle pratiche amministrative previste dalla nostra legislazione.

Nel caso tu voglia svolgere l’attività come freelance dovrai aprire una partita Iva per professionisti, mentre nel caso tu voglia aprire una vera e propria agenzia a questo passaggio dovrai aggiungere l’iscrizione al Registro delle Imprese, e la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) presso il comune dove avrà sede la tua impresa.

A queste spese, oltre a quelle già citate di sponsorizzazione, dovrai aggiungere quelle per l’affitto o l’acquisto di un locale, e per l’arredamento necessario a rendere la tua agenzia attraente ed accogliente per i tuoi potenziali clienti.

Le modalità di finanziamento

A meno che tu non sia imparentato con il nostro Gatsby, per avviare un’agenzia per l’organizzazione di eventi dovrai far ricorso da un finanziamento da parte di un ente bancario.

Se sei un giovane tra i 18 e i 35 anni, oppure sei una donna, potrai tentare ad entrare a far parte del programma “Nuove imprese a tasso zero” promosso da Invitalia (L’agenzia nazionale per lo Sviluppo d’Impresa).

L’ente pubblico potrà finanziare il tuo progetto per il 75% delle spese stimate, e il finanziamento sarà concesso senza richiesta di pagamento di ulteriori tassi d’interesse.

Come ultima opzione low cost resta l’apertura di un franchising organizzazione eventi.

Quanto guadagna un organizzatore di eventi

Stai ancora contemplando come diventare un organizzatore di eventi? Sicuramente ti starai anche chiedendo quanto guadagna un organizzatore di eventi.

Sarò molto schietto: dipende in gran parte dalle tua abilità, e da quanto valida sia la rete di contatti e professionisti che sarai in grado di articolare intorno alla tua attività.

Il mercato degli event manager si è allargato notevolmente negli ultimi anni anche grazie al proliferare di trasmissioni televisive che hanno reso sempre più popolare il settore. Se da un lato il risalto mediatico ha fatto lievitare le richieste di event manager, dall’altro ha aumentato la concorrenza. Detto in parole povere, per guadagnare in questo campo dovrai emergere.

Parlando in cifre, un’agenzia guadagna dai 20.000 ai 70.000 euro annui. Come potrai notare, purtroppo la forbice è molto larga, e le ore di lavoro settimanali a cui è sottoposto un organizzatore di eventi variano dalle 40 alle 50.

Perché aprire un’agenzia di eventi in franchising

Il pensiero su come diventare organizzatore di eventi non ti abbandona, ma vorresti una soluzione che possa contenere il tuo rischio d’investimento? Probabilmente l’apertura di un punto vendita in franchising fa al tuo caso.

Da una prospettiva prettamente economica, la spesa iniziale sarà contenuta e varierà tra i 5.000 e i 20.000 euro.

Una volta messo a disposizione un locale idoneo all’attività, l’azienda madre si occuperà dell’allestimento della tua agenzia, e potrai far affidamento alla sua già consolidata rete di professionisti utili alla riuscita degli eventi.

Inoltre potrai contare su un marchio già presente sul mercato, il quale disporrà di un proprio bacino d’utenza, dal quale potrai attingere potenziali clienti.

Come diventare organizzatore di eventi? Sarai spesso un divulgatore di divertimento per gli altri, e il sorriso stampato sulle facce dei tuoi clienti sarà il tuo vero obiettivo finale.

Bene, adesso sai come diventare organizzatore di eventi. Sei ancora alla ricerca del business davvero giusto per te? Fai subito il Quiz di Intraprendere!





LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here